Coach Staiti: “Sono felicissimo di questa chiamata e non vedo l’ora di cominciare”

Mister Pippo Staiti nella locandina di presentazione pubblicata sulla pagina facebook della Stefanese Volley

Dopo il ripescaggio in Serie B2, la Nigithor Volley di Santo Stefano di Camastra affida la guida tecnica della squadra a mister Pippo Staiti.

Finchiara Santa Teresa

Il tecnico della Nigithor Volley Pippo Staiti

Il tecnico peloritano (classe 1980), inizia la sua carriera da allenatore nel 2008/09 con la Zanclon Messina conquistando due promozioni, tre titoli provinciali giovanili e due finali regionali. Nel 2012/13 con la Peloro Volley Messina ottiene la promozione in Serie C, mentre nel 2014/15 è protagonista a Letojanni del salto in B2 e la vittoria della Coppa Sicilia. Dal 2015/16  si dedica al femminile ricoprendo il ruolo di vice allenatore e responsabile del settore giovanile a Santa Teresa dove contribuisce alla storica promozione in serie A della stagione 2017-18. Lo scorso anno, sempre a Santa Teresa, dopo vari cambi tecnici, porta alla salvezza la compagine di Serie B1. In questa nuova avventura, la dirigenza arancionero gli ha affidato anche il ruolo di direttore tecnico del settore giovanile e scolastico.

Circa la sua nuova avventura il neo-tecnico della Nigithor ha dichiarato: “Sono felicissimo della chiamata e non vedo l’ora di cominciare. Per me sarà un nuova esperienza il campionato di B2, dove ci presenteremo con grande umiltà ma senza paura. La società ha lavorato bene confermando il blocco dello scorso anno, che ho già avuto modo di apprezzare al lavoro, e condividendo con me i nuovi arrivi. Non posso che essere contento di questo roster che ci permette di avere più soluzioni per ogni ruolo. Altrettanto impegno dovremo mettere nell’organizzazione dei campionati giovanili e nella partecipazione ai campionati di divisione con i gruppi che mi piacerebbe seguire direttamente cosi da poter dare continuità tecnica ed organizzativa con la prima squadra”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti