Due Torri, Di Bartolo: “Con la Cavese grande prova, ora non fermiamoci”

Giovanni Di BartoloGiovanni Di Bartolo non è disposto a condividere le colpe del fallimento con vecchia società ed amministrazione

Il pareggio tutto cuore ottenuto contro la Cavese ha restituito al pubblico biancorosso un Due Torri ancora vivo e vegeto, che ha voglia di giocarsi fino in fondo le chance di salvezza. L’1-1 contro i campani vale più di una vittoria, intanto perché ottenuto contro una big del torneo e poi perché finalmente ha fatto vedere ampi sprazzi del “vecchio” Due Torri, forgiato ad immagine e somiglianza di Antonio Venuto.

Riccardo Pellegrino, autore dei 2 gol del Due Torri

Riccardo Pellegrino, autore dei 2 gol del Due Torri

A venti giorni dal suo insediamento, il neopresidente Giovanni Di Bartolo ha potuto vedere un Due Torri combattivo e capace di mettere alle strette una Cavese che lotterà fino alla fine per il successo finale: “La Cavese forse ci ha un po’ sottovalutato, perché la squadra veniva da un periodo poco brillante, dovuto anche alla penalizzazione. Il vero volto del Due Torri è però quello di domenica. Ho visto una formazione determinata che suda la maglia e che ha dato filo da torcere ad una blasonata come la Cavese”.

Di Bartolo si è subito dovuto confrontare con una realtà complicata, con tanti problemi e con una crisi societaria che ha colpito anche i giocatori, ma adesso si sta iniziando a vedere un po’ di luce in fondo al tunnel: “Sono presidente da due settimane e intanto con l’avvento del mio gruppo si è superata l’emergenza. Si veniva da uno sciopero dei calciatori che aveva messo addirittura a rischio la trasferta di Sarno. I giocatori chiedevano i loro emolumenti e quel clima ci ha portato alla sconfitta in una gara abbordabile. Adesso i giocatori sono stati pagati, abbiamo rispettato i primi impegni e abbiamo cominciato anche a saldare qualche debito con i fornitori. Siamo dunque pronti ad affrontare la sfida in trasferta con la Gladiator a Santa Maria Capua Vetere”.

Castrovillari-Due Torri

Castrovillari-Due Torri

Massima fiducia in un gruppo che ha tutti i mezzi tecnici per potersi salvare, senza bisogno di ulteriori stravolgimenti nel mercato di dicembre: “Non interverremo in maniera massiccia sul mercato, la squadra è messa bene in campo dal mister Venuto. Sia a centrocampo che in attacco, specie per quanto riguarda la prima punta, a questa rosa manca però qualcosa. Il mercato è al momento chiuso e sul fronte svincolati si trovano dei giocatori che magari sono fermi da tempo. Tuttavia, di concerto con il tecnico, stiamo valutando degli elementi in prova. Senza che ci sia l’ok del nostro allenatore non procederemo ad alcun ingaggio”. 

Antonio Venuto

Il tecnico Antonio Venuto

La certezza del Due Torri del futuro sarà la stessa del passato, vale a dire il mister Antonio Venuto: “Per noi è una garanzia, conosce la categoria e la piazza, è il tecnico di questa squadra da anni e per noi è un punto di forza. Lui continuerà a gestire l’aspetto tecnico senza intromissioni da parte nostra, com’è giusto che sia, mentre io e i miei soci cureremo quello societario. Poi è chiaro che l’ultima parola spetta a me perché sono io che devo apporre la mia firma sui contratti, ma seguiremo quelle che sono le direttive del mister”. 

 

Commenta su Facebook

commenti