Camaro, Morabito: “Calo psicologico, ora vogliamo chiudere bene la stagione”

MorabitoDaniele Morabito, difensore del Camaro (foto Isolino)

Era partito alla grande il Camaro di Michele Lucà, con un primo posto che alla fine del girone d’andata aveva fatto ben sperare. Diverse cessioni, tra cui quella di Roberto Assenzio al Licata, unite a prestazioni poco entusiasmanti, hanno però ribaltato le sorti di una stagione che adesso non sembra poter riservare nulla di importante ai neroverdi, neanche quei play-off che apparivano alla portata. Su questo si è soffermato Daniele Morabito, esperto difensore della formazione peloritana: “Il nostro calo nel girone di ritorno ha chiaramente delle ragioni. Il primo fattore è da rintracciare nel mercato di dicembre che, seppur ci abbia regalato un elemento importante come Genovese, ci ha anche portato via gente come Assenzio e Mannino, giocatori non facilmente rimpiazzabili. Abbiamo grosse responsabilità e forse ci siamo troppo cullati sui risultati maturati nel girone d’andata, dove eravamo in vetta”.

Il Camaro è stato battuto nell’ultimo turno dalla Jonica per 2-3 (foto Isolino)

“In questa seconda parte di campionato abbiamo incontrato squadre con più grinta e fame di noi. Abbiamo subito diverse sconfitte – ha aggiunto – e non siamo stati capaci di rialzarci neanche negli scontri diretti. L’obiettivo era quello dei play-off, ma con solo due giornate da disputare e cinque punti da recuperare sul Milazzo adesso sembra quasi impossibile. Oggi il quinto posto è chiaramente compromesso per noi, dipendiamo molto dalle altre squadre. Domenica, inoltre, incontreremo un avversario ostico come l’Atletico Catania, che cerca punti salvezza e che vorrà chiaramente fare la sua partita. Sarà molto difficile, ma niente è ancora perduto”.

Daniele Morabito si è rilanciato positivamente dopo l’infortunio subito nella scorsa stagione

Il difensore ha cercato di spiegare i motivi di questo crollo definitivo della sua squadra, dopo l’alto rendimento fornito per gran parte della stagione: “A livello personale sono abbastanza soddisfatto. Rientravo da un lungo infortunio e sono stato messo fin da subito nelle condizioni ideali per giocare un ottimo calcio. Per questo devo ringraziare tanto i miei compagni di squadra e mister Lucà, che ha interpretato bene il suo ruolo al primo anno di Eccellenza. E’ facile scaricare tutte le colpe su di lui da fuori, ma in realtà ha svolto un ottimo lavoro, instaurando un ottimo rapporto con tutto il gruppo. A punire il Camaro non è stato lui, ma i cali psicologici che in certe partite non dovevano assolutamente arrivare. Ha delle ottime qualità, sono certo che potrà fare bene anche in categorie superiori”.

De Luca è uno degli under integrati alla prima squadra del Camaro (foto Isolino)

Sul futuro Morabito ha poi aggiunto: “Questa squadra con un buon settore giovanile ed un impianto all’avanguardia ha chiaramente una buona base. La società ha fatto tanti sacrifici in questo ultimo anno e sono sicuro che lavorerà ancora per migliorare ulteriormente. Alla prima squadra si sono uniti anche tantissimi juniores, dunque questo significa che il Camaro lavora e valorizza i propri ragazzi. Ci sono tanti presupposti per continuare a far bene, il resto si vedrà dopo”.

The following two tabs change content below.
Filippo D'Angelo

Filippo D'Angelo

Passione sfrenata per il calcio ed il giornalismo. Sogna di diventare telecronista sportivo e nel frattempo è voce di un programma radio e firma di più testate online

Commenta su Facebook

commenti