Dolci: “Prematuro parlare del futuro di D’Ambrosio. Incontreremo Portanova”

Giovanni Dolci, ds del Siena

 

Sei acquisti in pochi giorni. Il Siena sta preparando così l’esordio stagionale in Coppa Italia con il Messina. Definiti gli accordi con Tommaso Ghinassi, difensore, classe 1987, che ha disputato l’ultima stagione nelle fila del Prato, e Francesco Bordi, difensore diciannovenne, cresciuto nelle giovanili della Roma e del Milan, che ha firmato un contratto triennale. Accordi biennali, invece, con Ivan Rondanini, difensore del ‘95, cresciuto nelle giovanili del Milan e nella seconda parte dell’ultima stagione a Savona, Federico Gentile, centrocampista (‘85), nelle ultime due stagioni in forza alla Spal, dove è stato compagno del giallorosso Jacopo Ferri, Simone Guerri, centrocampista, ‘82, nell’ultima stagione punto di forza della Paganese, e Aniello Panariello, difensore, ‘88, che era ad Arezzo.

Dolci, ds del Siena

Giovanni Dolci, ds del Siena

Il direttore sportivo Giovanni Dolci ha però ancora tanto lavoro da fare. Tocca a lui, dunque, il punto della situazione, in attesa dei prossimi tesseramenti: “Naturalmente la rosa è in fase di costruzione. Siamo un cantiere aperto. Tra i 18 convocati vi erano soltanto sei professionisti e tanti giovani della “Berretti”. Qualcuno andrà in prestito in categorie inferiori. Agli elementi già sotto contratto stiamo, giorno dopo giorno, affiancando altri acquisti”.

L’esordio in Tim Cup si avvicina. Che Siena ci sarà domenica di fronte al Messina? “I sei acquisti sono stati formalizzati dopo il cambio di proprietà, ma con loro avevamo l’accordo già da giorni. Ci vuole rispetto per la Coppa Italia, la città di Siena e gli avversari. Cercheremo di tesserarne altri prima di domenica, anche per dare modo all’allenatore di lavorare al meglio. Siamo in ritiro da tre giorni, c’è tanto da fare”.

Daniele Portanova con la maglia del Siena

Daniele Portanova con la maglia del Siena

Sugli obiettivi stagionali, invece, Dolci evidenzia: “Cerchiamo stabilità, lavorando non soltanto a breve scadenza. Realisticamente vogliamo costruire una base solida, poi più in là penseremo al vertice. Stiamo lavorando in ottica futura, non a caso cinque dei nuovi acquisti hanno stipulato accordi pluriennali”.

Sarà una Lega Pro grandi firme, anche alla luce dei prossimi ripescaggi. Ancora incerta, però, la composizione dei tre raggruppamenti. “Siamo curiosi di vedere in che girone saremo. Ci sono piazze che evocano altre categorie. Già Siena-Messina ha grande blasone. Ci sono Parma, Venezia, Modena, Reggiana, Como e al Sud potrebbero aggiungersi Taranto e Reggina”.

Dario D'Ambrosio

Dario D’Ambrosio

Della vecchia guardia della squadra bianconera fanno parte alcuni elementi di spessore. Dolci ha chiarito sia la posizione di due ex giallorossi che di un obiettivo attuale di mercato della società di Stracuzzi: Mendicino era con me a Como, fece sette reti soltanto nel girone di ritorno. Silvestri è un calciatore del Siena, non credo andrà via. Dario D’Ambrosio? È prematuro parlare di un suo trasferimento al Messina. Finora, dove ha giocato, ha sempre dimostrato di fare molto bene. È un calciatore importante, vedremo cosa vorrà fare. Portanova? Ci siamo riservati di fare due chiacchiere con lui. Daniele sta cercando di ottenere il patentino di seconda categoria e quindi è a Coverciano con gli altri disoccupati”.

Nel curriculum di Dolci precedenti esperienze anche a Novara, Viareggio e Como: “Tutte le piazze ti lasciano qualcosa di significativo. Ovviamente i quattro anni a Como, con la recente promozione in B, mi hanno dato tanto, quindi sono molto legato a quella piazza”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com