Catania e Scionti vincono la “II Scalata Patti-Tindari”

Partenza PattiHa riscosso un meritato successo ed unanimi consensi la “II Scalata Patti-Tindari”. Circa 300 podisti, giunti, domenica 19 ottobre, a Patti da tutta la Sicilia e da diverse altre regioni italiane, si sono goduti, infatti, fino in fondo una corsa, ben organizzata dalla Podistica Pattese, che ha mirabilmente coniugato l’aspetto sportivo alla valorizzazione del territorio.

In particolare l’arrivo, posto proprio nella piazza del Santuario di Tindari con panorama mozzafiato sui Laghetti di Marinello, ha incantato tutti i partecipanti, nonostante la fatica fatta per completare, soprattutto, l’ultimo impegnativo tratto di 1 km, caratterizzato dalla massima pendenze del 27%, in una giornata particolarmente calda e soleggiata. Indovinata è risultata, inoltre, la decisione di gemellare l’affascinante competizione pattese al circuito Biorace UISP “Trofeo Tecnicasport”.

Patti-Tindari5

Antonio Macaluso, nato il 19 ottobre del 1933

Dal punto di vista agonistico, si è assistito ad una gara molto interessante grazie alla presenza dei migliori interpreti regionali su strada. Il primo a giungere al traguardo è stato il favorito Vito Massimo Catania (Amatori Regalbuto), che ha fatto fermare il cronometro dopo 35’44”. Piazza d’onore per Massimo Lisitano della Podistica Messina con il tempo di 36’13”. Terzo Dario Rossello (Indomita Torregrotta) in 36’36”. A seguire si sono classificati: Giuseppe Puccio (Podistica Salemitana), Isidoro Musumeci (Marathon Club Taormina), Davide Currò (Atletica Villafranca), Riccardo Vitale (Marathon Monreale), Giuseppe Arcidiacono (Podistica Messina) Dario Bruneo (Forte Gonzaga) e Dario Calderaro (Amatori Regalbuto). Peccato per l’infortunio occorso, intorno al 5 km, a Natale Grosso (Indomita), che ha escluso dalla lotta al vertice uno degli attesi protagonisti.

Tra le donne, ottima performance della ritrovata Katia Scionti (Stilelibero), che ha sbaragliato la concorrenza con il crono di 43’51”. Piazza d’onore per Katia Gianò (Podistica Messina) in 45’49” e gradino più basso del podio per Azzurra Agrusa della Uisp Trapani (46’27”). Dietro di loro nell’ordine: Teresa Latella (Podistica Messina), Ivana Dell’Armi (Atletica Aviano), Carmela Gasbarro (Podistica Messina), Maria Pistone (Forte Gonzaga), Francesca Colafati (Fidippide), Anna Bommarito (5 Torri Trapani) e Maria Indelicato (Podistica Messina). Coinvolgente è stata, infine, la festa di compleanno preparata per l’ultraottantenne Antonio Macaluso, nato proprio il 19 ottobre del 1933 e tesserato per la Uisp Sport Amatori Partinico.

Per ulteriori informazioni e la classifica della gara pattese potete collegarvi al nostro portale specializzato www.messinadicorsa.it

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti