La Costa d’Orlando “romba” sull’Alfa Catania ed ipoteca la promozione in C Regionale

ASD Costa d'Orlando

Un deciso passo per verso la Serie C Regionale lo compie la Costa d’Orlando che letteralmente “asfalta” per 89-57  l’Alfa Catania, prima classificata nel Sottogirone A, nella finale di andata della doppia sfida che vedrà il ritorno sabato prossimo, 12 aprile, alla palestra “Leonardo Da Vinci” nel capoluogo etneo.

Logo ASD Costa d'Orlando

Logo ASD Costa d’Orlando

Una grande prova della squadra allenata da coach Peppe Condello che con  una prestazione corale e di carattere ribaltano in proprio favore i pronostici della vigilia e con uno scarto favorevole di ben 32 punti ipotecano la promozione dalla Serie D Regionale nel loro primo anno di attività agonistica.

Al “PalaValenti” clima caldo e spalti colmi, e buona partenza dei paladini a cui rispondono gli atleti ospiti di coach Di Masi che trovano anche un provvisorio sorpasso. La Costa d’Orlando ha però determinazione da vendere e con una difesa forte blocca le opzioni offensive degli avversari che si disuniscono e vengono travolti dalle giocate di capitan AntinoriPizzuto e Urso.

Nel pitturato poi domina un rigenerato Nino Scarlata che diventa un fattore determinante per l’allungo con uno sorprendente primo parziale che si chiude sul 33-12. Sia per lo sforzo profuso, sia perché l’iniziativa nel successivo periodo passa all’Alfa, i ritmi calano sensibilmente e serpeggia un prevedibile nervosismo innescato da una direzione di gara molto personale e contraddittoria tra falli e tecnici, con le squadre che rientrano negli spogliatoi per l’intervallo lungo sul 50-29.

Festeggiamenti post gara in casa Costa d'Orlando

Festeggiamenti post gara in casa Costa d’Orlando

Il copione si ripropone anche al rientro in campo, la Costa d’Orlando può attendere in difesa e provare a colpire in contropiede. Il gioco dell’Alfa rimane ancorato sulle giocate dell’asse Saccà-Pennisi che nel finale di terzo periodo hanno un sussulto d’orgoglio nel limitare il pesante passivo alla fine del terzo periodo che si chiude sul +20 (64-44) per i biancorossi.

In avvio dell’ultimo i giovani locali Arto e Crisà firmano un break di 10-0 che è una mazzata taglia gambe agli ospiti che cedono mentalmente e non trovano il canestro per quasi sei minuti ininterrotti. La reazione ospite è tanto modesta che senza grandi fatica i ragazzi del presidente Mauro Giuffrè tornano a guadagnarsi la ribalta e chiudendo in grande controllo ed una tripla finale di Merendino per l’89-57.

Appuntamento per il ritorno fissato sabato prossimo per quella che sarà poco più di una formalità per i ragazzi di coach Condello che, di certo, non sottovaluteranno l’avversario e punteranno a centrare la sospirata promozione prefissata ad inizio stagione dalla ambiziosa società di Capo d’Orlando.

Mauro Giuffré con Peppone Condello

Mauro Giuffré con Peppone Condello

Tabellino:

Asd Costa d’Orlando-Alfa Catania 89-57

Parziali: 33-12, 17-17, 14-15, 25-13;

Asd Costa d’Orlando: Micale, Scarlata 28, Urso 13, Mondello 2, Pizzuto 10, Niang, Crisà 13, Merendino 5, Strati, Antinori 11, Arto 7. All. G. Condello 

Alfa Catania: Signorello n. e., Di Masi 4, Valenti, Cavallari 4, Saccà 23, Marino 5, Giarlotta, Randazzo n. e., Pietrolino, Licciardello, Puleio 2, Pennisi 19. All. D. Di Masi 

Arbitri: Carlo Garofalo  di Porto Empedocle (AG) e Salvatore Panno di Piazza Armerina (EN).

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti