Curiale: “Il Messina ha entusiasmo e la miglior difesa. Dobbiamo batterli”

L'attaccante del Lecce Davis CurialeL'attaccante del Lecce Davis Curiale

Ad Agrigento l’attaccante italo-tedesco del Lecce Davis Curiale, originario di Colonia, si è finalmente sbloccato: “Dopo un periodo difficile a livello personale, il gol con l’Akragas ha rappresentato una liberazione per me, l’ambiente ed i compagni, che mi sono stati vicini. In più è arrivata una grande vittoria. Sapevo comunque che la rete sarebbe arrivata ed è stato così. Ci sono state un po’ di voci sul mio conto, ma posso assicurare che non sono vere. A me non piace lasciare brutti ricordi nelle piazze dove ho giocato, voglio dimostrare chi sono. A Lecce mi trovo bene, i tifosi non si discutono e se siamo tutti uniti possiamo fare un ottimo campionato. Spero di ricambiare la stima e la fiducia che stanno dimostrando nei miei confronti”.

Un primo piano dell'attaccante leccese Davis Curiale

Un primo piano dell’attaccante leccese Davis Curiale

Il 27enne è consapevole che la gara con il Messina, rivelazione del torneo, nasconde mille insidie: “Sarà difficile, anche perché queste partite in casa facciamo fatica a sbloccarle ed a chiuderle. Spesso gli avversari arretrano e lasciano pochi spazi. Loro hanno peraltro la migliore retroguardia ed un grande entusiasmo per una stagione esaltante. Con l’aiuto del pubblico proveremo a sfondare il loro muro difensivo”.

Curiale è reduce da un positivo biennio in B, dove ha realizzato 13 marcature con le maglie di Frosinone e Trapani. Con i ciociari in precedenza anche 18 reti in C. Numeri che fin qui non è riuscito a replicare: “Il campionato è ancora lungo e credo che nel girone di ritorno le squadre cosiddette piccole, magari, avranno bisogno di punti e giocheranno in maniera più aperta e, forse, diventerà più facile fare gol ed ottenere vittorie. La mia speranza è quella di confermarmi sui livelli realizzativi degli ultimi due anni e di segnare gol pesanti per il Lecce”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti