Due Torri, mani sulla salvezza. Petrullo: “Con la Vigor successo fondamentale”

Giovanni Petrullo anticipato da un avversario nel match con la Cavese

Un gol che vale mezza salvezza. L’uomo del momento in casa Due Torri è Giovanni Petrullo, match-winner con la Vigor Lamezia. Contro i lametini sono arrivati 3 punti pesanti come il piombo, che certamente non permettono di festeggiare la matematica permanenza in quarta serie, ma che consentono alla squadra di Antonio Venuto di poter dormire sonni un pò più tranquilli, alla luce del settimo posto in classifica e del +8 sulla zona playout.

Giovanni Petrullo si presenta così all'avversario

Giovanni Petrullo si presenta così all’avversario

Il gol che ha fatto esplodere il pubblico del “Vasi” può essere veramente la chiave della stagione biancorossa: “Sono tre punti fondamentali perché ci consentono di allungare su una squadra come la Vigor Lamezia che nelle precedenti 5 gare aveva ottenuto 3 vittorie e 2 pareggi. Ora la zona playout è tenuta a debita distanza – ha commentato l’attaccante biancorosso –. Come sempre abbiamo giocato rispettando l’avversario ma senza paura. Siamo consapevoli dei nostri mezzi, sia in positivo che in negativo e i risultati di questa stagione sono sotto gli occhi di tutti. Possiamo battere la Cavese come anche perdere con la Gelbison. Domenica abbiamo sfruttato al meglio una delle occasioni che ci sono capitate ed è arrivata questa vittoria pesante”.

Cassaro del Due Torri a rete e festeggiato dai suoi compagni

Cassaro del Due Torri festeggiato dai compagni

Al di là di quello che recita la classifica, la Vigor Lamezia è arrivata al “Vasi” con l’etichetta di una delle squadre più in forma del momento e questo aggiunge ulteriore valore al successo del Due Torri: “Non conosco i problemi che hanno avuto ad inizio stagione, ma domenica ho visto una Vigor Lamezia quadrata che sa stare bene in campo e gioca bene il pallone. Hanno giocatori come Giannusa che in questa categoria fanno la differenza e se mantengono questa mentalità non dovrebbero avere particolari difficoltà a salvarsi”.

La gabbia biancorossa architettata dal capitano del Due Torri

La “gabbia” difensiva biancorossa

Un solo ko nelle ultime 5 partite, per giunta in casa della Cavese capolista. Il brutto inizio di 2016 del Due Torri è davvero alle spalle: “L’inizio del girone di ritorno è stato negativo, ma quelle 3 sconfitte di fila non ci hanno abbattuto e ci siamo ripresi dimostrando che gruppo siamo. A Cava è stata una partita particolare, sono convinto  che in parità numerica saremmo anche potuti uscire con un punto”.

A proposito di Cava un pensiero non può non essere riservato a Giovanni Ingrassia, nelle insolite vesti di portiere goleador: “Nello spogliatoio abbiamo scherzato per tutta la settimana chiamandolo “bomber” – racconta sorridendo  – e all’inizio ci aveva promesso una cena per festeggiare il suo gol, poi siccome abbiamo perso ha portato solo un vassoio di pasticcini, ma va bene così. Ha il pretesto per segnare un altro gol e magari farci vincere”.

Commenta su Facebook

commenti