Di Napoli: “Vittoria meritata nonostante l’affanno. Non so dove possiamo arrivare”

Arturo Di Napoli in conferenza stampa a BeneventoArturo Di Napoli in conferenza stampa a Benevento

C’è grande euforia in casa Messina dopo l’impresa centrata sul campo della Fidelis Andria, che vale anche il primato in classifica, assolutamente impronosticabile soltanto due mesi fa quando la squadra era tutta da allestire.

Un calcio piazzato affidato ai piedi di Dario Barraco

Barraco ha trovato la sua prima rete in giallorosso: avvio di stagione da incorniciare per lui

Ovviamente soddisfatto ai microfoni di Radio Amore il tecnico Arturo Di Napoli, che comunque analizza con onestà l’andamento della sfida con i pugliesi: “Nel primo tempo abbiamo fatto molto bene, nella ripresa con l’uomo in più tra paura e stanchezza la gestione della superiorità invece non è stata ottimale. Siamo andati un po’ in difficoltà”.

L’ex bomber milanese ha rimarcato anche il valore dell’avversario, che ha perso il primato di fronte al proprio pubblico: “Loro ci hanno creduto nonostante l’espulsione di Stendardo. Credo che poche squadre verranno qua a vincere. Siamo stati sottoposti a tanta pressione ma non abbiamo rischiato particolarmente”. 

Re Artù ha confermato la sua fama di incontentabile: “L’Andria è stata brava nel fare il proprio gioco. Ha adottato sempre lo stesso schema, non variando la tipologia di gioco nonostante la superiorità numerica. Noi siamo stati poco lucidi nelle ripartenze: sappiamo che dobbiamo migliorare, ma per il momento va bene così”.

Messina-Matera

Nella ripresa alcuni interventi provvidenziali di Berardi hanno consentito di blindare il risultato

I biancoazzurri hanno contestato sia il rigore concesso per l’atterramento di Tavares da parte di Stendardo che la mancata assegnazione di un presunto penalty a loro favore. Da Di Napoli nessun commento in merito: “Per principio non parlo mai delle decisioni arbitrali. Se hanno sbagliato qualcosa sicuramente lo fanno in buona fede. La vittoria è comunque meritata, al di là di un po’ di affanno nei secondi 45 minuti”.

Difficile adesso non esaltarsi per una classifica che legittima i sogni: “Sono punti importanti conquistati contro una diretta concorrente. L’obiettivo prioritario è la salvezza per il momento, poi sinceramente non so dire dove questa squadra possa arrivare. Di certo noi sia in casa che fuori cerchiamo sempre di fare risultato. Ci godiamo questa vittoria e da lunedì inizieremo a preparare la gara con la Lupa Castelli Romani”. Sfida in programma nella serata di sabato al San Filippo, dove è annunciata a questo punto una corposa cornice di pubblico.

Commenta su Facebook

commenti