Concluso il sopralluogo allo stadio. Commissione a tappe… per il coronavirus

Lega ProPalloncini in volo. Un'immagine d'archivio del "Franco Scoglio"

Si è conclusa alle 14 la lunga seduta della Commissione provinciale di Vigilanza, che dalle 9 alle 11.30 ha visto i propri tecnici al “Franco Scoglio” per un nuovo sopralluogo finalizzato alla conferma della licenza di pubblico spettacolo e quindi dell’agibilità concessa a inizio anno all’Acr Messina.

Oltre alle criticità contestate alla vigilia, legate all’impianto di rilevazione fumi in Curva Sud e all’Ups, quindi al doppio gruppo elettrogeno di cui deve essere dotato lo stadio (uno operativo, l’altro di riserva), nel corso della mattinata sarebbero state avanzate altre contestazioni nei confronti del club concessionario.

stadio San Filippo

Alcune vetrate che separano gli spalti dal campo

La Commissione ha documentato infatti la presenza di alcune vetrate danneggiate, che andranno sostituite. Discorso simile per alcune porte nei locali interni, risultate non più funzionati. Contestata infine l’insufficiente pulizia dei locali interni dello stadio. Il verbale conclusivo della Commissione sarà notificato via Pec alle parti.

La Commissione una volta riunita a porte chiuse ha fatto entrare separatamente il Comune e i due club. Una precauzione imposta dall’emergenza coronavirus, con i presenti chiamati a rispettare anche la distanza di almeno un metro imposta dal recente decreto governativo, volto a limitare gli eventuali contagi.

pannelli a led

I pannelli a led che erano stati collocati al “Franco Scoglio”

Palazzo Zanca era rappresentato dall’esperto del sindaco Antonio D’Arrigo, dall’assessore allo sport Giuseppe Scattareggia e dal dirigente del Dipartimento manutenzione impianti sportivi Orazio Scandurra.

Per l’Acr era presente il tecnico manutentore Salvatore Cannistraci, per il Fc il consigliere di amministrazione Francesco Mento. È stata approfondita anche la questione legata ai pannelli a led, installati nelle scorse settimane dalla società presieduta da Rocco Arena e subito disattivati dopo l’esposto dell’Acr.

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva