Costantino: “In campo per provarci. Aladje fa progressi ma non ci sarà”

MelilloUna conclusione al volo dell'argentino Melillo (foto Giovanni Chillemi)

Il Fc Messina è atteso da un test severissimo, sul campo del Savoia, distante appena un punto dalla piazza d’onore alle spalle del Palermo capolista e fin qui sempre vittorioso di fronte al suo caloroso pubblico. Il tecnico Massimo Costantino spera che la sua squadra possa confermare i progressi dell’ultima uscita casalinga.

“Mi auguro sia una bella partita – ha sottolineato dopo la rifinitura svolta in Calabria, a Lamezia -. Dobbiamo cercare di fare punti, anche se siamo consapevoli della forza dell’avversario. Abbiamo già affrontato formazioni quotate, come Palermo e Giugliano, dimostrando di potere mettere in difficoltà chiunque. Sappiamo di potercela giocare, anche se il Savoia merita il massimo rispetto”.

Giuffrida

Il saluto tra i capitani Liccardo e Giuffrida (foto Giovanni Chillemi)

L’infermeria non si è ancora svuotata: “Purtroppo Dambros e Alessandro Marchetti non sono pronti e non sono quindi tra i convocati. Le loro condizioni sono migliorate tantissimo. Lucas è guarito clinicamente, si sta allenando e rimettendo a posto anche se ancora non è tornato a giocare le partitelle con i compagni e quindi non lo potremo schierare. Marchetti verrà valutato lunedì dallo staff medico. Anche Aladje sta meglio ma dopo tre settimane di cure non credo che lo vedremo in campo a Torre Annunziata. È normale che abbia bisogno di tempo per recuperare appieno”.

Dopo avere superato Palmese, Marina di Ragusa e Cittanovese, Carbonaro e compagni sfideranno poi mercoledì l’Acireale in Coppa Italia: “Probabilmente, come è già accaduto in passato, daremo la possibilità a qualche ragazzo di mettersi in mostra e dare una mano alla squadra, contro un avversario importante come l’Acireale. Scenderemo in campo per passare il turno. Ben vengano queste partite: siamo contenti che queste gare ci siano, ce le siamo meritate superando il turno. Abbiamo giovani bravi e non è quindi un grande problema un calendario così fitto”. 

Commenta su Facebook

commenti