Dopo la prima sconfitta casalinga il Rometta recita il mea culpa

Una formazione del Rometta

La prima sconfitta interna del Rometta arriva inattesa, sia per la classifica dell’avversario di turno, ma anche per ciò che la squadra ha mostrato nelle ultime esibizioni al cospetto di avversarie come Tiger e Igea Virtus. Proprio nella giornata in cui ci si aspettava il ritorno al successo i tirrenici hanno offerto una prestazione poco convincente soprattutto nei primi 45 minuti.

Trischitta, allenatore Rometta

Trischitta, allenatore Rometta

Evidentemente la posizione in graduatoria dell’Acireale 1946 ha distratto i giocatori rossoblu e l’atteggiamento non è stato dei migliori: “Abbiamo avuto probabilmente un problema di approccio alla partita, che non è stato adeguato – esordisce Nunzio Trischitta – sapevamo comunque di avere di fronte una squadra che non era da ultimo posto, ben messa in campo, attrezzata, con giocatori d’esperienza e di qualità. Certe sconfitte sono utili se vengono viste sotto l’aspetto dell’esperienza, noi abbiamo una squadra molto giovane, e tutto questo serve per stimolare i ragazzi a fare bene e approcciare positivamente ogni gara in un campionato difficile com’è quello d’Eccellenza. Dopo un primo tempo non positivo – conclude il trainer dei tirrenici – nella ripresa abbiamo cambiato ritmo cercando di ritornare in partita, c’è stata la reazione della squadra e questo mi conforta per il futuro”.

Abbastanza rabbuiato a fine match anche il capitano e collaboratore tecnico, tattico e atletico del Rometta, Daniele Broccio, che non nasconde la propria amarezza: “Non abbiamo fatto nulla di quello provato in settimana, durante gli allenamenti, eravamo scollegati tra i vari reparti, dobbiamo metterci in testa che le vittorie si conquistano con l’aiuto del gruppo, in talune circostanze abbiamo preso delle scelte individuali e questo non va bene, noi siamo un gruppo e se i risultati fino a oggi sono venuti è per la compattezza di squadra che nella gara con gli acesi non si è vista”.

Broccio, centrocampista del Rometta

Broccio, centrocampista del Rometta

Intanto martedì pomeriggio, calcio d’inizio fissato per le ore 15, prenderà il via il campionato Juniores. I giovani del Rometta riceveranno al “Filari” l’Atletico Villafranca in un torneo dal quale la società tirrenica si aspetta tanto, in rosa infatti figurano elementi validi e di prospettiva, che cercheranno di riportare il sorriso in casa rossoblu dopo una domenica amara.

Commenta su Facebook

commenti