Camaro sempre più capolista: piegato 3-2 l’Atletico Messina

Un'esultanza del Camaro

La capolista Camaro non interrompe la sua corsa, centra la settima vittoria nelle ultime otto giornate e supera con classe anche l’Atletico Messina, secondo in classifica alla vigilia dell’incontro. A sbloccare il punteggio ci pensa Cannuni con una perfetta punizione a giro dal limite al 15′. Raddoppia Cappello in chiusura di prima tempo con una bella girata di testa. Nella ripresa gran destro al volo di Buda per il 3-0. Solo nel finale i padroni di casa calano un po’ mentalmente, gli avversari ne approfittano e prima accorciano con La Valle su punizione, poi trovano su rigore anche il gol del 3-2, firmato dallo stesso La Valle nel recupero. Nessun patema nel finale e successo più che meritato che proietta i neroverdi a +6 sulla seconda in classifica, il Venetico.

L'esultanza del Camaro

L’esultanza del Camaro

Camaro in campo con il 4-3-3 nel big match della settima giornata del girone E di Prima Categoria: Fiorito in porta, Cappello, Lauro, Mangano e Morgante in difesa, Russo, Cardia e Ricciardo a centrocampo, Li Mura, Cannuni e Buda in attacco. In panchina si vede per la prima volta Giovanni Cammaroto, al rientro dopo l’infortunio al ginocchio. Padroni di casa aggressivi in avvio di gara e prima occasione per Cannuni dopo 3 minuti: il colpo di testa dell’attaccante su cross di Cappello viene però neutralizzato con sicurezza dal portiere La Fauci. Gli ospiti replicano al 7′ con Paludetti, che entra in area e calcia di potenza mandando il pallone di poco oltre la traversa. All’11’ Cardia su punizione trova Cannuni, il numero 9 neroverde controlla bene e calcia da centro area, La Fauci blocca il pallone. Il duello tra i due si ripete, con esito diverso, al 15′: il portiere ospite stavolta non può nulla sullo splendido destro a giro di Cannuni su punizione dal limite. Nel giorno del suo 35esimo compleanno, Paolo Cannuni realizza così il suo terzo gol in campionato. Il Camaro, trovato il vantaggio, tiene bene il campo e rischia solo al 23′, quando Fiorito è bravo ad anticipare di piede in uscita Paludetti fuori area. Al 36′ si infortuna Lauro: un problema muscolare alla coscia lo costringe ad abbandonare il campo; al suo posto entra Giovanni Cammaroto, alla “prima” stagionale con il Camaro e per la prima volta in campo a distanza di quasi sei mesi dall’infortunio al ginocchio che lo ha costretto al lungo stop. Nel finale di primo tempo, la squadra di Lucà torna a spingere e al 38′ è Cappello a rendersi protagonista con una prepotente percussione sulla destra conclusa con un tiro potente ma leggermente alto. Lo stesso Cappello al 45′ firma il raddoppio: perfetto il suo colpo di testa sull’angolo battuto da sinistra da Morgante e seconda rete in campionato. Si va al riposo con il Camaro avanti 2-0.

La musica non cambia nella ripresa e dopo appena 2 minuti Ricciardo ruba palla e serve Cannuni, perfetto assist per Buda che si ritrova davanti a La Fauci ma perde il tempo per la battuta a rete e viene fermato dai difensori avversari. Al 5′ incomprensione tra Fiorito e Cammaroto, che si scontrano e consentono a La Corte di colpire dal limite a porta sguarnita ma il tentativo di testa dell’attaccante ospite termina sul fondo. Al 10′ ci riprova Buda, che riceve a sinistra e calcia da posizione defilata trovando l’intervento dell’attento La Fauci. Trascorrono 2 minuti e stavolta il bomber del Camaro mostra tutta la sua classe: innescato ancora da un perfetto assist di Cannuni, il capitano del Camaro calcia di prima intenzione dal limite spedendo il pallone sotto l’incrocio dei pali. Per Fabio Buda nono gol stagionale in campionato che gli consente di restare da solo al comando della classifica marcatori. Sul 3-0 il Camaro placa il suo furore agonistico e bada principalmente ad amministrare il possesso del pallone. Al 16′ ammonito Russo: il centrocampista era diffidato e per lui scatterà dunque la squalifica. Al 21′ secondo cambio, con Durante che rimpiazza Cardia. Al 27′, sull’ennesimo cross da destra di Cappello, Buda colpisce debolmente di testa e La Fauci può intervenire. Alla mezzora dentro anche Grasso, che rimpiazza Buda. Gli ospiti si vedono in avanti al 32′ ma il tiro da fuori di La Valle è neutralizzato senza problemi da Fiorito. Lo stesso La Valle, entrato in campo ad inizio ripresa e graziato dall’arbitro pochi minuti prima, trova però al 36′ la rete del 3-1 calciando con potenza e precisione una punizione dalla distanza. Tra il 39′ e il 40′ si registrano due tentativi del neo entrato Grasso, che in entrambi i casi non riesce a trovare la porta. Al 43′ Cannuni, servito ancora da Cappello, calcia al volo da distanza ravvicinata ma manda a lato. Nel primo minuto di recupero l’arbitro assegna un calcio di rigore all’Atletico Messina per un fallo di mani in area di Durante: La Valle dal dischetto spiazza Fiorito e sigla il 3-2. Per gli ospiti però non c’è più tempo per provare a completare la rimonta e da segnalare nel finale c’è solo l’espulsione per doppia ammonizione di Daniele Morabito.

3-2 è il punteggio con cui si chiude l’incontro. Prove di fuga per Camaro, ora a +6 sul Venetico secondo in classifica. Prossimo impegno in programma sabato 22 novembre, ancora al “Marullo”, dove però stavolta Buda e compagni scenderanno in campo da “ospiti” contro il Gescal.

Camaro – Atletico Messina 3-2
Marcatori: 15′ pt Cannuni (C), 45′ pt Cappello (C), 12′ st Buda (C), 36′ st, 46′ st rig. La Valle (AM).
Camaro: Fiorito, Cappello, Morgante, Ricciardo, Mangano, Lauro (37′ pt Cammaroto), Li Mura, Cardia, Cannuni (42′ st Ricciardo), Buda (30′ st Grasso), Russo. In panchina: Cardile, Lucà, Morgana, Rifici. Allenatori: Luigi Cappello – Michele Lucà.
Atletico Messina: La Fauci, D. Morabito, Insana, Galletta, Mascaro, Bonaccorso, Nicocia (1′ st La Valle), M. Morabito, La Corte (30′ st Velardi), Paludetti, Picciotto (30′ st Mandraffino). In panchina: Cianciafara, Vinci, Quattrone, Calapaj. Allenatore: Mariano Beninato.
Arbitro: Salvatore Contrafatto della sezione di Catania.
Ammoniti: 32′ pt Buda (C), 42′ pt Mangano (C), 8′ st Mascaro (AM), 14′ st La Valle (AM), 16′ st Russo (C), 29′ st D. Morabito (AM), 37′ st Galletta (AM).
Espulsi: 47′ st D. Morabito (AM) per doppia ammonizione.
Recupero: 3′ pt, 5′ st.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti