Carmelo Mancuso torna a Giarre, ma stavolta da allenatore

Carmelo Mancuso allenatore GiarreCarmelo Mancuso

Dopo l’ottima esperienza sulla panchina della Spadaforese, Carmelo Mancuso diventa il nuovo tecnico del Giarre. Per l’ex terzino del Messina si tratta di un ritorno nella città etnea, dove ha vestito la maglia gialloblu per due indimenticabili stagioni in serie C1 nel 91/92 e 92/93.

Carmelo Mancuso ai tempi del Messina

Carmelo Mancuso ai tempi del Messina

Palermitano di nascita, Mancuso è ormai messinese da quando nell’estate del 1982 arrivò in riva allo Stretto insieme al suo amico e compagno di squadra dell’Amat Palermo, Totò Schillaci. Tre anni in cui si mise in mostra indossando la maglia giallorossa. Fece parte della rosa che con Ballarò vinse il campionato di serie C2, poi si ritagliò uno spazio importante nella difesa peloritana, prima con Spelta e poi con Seghedoni, ma fu Franco Scoglio ad esaltarne le qualità di esterno sinistro nella stagione 84/85, tanto che il Milan di Nils Liedholm lo acquistò dal Messina. Chiuso dall’astro nascente Paolo Maldini, Mancuso tornò a Messina in serie B sfiorando la promozione in massima serie. Poi vinse il campionato di C1 e la Coppa Italia di categoria con il Monza e disputò due stagioni in serie B. Poi il trasferimento al Giarre dove si rilanciò alla grande con Ventura in panchina. Dopo la parentesi di Ascoli, il passaggio a Lecce, dove conquistò due promozioni consecutive dalla C1 alla serie A. Chiusa la carriera di calciatore con la maglia del Casarano, Mancuso tornò in Sicilia ed iniziò la sua carriera di allenatore con l’esperienza sulla panchina dell’Atletico Catania per passare alle giovanili del Fc Messina. Ha collaborato con l’Università di Messina quale Istruttore della Scuola Calcio ed ha allenato i giovani del Città di Messina nella stagione 2010-11. Nella stagione appena conclusa ha guidato la Spadaforese in Promozione, centrando il traguardo dei play-off. Con il team del patron Micali, Mancuso è arrivato ad un passo dalla finalissima. Dopo aver vinto per 2-3 al “La Carlina” contro il Trecastagni, la sua squadra si è fermata contro il Troina, capitolando per 3-1. Nella prossima stagione guiderà i gialloblu nel campionato di “Eccellenza”: per lui una nuova, stimolante, sfida.

Commenta su Facebook

commenti