Ferrigno in pressing su Squillace: c’è l’accordo con il Catanzaro, ma l’esterno preferisce il Pisa

Tommaso Squillace con la maglia del Catanzaro
Tommaso Squillace con la maglia del Catanzaro

Tommaso Squillace con la maglia del Catanzaro

Non c’è soltanto il nome dell’esterno sinistro del Genoa Pierre Zaine nel taccuino del direttore sportivo del Messina. Per completare il reparto under, Fabrizio Ferrigno è in trattativa con il sodalizio ligure, che ha proposto ai siciliani il centrocampista originario dell’isola caraibica di Santa Lucia. Al pari di Lagomarsini, Buongiorno e Siciliano, già in rosa, anche il colored è cresciuto nella “Primavera” rossoblu.

Ma in cima alla lista delle preferenze del dirigente campano c’è sempre il centrocampista Tommaso Squillace, classe 1989, che con la maglia del Catanzaro affrontò proprio il Milazzo di Lo Monaco nel torneo di Seconda Divisione. Il 24enne originario di Soverato è sul mercato, dal momento che quest’anno non rientra nei piani del tecnico Oscar Brevi, che lo ha utilizzato soltanto una volta. Uno smacco per il giovane che vanta esperienze in C1 con le maglie di Ravenna e Pavia ed in C2 con la Pro Vercelli. Nella “sua” Catanzaro l’esplosione nella stagione 2011/2012, in cui Cozza lo impiegò da esterno nel 3-4-3.

Un primo piano di Squillace al "Grotta Polifemo", dove affrontò il Milazzo di Lo Monaco.

Un primo piano di Squillace al “Grotta Polifemo”, dove affrontò il Milazzo di Lo Monaco.

Per Squillace anche un’ottima prova al “Grotta Polifemo”, in una gara caratterizzata dalla doppietta di Masini, che vanificò il gol della bandiera siglato da Chiaria, allora alle dipendenze di Catalano nella città del Capo. In quell’annata, in cui era compagno di squadra dell’ex giallorosso Giampà, collezionò ben 37 presenze, siglando anche una rete. Stagione di assoluto livello anche la successiva in Prima Divisione, con 27 apparizioni complessive. Quest’anno invece è stato messo da parte e quindi il mercato invernale è destinato a concludersi con un suo trasferimento.

Ad ammetterlo senza giri di parole è il direttore sportivo del Catanzaro Armando Ortoli, che abbiamo contattato telefonicamente: “Confermo la trattativa con il Messina, che va avanti da giorni ed è già in fase avanzata. Ho sentito Ferrigno in più occasioni ed abbiamo già raggiunto un accordo di massima per la cessione: la nostra disponibilità non è mai stata in dubbio. A questo punto dipende però tutto dal giocatore, che è molto ambito”.

Squillace in azione sempre a Milazzo e, sullo sfondo, Cozza, Catalano e Ferrigno.

Squillace in azione sempre a Milazzo e, sullo sfondo, Cozza, Catalano e Ferrigno.

La priorità dell’atleta è rappresentata infatti dal Pisa, dove ritroverebbe in panchina proprio Ciccio Cozza, l’allenatore che lo ha lanciato e consacrato in Lega Pro: “Oltre al Messina abbiamo ricevuto richieste da altre quattro squadre – ammette Ortoli – Il ragazzo ha in particolare un abboccamento con il Pisa di Cozza. La sua priorità è rappresentata quindi dai nerazzurri. Ma vi posso dire che non si accaserà in una formazione di Prima Divisione ed accetterà il declassamento in Seconda darà precedenza proprio al Messina”.

L'ex bandiera della Reggina Ciccio Cozza è adesso allenatore del Pisa

L’ex bandiera della Reggina Ciccio Cozza è adesso allenatore del Pisa

Dopo i primi tre ingaggi, ulteriori novità di mercato sono attese nelle prossime ore, anche perché l’obiettivo di Lo Monaco e Ferrigno è quello di assicurare qualche altra alternativa a Grassadonia, anche per fronteggiare eventuali ed inevitabili infortuni e squalifiche. Domenica contro l’Arzanese, ad esempio, non sarà a disposizione il centrale Pepe, che sarà appiedato dal Giudice Sportivo. Da valutare le condizioni di Maiorano, vittima di un problema muscolare apparso comunque lieve. Abile ed arruolabile invece Caturano, che si candida ad una maglia da titolare al fianco di Corona. Dovrebbe tornare invece ad accomodarsi in panchina Buongiorno, mentre per Chiaria sembrano sempre più ridotti gli spazi a disposizione. Da decifrare il suo futuro, che potrebbe vederlo protagonista altrove, nonostante un discreto girone di andata.

Ancora Squillace in azione con la maglia del Catanzaro

Ancora Squillace in azione con la maglia del Catanzaro

Al centro di voci di mercato sono finiti in queste settimane anche Bolzan, che pure da due settimane è tornato stabilmente tra i titolari, De Bode, proposto al Melfi in cambio di Neglia o Tortori, prima del diniego alla cessione delle due punte da parte dei lucani. Fin qui meno spazio rispetto alla gestione Catalano anche per Cucinotta e Quintoni, che però sono dei “fedelissimi” e non dovrebbero cambiare aria. Ma dopo le rinunce ai vari Lasagna, Guadalupi (tesserato dal Martina), Gherardi (in procinto di accasarsi alla Carrarese), Piovi, Scoponi, Guilana e Di Stefano nessuno scenario può essere escluso a priori.

Commenta su Facebook

commenti