Giudice sportivo, l’Andria a Messina senza Cortellini e Cianci. Casertana, maxi multa

Giudice sportivo

Maxi multa per la Casertana, dopo l’ingresso in campo, in segno di protesta, del patron Giovanni Lombardi durante la gara persa con il Cosenza. Il club campano dovrà sborsare 10.000 euro “perchè persona non presente in distinta entrava indebitamente sul terreno di gioco, a gara in corso, avvicinava l’arbitro  rivolgendogli reiterate frasi offensive e minacciose; allontanato, grazie all’intervento di tesserati, uscendo dal campo reiterava più volte il comportamento offensivo, tale evento comportava ritardo nella ripresa del gioco; il medesimo soggetto si introduceva indebitamente negli spogliatoi dopo la gara ed avvicinato l’osservatore arbitrale reiterava allo stesso le minacce già rivolte all’arbitro (ammenda con diffida)”.

Fidelis Andria

I calciatori della Fidelis Andria

Altre multe, inoltre, di 3.500 euro al Lecce, 1.000 al Foggia e al Monopoli, 500 al Benevento. Nessuno squalificato in casa Messina in vista della sfida casalinga con la Fidelis Andria che invece dovrà fare a meno di Cianci e Cortellini, entrambi appiedati per un turno dal Giudice sportivo. Tre giornate di stop, poi, a Finizio (Casertana), due a Scognamillo (Matera), una a Rainone (Casertana), Herrera (Melfi), Pelagatti (Catania), Bernardi (Catanzaro), Rosato (Lupa Castelli), Perucchini (Lecce), Carcione (Paganese).

Commenta su Facebook

commenti