Il Milazzo forza quattro atteso dal big-match. Nastasi: “Gruppo determinante”

NastasiIl tecnico del Milazzo Giuseppe Nastasi

Quarta vittoria consecutiva per il Milazzo, che nell’ultimo incontro si è imposto in rimonta, di misura (1-2), sul Gioiosa. Tanta soddisfazione per i mamertini, che si sono rilanciati in zona play-off dopo un inizio non proprio semplice, come confermato dalle parole del tecnico Giuseppe Nastasi: “Sicuramente nelle prime partite abbiamo pagato il fatto di avere un rosa composta da ragazzi che praticamente non avevano mai giocato insieme. La chiave di lettura di queste ultime partite è il gruppo. Abbiamo vinto incontri che potevano sembrare facili sulla carta ma che in realtà si sono rivelati insidiosi. Abbiamo fatto i conti anche con assenze importanti, ma sono soddisfatto di chi è andato in campo. Chi è stato chiamato in causa ha dato sempre il massimo, sono orgoglioso di tutti”. 

Milazzo

Il Milazzo ha ottenuto la quarta vittoria di fila rilanciandosi in zona play-off (foto Nino La Rosa)

Il tecnico rossoblù si è poi soffermato sul prossimo impegno che attende i mamertini, che sabato prossimo ospiteranno al Marco Salmeri il RoccAcquedolcese. Entrambe sono appaiate a quota 14, a due lunghezze dalla vetta occupata dal Pro Mende: “Ragioniamo di partita in partita ma sarà stimolante confrontarci con una grande squadra. Sarà importante dare seguito alle ultime prestazioni, ma non credo che sarà un incontro decisivo per le sorti della stagione. Ci saranno in palio i tre punti, ma ne mancano ancora sessanta da conquistare”. 

Nastasi ha stilato per noi un personale borsino delle squadre maggiormente accreditate per la vittoria del girone B: “Secondo me il RoccAcquedolcese e la Torrenovese lotteranno fino alla fine ma non bisogna sottovalutare la Pro Mende. Parliamo di una squadra quadrata, che è in testa alla classifica e che abbiamo anche incontrato in Coppa Italia. Non tralascerei neanche la Messana, che è un po’ attardata ma ne verrà fuori. Tuttavia non ci piace concentrarci sulla classifica, preferisco guardare di partita in partita”.

The following two tabs change content below.

Filippo D'Angelo

Passione sfrenata per il calcio ed il giornalismo. Sogna di diventare telecronista sportivo e nel frattempo è voce di un programma radio e firma di più testate online