Coppa Italia, tra Galatea e Ssd Unime in palio il pass per Torre Santa Susanna

Ssd UnimeL'Ssd Unime di hockey a colloquio con lo staff tecnico

Severissimo l’impegno che spetterà nella finale regionale di Coppa Italia alla Ssd Unime, già comunque ampiamente soddisfatta per aver ottenuto l’accesso a questo nuovo match grazie alla vittoria ottenuta contro la GS Raccomandata Giardini per 2 a 1 nel primo turno preliminare. Adesso però si affronterà la formazione del presidente Scalisi, costruita per fare quanto più bene possibile in questa stagione, Coppa compresa. Una squadra che non può certamente nascondere le proprie ambizioni di riportare la Catania hockeystica dove merita, con una rosa completa in ogni reparto, forte della coppia ugandese Timthy Ntumba e Asharaf Tumwesigye, fortemente voluta dal tecnico Francesco Richichi e già integrata positivamente con i loro nuovi compagni.

Ssd Unime

Secondo impegno per l’Ssd Unime di hockey

La squadra etnea arriva alla finale contro i peloritani dopo aver ottenuto due nette affermazioni prima contro la PGS Don Bosco per 5 a 2 e sbancando il Colajanni di Ragusa contro la locale HCR con il risultato di 3 a 2 ma sfoderando una prestazione più che positiva contro un Ragusa che come lo scorso anno esce dal torneo di Coppa al primo turno ma che sicuramente in campionato sarà l’avversaria principale proprio degli etnei. Nel team messinese si  è consapevoli delle difficoltà della partita che domenica si giocherà al Dusmet contro un avversario che vorrà fare bella figura davanti al suo pubblico per ottenere il pass che la porterebbe la settimana successiva al Round 2, nel triangolare che si disputerà  a Torre Santa Susanna (Brindisi) in Puglia dove ad attendere la vincente tra Galatea e Ssd Unime ci sono già qualificate due tra le migliori squadre del campionato di A2 che si stanno ben comportando in questo avvio di stagione, la squadra locale dell’Olimpia Torre e che quindi oltre a giocare sul proprio campo avrà il sostegno del pubblico di casa, e gli etnei della Polisportiva Valverde. La vincente approderà al terzo turno nazionale.

Cus Unime Hockey

Il responsabile dell’area tecnica dell’Ssd Unime Giacomo Spignolo

Giacomo Spignolo, responsabile dell’area tecnica messinese, non si fa illusioni: “Contro il Galatea si profila obiettivamente una partita difficilissima per noi. Dovremo essere bravi a non commettere errori, perché dall’altra parte ci sono giocatori che sanno approfittare di ogni leggerezza. Blandini, Giuffrida, Raciti e Alecci sono atleti abituati a ben altri campionati per i loro trascorsi in A1 e A2. Per noi sarà una gara da Davide contro Golia. Mi auguro che i nostri ragazzi abbiano ancora voglia di far parlare di sé, magari riuscendo a impensierire in qualche occasione Alessandro Anselmi, il bravissimo portiere etneo prelevato dal Ragusa. Dopo aver raggiunto questa finale, ovvero il primo obiettivo stagionale, potremmo anche ritenerci soddisfatti in vista del campionato di serie B che scatterà il prossimo 31 ottobre, ma conoscendo tecnico e atleti sicuramente non faremo le vittime sacrificali al Dusmet, per rispetto della società e della maglia che rappresentiamo, ma in primis a noi stessi. Da queste gare possiamo capire chi siamo e dove possiamo arrivare, in una stagione per noi con tantissime incognite”.

Ssd Unime

Gerardo Ragonese in versione giocatore

Anche Jerry Ragonese, felice chiaramente del successo contro il Giardini, si esprime con i medesimi concetti: “Sappiamo che sarà difficilissimo, ma sono fiducioso. In settimana ci siamo allenati bene e vedo tutti sul pezzo, giovani compresi. Da una gara come questa non abbiamo nulla da perdere: scenderemo al Dusmet per fare la nostra gara, poi sarà il campo a dire tutto il resto. Una cosa è certa: la Ssd Unime non snaturerà il suo gioco e non ergerà barricate, come del resto è nella mia filosofia. Tuttavia si cercherà di non concedere spazi agli avversari in mezzo al campo, punto di forza del team etneo”.

Nessun problema di formazione, anzi due pedine in più tra i convocati in casa Unime: Luca Provenzale (finalmente all’esordio) ed Emanuele De Gregorio, assenti contro i giardinesi. Quindi solo problemi di abbondanza anche se difficilmente Ragonese, almeno inizialmente, modificherà gli undici che hanno superato brillantemente il turno precedente. Questi i 18 atleti convocati: Raffa, Spignolo, Romano, Siracusa, Cardella, Espoito, Suresch Yadev, Rinaldi, Ficarra, Malluzzo, Arena, Auditore, Visalli, De Gregorio, Provenzale, La Maestra, Puleo, Pinizzotto.