Camaro travolgente: 5-2 a Venetico e vantaggio aumentato

Esultanza del Camaro

Brillante vittoria esterna su un campo difficile e prima posizione sempre più salda: il Camaro inizia il 2015 nel modo migliore, imponendosi con decisione a Venetico e portando a 7 i punti di vantaggio sull’Atletico Messina secondo in classifica. La capolista chiude i conti già nella prima frazione, andando a bersaglio con Russo all’8′, con Morgante al 33′ e con Buda al 35′. All’11’ del secondo tempo Giglio sigla il quarto gol. Sullo 0-4 il Venetico trova però la forza per reagire e, approfittando di un calo di tensione degli avversari, segna due reti a cavallo tra il 19′ e il 22′. Cardia al 42′ fissa il punteggio sul definitivo 2-5. Camaro a quota 35 in graduatoria e sempre più capolista del girone E di Prima Categoria.

L'ingresso in campo di Venetico e Camaro

L’ingresso in campo di Venetico e Camaro

LA CRONACA – Primo impegno del 2015 per il Camaro, impegnato in trasferta contro il Venetico nella seconda giornata del girone di ritorno. Cappello e Rifici i soli assenti, tornano a disposizione Cardia, De Maria, Lauro e Morgante. Si parte con il 4-3-3: in porta debutta Berikashvili, in difesa Morgante, Cammaroto, Giglio e Bruno, a centrocampo Cardia, Durante e Ricciardo, in avanti Russo, Cannuni e Buda.

Buona avvio dei padroni di casa, che per due volte chiamano in causa Berikashvili, attento in uscita al 5′ su Inferrera e reattivo al 6′ sul tiro da posizione defilata di Puju. Al Camaro basta però il primo affondo per andare in vantaggio: Buda serve Bruno a sinistra, preciso cross al centro e colpo di testa vincente di Russo, al quarto centro in campionato. Trovato il gol, gli ospiti iniziano a prendere in mano le redini dell’incontro e a spingere con regolarità. Al 12′ uno schema su punizione eseguito da Cardia e Buda manda al tiro Durante: destro al volo alto di poco. Al 18′ Buda va al cross da sinistra, Ricciardo si inserisce bene sotto porta ma la sua deviazione di prima finisce a lato. La squadra di Lucà gioca con personalità e chiude i conti in due minuti, a cavallo tra il 33′ e il 35′. Lo 0-2 nasce da una bella apertura di Buda, che da sinistra trova Morgante sul versante opposto, l’esterno riceve, dribbla un avversario, rientra sul sinistro e batte il portiere Marino mettendo a segno il suo primo gol stagionale. Due minuti più tardi perfetto lancio dalle retrovie di Cammaroto per Buda, il capitano controlla bene in area e con freddezza realizza la sua dodicesima rete in campionato. Al 39′ Cannuni, innescato da Buda in contropiede, impegna Marino, bravo a deviare in corner. Il primo tempo si chiude con il punteggio sullo 0-3.

Buda in azione

Buda in azione

Cannuni vicino al gol anche dopo pochi secondi della ripresa: il colpo di testa del numero 9 su cross di Buda sfiora il palo. Il Venetico prova a farsi vivo al 5′ ma la punizione dal limite di Iorio termina alta. Il poker ospite si materializza all’11’: sugli sviluppi di un corner di Morgante, il pallone arriva in area a Giglio, sinistro violento e primo centro stagionale anche per il difensore. Al 15′ Camaro ad un passo dal quinto gol ma Buda, lanciato da Russo, calcia sul fondo a tu per tu con il portiere avversario. Al 16′ debutto stagionale di Nino De Maria, in campo al posto di Ricciardo. Al 19′ il Venetico accorcia le distanze: Corso trova la porta su punizione con un tiro potente ma centrale su cui Berikashvili non è impeccabile e il pallone scivola in rete. Il gol scuote i padroni di casa, che, sfruttando anche il calo di tensione accusato dagli avversari, vanno di nuovo in gol tre minuti più tardi: cross di Buta e deviazione vincente di Inferrera. Il Venetico a questo punto prende coraggio e ci riprova al 27′ ancora con Inferrera, ma il suo diagonale questa volta è largo. Superato il momento di black-out, il Camaro ritrova la necessaria concentrazione e torna ad attaccare nella parte finale dell’incontro. Al 29′ dentro Li Mura per Cannuni. Al 33′ punizione dal limite di De Maria e parata a terra di Marino. Un minuto più tardi Giglio ad un passo dalla doppietta: il suo sinistro, su angolo di Buda, sfiora la traversa e termina sul fondo. Tra il 39′ e il 41′ è ancora Buda ad avere due buone occasione da posizione favorevole ma in entrambi i casi la mira non è precisa. Al 42′ i neroverdi chiudono i conti: tocco di Li Mura per Cardia e destro del centrocampista che trafigge Marino per la quinta volta. Nel finale due tentativi ospiti, con Puju e Inferrera, e altrettante parate senza affanni di Berikashvili. 2-5 il risultato al triplice fischio dell’arbitro Naselli, il Camaro tocca quota 35 in classifica dopo 15 giornate e porta a 7 i punti di vantaggio sulla seconda.

Una mischia in area

Una mischia in area

Venetico – Camaro 2-5
Marcatori: 8′ pt Russo (C), 33′ pt Morgante (C), 35′ pt Buda (C), 11′ st Giglio (C), 19′ st Corso (V), 22′ st Inferrera (V), 42′ st Cardia (C).
Venetico: Marino, Le Donne (36′ pt Buta), Donia, Iorio, Piccolo (16′ st Cambria), Bitto, Inferrera, Mezzatesta (24′ st Campanella), Puju, Corso, Stramandino. In panchina: Oteri, Giordano, Isgrò, Simoloni. Allenatore: Francesco Mangano.
Camaro: Berikashvili, Morgante (36′ st Mangano), Bruno, Durante, Cammaroto, Giglio, Russo, Cardia, Cannuni (29′ st Li Mura), Buda, Ricciardo (16′ st De Maria). In panchina: Fiorito, Lauro, Morgana, Lucà. Allenatori: Luigi Cappello – Michele Lucà.
Arbitro: Luca Naselli della sezione di Catania.
Ammoniti: 4′ st Cammaroto (C), 26′ st De Maria (C), 29′ st Buda (C), 42′ st Iorio (V), 47′ st Mangano (C).
Espulsi: nessuno.
Recupero: 3′ pt, 4′ st.

Commenta su Facebook

commenti