Di Napoli: “Personalità e buon calcio, peccato per gli infortuni”

Catania-MessinaDi Napoli e Moriero

Raffaele Di Napoli è costretto a commentare, ai microfoni di Rai Sport, un ko amaro, soprattutto perchè maturato nel finale, dopo il momentaneo pareggio di Gustavo. Fino a quel momento ai punti perfino il pareggio sarebbe stato stretto al suo Messina: “E’ una sconfitta che fa molto male. Faccio comunque i complimenti ai miei ragazzi perché ancora una volta hanno mostrato personalità ed offerto un grande calcio. Non è mio costume giudicare l’arbitro, preferisco lodare i miei per la loro prova, il resto per me non conta niente”.

Catania-Messina

Il tabellone del “Massimino” dopo il pari di Gustavo (foto Furrer)

Ha lasciato infatti qualche perplessità il rigore concesso e trasformato da Calil. L’ex vice di “Re Artù” per la verità si rammarica anche per le defezioni in corso d’opera di Baccolo e Barilaro, costretti a lasciare il campo anzitempo: “Sono contento perché abbiamo giocato una buonissima partita e non era facile. Nel secondo tempo abbiamo subito degli infortuni purtroppo, che ci hanno condizionato. Peccato perché con l’1-1 avevamo dato un bel segnale ad un certo punto. Loro hanno osato di più perché sono nei bassifondi della classifica e devono salvarsi”.

Al di là del ko cocente, Di Napoli può ritenere il bicchiere mezzo pieno, dopo una prova così positiva al “Massimino”: “Abbiamo avuto un buon possesso palla e ci siamo mossi bene, proprio come avevamo provato in settimana. Abbiamo calciato poco in porta e nel calcio questo lo paghi. Tavares ha effettuato un grande lavoro di sponda, come gli avevamo chiesto”.

La palla in rete dopo il colpo di testa di Gustavo

La palla in rete dopo il colpo di testa di Gustavo (foto Furrer)

Con undici punti di margine sulla quintultima a sei giornate dal termine, per la salvezza matematica manca ormai davvero poco: “Adesso dobbiamo ricaricare le pile perché nell’ultimo periodo i ragazzi hanno fatto un grandissimo sforzo. Sono encomiabili per come si allenano, al di là delle difficoltà. Cercheremo di ottenere il massimo: dopo le feste ripartiremo alla grande. Ci piace lavorare, senza perdere mai la nostra umiltà. Auguro a tutti i tifosi una Buona Pasqua e faccio l’in bocca al lupo al Catania per il suo campionato”.

Commenta su Facebook

commenti