Cestistica Torrenovese: l’elogio della società al veterano Nino Scarlata

Cestistica TorrenoveseNino Scarlata (Torrenova)

PalaTorre. Mancano pochi secondi alla fine del primo tempo tra Confezioni Corpina Torrenova e Olympia Basket Canicattì e le Aquile di coach Bacilleri sono in vantaggio di 20 punti. In campo per la Cestistica Torrenovese c’è un giovanotto di 48 anni, un gentiluomo della pallacanestro da quasi 5000 punti in carriera con la maglia dell’Orlandina Basket. Non si fanno per caso, specialmente se ti chiami Antonino Scarlata. “Nino” è così, fa della pallacanestro uno stile di vita. In campo e Fuori. “Nino” è un cestista tutto cuore, che ha tatuati i nomi dei suoi figli sul braccio sinistro, ha il numero 3 sulle spalle, un uomo che ha sposato per il terzo anno consecutivo la causa Torrenova. L’ha dichiarato più volte, ha un obiettivo importante, un sogno grandissimo. Quel sogno è condiviso da tutti i suoi compagni, che con 2” rimasti da giocare, consegnano a lui quel pallone. E lui con quel pallone ha un feeling particolare. Lo sa lui, lo sanno i suoi compagni, lo sa tutto il pubblico che l’ha visto nei suoi 30 anni di carriera. La classe non l’hai mai abbandonato, il suo rapporto con quella sfera è unico. Scarlata, che si trova al limite della lunetta della sua area, fa un palleggio e mira al canestro opposto. Basta un attimo per capire che la palla può davvero entrare, è sufficiente un altro solo istante per ammirare il suo “buzzer-beater”, la sua magia. L’ennesima. Che fa sobbalzare tutti i tifosi, come al solito, con un canestro dei suoi. Uno dei più belli, se non il più bello. Un attimo dopo lo vedi ridere ed esultare, lo osservi essere travolto con un abbraccio dai suoi compagni di squadra, dallo staff tecnico ed idealmente dal Dio del Basket. Perché se ti chiami Antonino Scarlata e sei un giovanotto di 48 anni che fa della pallacanestro uno stile di vita, non puoi che emozionare – ancora una volta – tutti quelli che amano questo magnifico sport.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti