Cinelli: “Messina organizzato ed equilibrato. Non è ancora tutto perduto”

Daniele CinelliIl tecnico del Messina Daniele Cinelli (foto Andrea Rosito)

Dopo le dimissioni del tecnico Gaetano Auteri e del direttore sportivo Marcello Pitino, in sala stampa si è presentato l’allenatore in seconda Daniele Cinelli, a Messina già nel passato torneo al fianco di Sasà Sullo prima ed Ezio Raciti dopo. “Abbiamo giocato una partita importante contro una squadra più forte di noi – ha detto in sala stampa ai microfoni de ilrossoblu.it –. C’è stato un atteggiamento buono soprattutto in fase di non possesso, siamo stati organizzati ed equilibrati. Si è creato poco, è vero. Non potevamo giocarci una gara a viso aperto contro una squadra più forte di noi. Resta la prestazione offerta”. 

Berto

Berto sovrastato da un avversario (foto Andrea Rosito)

Anche Cinelli attende le valutazioni della proprietà, che si è presa del tempo prima di scegliere il nuovo staff tecnico e dirigenziale: “Come si gestisce questo momento non posso dirlo, siamo in attesa delle decisioni del presidente. Auteri è stato anche mio allenatore quando ero calciatore: dispiace, è una sconfitta per tutti. Attendiamo le scelte della presidenza, nutro comunque fiducia. Anche se questa stagione è molto più difficile lascia ben sperare la prestazione offerta dalla squadra a Crotone. I ragazzi hanno fatto una buona partita, non direi che tutto è finito ci sono ancora 19 partite”. 

Cinelli

Le indicazioni di Cinelli dalla panchina (foto Andrea Rosito)

L’ex allenatore dell’Avellino non getta la spugna, nonostante il -4 dall’Andria e il -5 dalla Viterbese vittoriosa: “Si tratta di una situazione particolare ma attenderei prima di emettere una sentenza. Sicuramente questo momento che stiamo attraversando in generale non è piacevole, soprattutto per la gente di Messina. Non sono di lì ma è il secondo anno che ci vivo, ho un senso di appartenenza per la causa. Dispiace vedere la squadra in queste condizioni. Credo che ci sia tempo, credo nel presidente e penso che potremo lottare e combattere fino alle ultime partite”. 

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma. Nel 2022 l'ingresso nel mondo dell'istruzione, a Siena.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma. Nel 2022 l'ingresso nel mondo dell'istruzione, a Siena.