Città, Furnari: “Squadra giovane? La società ne è entusiasta. Restiamo sul mercato”

Giuseppe FurnariGiuseppe Furnari riconfermato sulla panchina del Città di Messina

https://www.facebook.com/messinasportiva/videos/1761646920620522/

Giuseppe Furnari prepara il proprio esordio in Serie D. Si avvicina infatti quella che, per il tecnico autore del primo posto in Eccellenza della scorsa stagione, sarà la prima stagione in quarta serie da allenatore. Ed Antillo è la cornice ideale per attendere il via al torneo: “Abbiamo avuto giorni di caldo asfissiante. Si sta meglio dopo che il sole si abbassa e finisce dietro la collina così abbiamo un po’ di ombra. Qui – dice – c’è grande calma e tranquillità, ringraziamo l’amministrazione comunale che ci ha messo a disposizione un impianto in cui poterci allenare serenamente”.

Città di Messina

Il Città di Messina al gran completo ad Antillo

Le regole della nuova categoria hanno imposto numerosi interventi sul mercato, che restituiscono a Furnari una squadra ancor più giovane e, quanto agli over, più internazionale: “Ce la metteremo tutta, affronteremo una partita per volta puntando al massimo. La squadra giovane – afferma – la impongono i regolamenti e la mentalità della società, lì dove non abbiamo potuto intervenire con giocatori provenienti dal nostro territorio abbiamo ovviato allargando i nostri orizzonti. Così ecco arrivato il difensore brasiliano e un attaccante argentino“.

Lo Re e Galesio

Maurizio Lo Re e Luis Fabiàn Galesio, che si è legato al Città di Messina

E mister Furnari torna già alla lavagna per anticipare tutte le novità sul suo scacchiere tattico:Portovenero lo conosciamo, è un attaccante esterno e seconda punta molto rapido, gli piace puntare l’uomo. Cannino – commenta l’allenatore giallorosso – ha giocato a Castelbuono, ragazzo molto duttile che può giocare sia a destra che a sinistra, mi piace molto. Nicosia a Paternò lo scorso anno è entrato in nomination, insieme a Cardia, come miglior centrocampista del campionato, anche lui un 2000 molto duttile tatticamente. Crucitti è un giocatore che fa tutte le fasi sulla fascia, adatto al 3-5-2. Trevizan e Galesio aumenteranno l’esperienza nella rosa”.

Lo stesso calciomercato potrebbe non essere ancora chiuso, secondo le valutazioni che precedono la fine del ritiro: “Stiamo valutando l’ipotesi di prendere una seconda punta. C’è Di Giacomo che mi sta impressionando e forse serve anche un difensore centrale under. Partiremo con una difesa a 3 – anticipa – poi valuteremo se in attacco giocheremo a due e quindi con centrocampo a 5, ma ci sono altre soluzioni come un centrocampo a 4 ed un attacco a 3. La difesa 3 però resta il nostro punto di partenza.

Città di Messina

Il Città di Messina torna in Serie D a quattro stagioni dall’ultima apparizione

Ma dal campo Furnari osserva anche i movimenti dei competitor: “Il Castrovillari sta facendo bene, le campane hanno tutte squadre competitive ma anche in Sicilia si muove qualcosa, ad esempio l’Acireale sta venendo su bene. La Palmese ha preso Gambuzza che è un difensore di categoria. Noi non possiamo sottovalutare nessuno, dovremo affrontare ogni partita come se fosse una finale”. Ed anche il club della famiglia Lo Re attende il derby con l’ACR. Probabilmente come tutti gli sportivi della città: “Sarà una partita strana. Io mi auguro che il Messina venga ripescato, perché questa città merita di stare tra i professionisti – afferma – . Se così non sarà siamo tutti curiosi di affrontare questo derby. Tutti siamo cresciuti con l’ACR Messina davanti agli occhi e nel cuore, sarà interessante vedere come l’affronteremo.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti