Città, Viola: “Sconfitta pesante, però non dobbiamo mollare la presa”

Franco ViolaLe indicazioni di Franco Viola dalla panchina (foto Nino La Macchia)

La sconfitta interna subita contro il Marsala ha fatto malissimo al Città di Messina, adesso terz’ultimo nel girone I con ventotto punti. L’ennesimo ko amaro, commentato così dal tecnico dei peloritani Franco Viola: “Abbiamo subìto una dura sconfitta. Non stiamo riuscendo a vincere una gara e questo non può che farci rammaricare. Ci siamo confrontati con una squadra solida che quest’anno sta facendo davvero bene e che con due episodi ha saputo portare il risultato a casa. Fino al loro gol il nostro atteggiamento è stato molto buono, dopo questo purtroppo abbiamo perso un po’ il controllo della sfida. Ci abbiamo creduto fino alla fine ma non è bastato”.

Franco Viola

Franco Viola ha raccolto soltanto un punto in tre gare da quando allena il Città di Messina

“Non penso che la mia squadra abbia sofferto così tanto la pressione avversaria. A tratti abbiamo giocato anche bene – ha aggiunto l’ex allenatore del Rende –  però ultimamente ci gira tutto storto. Purtroppo non è sempre facile recuperare un doppio svantaggio, specialmente se ti trovi davanti un’avversaria molto preparata come il Marsala. Non mi aspettavo un rendimento così basso, cercheremo di migliorare in vista di queste ultime sei gare”.

Città di Messina

Il Città di Messina vede sempre più lontana la salvezza diretta (foto Marco Familiari)

E sull’impegno in programma domenica prossima a Cittanova, Viola ha aggiunto: “La gara con la Cittanovese sarà abbastanza complicata. Stiamo parlando di una squadra in forma, difficile da colpire soprattutto in casa. Nonostante ciò c’è da dire che ormai ogni gara sarà difficile, dunque dovremmo impegnarci al massimo per raccogliere più punti possibili. Non dobbiamo smettere di credere i noi stessi. Pochi gol? Dobbiamo tirare di più in porta, altrimenti sarà sempre più difficile”.

The following two tabs change content below.
Filippo D'Angelo

Filippo D'Angelo

Passione sfrenata per il calcio ed il giornalismo. Sogna di diventare telecronista sportivo e nel frattempo è voce di un programma radio e firma di più testate online

Commenta su Facebook

commenti