Cinelli: “Mi aspettavo un altro Benevento ma saremo pronti per i play-off”

BeneventoEsordio per mister Cinelli, che succede a Brini

Non è stato un esordio memorabile quello di Daniele Cinelli sulla panchina del Benevento, che si conferma formazione in flessione a dispetto di una classifica che nei gironi A o B avrebbe consentito di conquistare il primo posto e l’agognata promozione tra i cadetti: “Ci aspettavamo di vincere, questo è fuori dubbio. Purtroppo i tre punti non sono arrivati e siamo consapevoli dei motivi per cui la squadra non sta rispondendo. Era preventivabile una prestazione non all’altezza”.

Benevento

Il Benevento si carica in stile rugbystico prima del via

L’ex tecnico delle giovanili campane, affiancato in questa nuova avventura dall’argentino Landaida, ha predisposto infatti un cambio di modulo in corsa, con il 3-5-2 preferito almeno inizialmente al tradizionale 4-4-2: “Tutta la settimana abbiamo provato un sistema di gioco ma considerato che abbiamo trovato difficoltà nelle uscite dei tre difensori e dei tre centrocampisti abbiamo deciso di inserire Campagnacci e Melara per dare più profondità. Siamo andati un po’ in difficoltà perché non abbiamo allargato il gioco, dobbiamo lavorarci meglio. Abbiamo avuto un calo fisico e mentale ma non possiamo mettere in discussione la qualità di questo gruppo”.

Contro il Messina sono mancate determinazione e carattere: “In questo momento siamo poco cattivi, ma questa resta una grande squadra; lo dimostrano i numeri. In questo momento proviamo determinate cose e non ci riescono. Sbagliamo gol che qualche mese fa potevamo realizzare, ma per quanto riguarda la mentalità dobbiamo lavorarci un po’ in più. Siamo consapevoli che da qui a tre settimane il Benevento sarà pronto”.

ACR Messina

Mazzeo prova ad eludere la marcatura di Izzillo

Archiviato il capitolo promozione diretta, andata ad una Salernitana grandi firme e più costante dei giallorossi, l’obiettivo è spostato adesso sui play-off: “Guidiamo un gruppo straordinario, tutti si sono messi a disposizione fin da subito con grande dedizione. Non ci sono problemi sotto questo aspetto e se vogliamo mettere il gruppo in discussione siamo fuori strada. I prossimi 180′ saranno sfruttati per provare varie soluzioni e per portare alcuni elementi al raggiungimento della giusta condizione”.

Contro la formazione guidata dall’ex Nello Di Costanzo è mancata anche la brillantezza: “Considerato il cambio di metodologia di lavoro la squadra non può essere subito brillante. Siamo in difficoltà ma lo avevamo preventivato. Subentra un po’ di paura quando non ci riescono le cose, ma siamo molto fiduciosi per il nostro futuro. Non è comunque tutto da buttare. Ci conforta il rientro dall’infortunio di De Falco che, tornato in campo dopo tantissimo tempo, ha fatto bene. Siamo felici anche per il pieno reintegro di Doninelli”.

Commenta su Facebook

commenti