Cocuzza illude un bel Messina, Prisco lo raggiunge. Con l’Ercolanese finisce 1-1

MessinaL'esultanza dei calciatori del Messina dopo il gol di Cocuzza

I peloritani offrono una delle migliori prestazioni della stagione, ma mancano il terzo successo consecutivo. L’attaccante palermitano dal dischetto trasforma il rigore procurato da Mascari. In avvio di ripresa campani in dieci per il doppio giallo ad El Ouazni ma dopo il rosso rimediato anche da Bruno matura il pareggio dei locali.

tifosi Messina

Lo splendido colpo d’occhio offerto dai tifosi del Messina ad Ercolano

Il pre-partita. Il Messina, rigenerato dai successi con Palazzolo in trasferta ed Igea Virtus di fronte al suo pubblico, affronta l’Ercolanese terza in graduatoria. I campani sono stati la rivelazione d’inizio stagione, con i successi su Nocerina, Gela ed Acireale, ma hanno raccolto appena cinque punti nelle ultime cinque giornate. Pezzella e Polito le uniche due novità nell’undici titolare ospite: Modica rilancia l’argentino al posto dell’infortunato Migliorini e preferisce l’esterno campano al corregionale Cozzolino.

La cronaca. Le iniziali fasi di studio sono caratterizzate anche da tre corner, due a favore dei locali, che comunque non sortiscono particolari effetti. Al 12’ la prima vera emozione: Lia serve bene Lavrendi, che dal centro dell’area calcia di potenza alto sulla traversa. Molto positivo l’approccio sulla corsia destra dell’ex Leonzio e del solito Rosafio. Tre minuti dopo ci prova anche Mascari, servito da Maiorano, ma la conclusione non è irresistibile e Mascolo blocca senza troppi assilli.

Cocuzza

Il rigore procurato da Mascari e trasformato da Cocuzza

Al 20’ Mascari, steso in area da Pastore, conquista un penalty. Dal dischetto va Cocuzza, nonostante il precedente errore di Palazzolo. L’attaccante palermitano si fa perdonare con gli interessi: spiazza il portiere avversario e porta in vantaggio i suoi. Al 34’ Meo, ammonito in precedenza per una perdita di tempo, blocca l’insidioso colpo di testa di Pastore. Sul fronte opposto Rosafio sfiora il raddoppio, impegnando Mascolo da posizione defilata. Al 39’ si vedono finalmente i locali: Costantino stacca ma per poco non inquadra i pali, palla alta sulla traversa. Squadre al riposo sullo 0-1. Vantaggio meritato per un Messina che ha cambiato volto rispetto ad inizio stagione.

Ercolano

L’undici titolare del Messina ad Ercolano

In avvio di ripresa l’Ercolanese centra la traversa ma per il direttore di gara c’è un tocco di mani di El Ouazni, che rimedia così il secondo giallo e lascia i suoi compagni in dieci. L’Ercolanese si fa comunque preferire rispetto a quella vista nel primo tempo. Al 13’ Rosafio viene beffato da un raggio di sole e per poco fallisce l’impatto con il pallone sugli sviluppi di un corner. Al 21’ ci prova Maiorano dalla distanza, l’estremo difensore campano blocca con qualche difficoltà. Al 25’ ingenuità di Bruno, che rimedia la seconda espulsione stagionale, la prima per doppio giallo. Il rosso costa carissimo ai peloritani: sulla conseguente punizione arriva infatti il pari di Prisco. Premiato il forcing dei campani, che hanno cambiato volto alla squadra anche grazie ai quattro cambi.

Solaro

Il calcio d’inizio della sfida del “Solaro” di Ercolano

A parità numerica ristabilita, Modica preferisce rinunciare a Cocuzza: Colombini rimpiazza Bruno al centro della retroguardia. Al 31’ si rivedono gli ospiti: Lavrendi non riesce a finalizzare una bella manovra offensiva. Davvero consistente il forcing degli ospiti, che  ci provano ancora con Lavrendi e poi con Rosafio, la cui conclusione viene ribattuta. Al 39’ proprio l’italo-svizzero supera Mascolo e poi cade in area: proteste vibranti degli ospiti, che chiedono invano un altro calcio di rigore. Nell’occasione viene allontanato dalla panchina Bucca, su segnalazione del guardalinee. Sull’angolo conseguente Manetta non inquadra lo specchio. Al 44′ arriva il secondo avvicendamento tra gli ospiti: Mariani rimpiazza Maiorano. Vengono assegnati cinque minuti di recupero, ma il punteggio non cambia. Per l’ACR un pari prezioso, anche se resta il rammarico per il vantaggio non amministrato e cresce la rabbia per un avvio di stagione al di sotto delle potenzialità e delle aspettative, che ha relegato il Messina sul fondo.

Cocuzza

Non è bastata la seconda marcatura consecutiva di Cocuzza

Il tabellino. Ercolanese-Messina 1-1 
Marcatori: al 21’ pt Cocuzza (M) su rigore, al 26’ st Prisco (E).
Ercolanese: Mascolo (98), Rossi (97), Esposito (99; 19’ st Fusco – ‘99), Costantino, Pastore, Pozziello (19’ st Giacobbe), Arciello (‘98; 1’ st Rekik – ‘99), Fontana (1’ st Prisco), El Ouazni, Vitiello, Tedesco (Varchetta). A disposizione: Buoninconti (99), Todisco (98), Platone, Minopoli (98). Allenatore: Squillante.
Messina: Meo (00), Lia (97), Polito (99), Pezzella, Manetta, Bruno, Rosafio, Maiorano, Mascari (99), Cocuzza (28’ st Colombini), Lavrendi. A disposizione: Gagliardini, Bucca (98), Cozzolino (98), Bossa (98), Mariani, Bonadio (97), Carini (99), Ragosta. Allenatore: Modica.
Arbitro: Galipó di Firenze. Assistenti: Dell’Orco di Policoro e Signore di Venosa.
Note – Espulsi al 2’ st El Ouazni (E) e al 25’ st Bruno (M) per doppia ammonizione. Allontanato al 40’ st Bucca (M) dalla panchina per proteste. Ammoniti: El Ouazni (E), Pastone (E), Meo (M), Polito (M), Bruno (M). Angoli: 8-4. Recupero: 1’ pt e 5′ st. Un centinaio i sostenitori provenienti da Messina.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com