Costantino: “La Coppa toglie energie ma ci godiamo vittoria e rientro di Melillo”

MelilloSi è rivisto Melillo (foto Giovanni Chillemi)

Il tecnico del Fc Messina Massimo Costantino può celebrare il terzo successo ottenuto in Coppa. Una manifestazione impegnativa, ma per l’ex Vigor Lamezia “ci sono dei lati negativi ma anche tantissimi positivi. Toglie energie mentali e fisiche, però vincere è sempre bello e aiuta a vincere, come arrivare ai sedicesimi, conquistare sul campo la qualificazione, vincere la prima gara in casa, non subire reti, schierare sei under dall’inizio, dare spazio a tanti giovanissimi, come Puleo e Santapaola”.

Il primo obiettivo resta il campionato e Marchetti e compagni dovranno dimenticare in fretta la prima battuta d’arresto stagionale subito con il Corigliano: “Ce la lasciamo subito alle spalle. Dobbiamo arrivare carichi alla prossima partita, riproponendo quanto visto con la Cittanovese. Ci saranno partite che sbloccheremo al novantesimo o magari neppure ci riusciremo e le perderemo. Però dobbiamo giocare con lo spirito che ci ha contraddistinto fino ad oggi. Dobbiamo essere vivi, frizzanti, occupare bene gli spazi”.

Giuffrida e Arena

Capitan Giuffrida e il presidente Arena (foto Giovanni Chillemi)

L’allenatore peloritano ha potuto lanciare giovani fin qui meno impiegati, come Oliva, Miele o Pini: “Abbiamo avuto la possibilità di vedere all’opera ragazzi che sulla carta giocano meno ma sono molto validi e lo hanno dimostrato. Non dimentichiamo che eravamo privi di Giuffrida, Carbonaro, Quitadamo e Dambros, in attesa degli ultimi tesseramenti previsti”. Un riferimento a Coria, Kamara e Kellian, in attesa di transfer e autorizzazioni.

In tal senso, ha dimenticato una volta per tutte il traumatico esordio di Palmi, con infortunio, il centrocampista argentino Melillo. “Ci conforta il rientro di Ezequiel – ammette Costantino –. Deve lavorare tanto, perché è indietro a livello di condizione ma averlo con noi è importante: è un bravo ragazzo e un ottimo calciatore, sarà un’arma in più”.

Brunetti

Brunetti in progressione per la fascia (foto Giovanni Chillemi)

Il test in programma domenica è molto insidioso, sul campo di una formazione che all’attivo ha due punti in più dei peloritani: “Il Biancavilla ha dimostrato sul campo il proprio valore, non soltanto perché ha eliminato il Palermo in Coppa. Esprime un buon calcio, soprattutto sul proprio terreno di gioco. Sa quello che vuole e ha grandissima qualità. Dobbiamo stare molto attenti, essere determinati e concentrati per uscire dal campo con dei punti”.

Commenta su Facebook

commenti