Camaro in rimonta a Caltagirone (2-1). Frena il Biancavilla: il Città di Messina a +8

CamaroSuccesso chiave in ottica playoff per il Camaro

Resta il Città di Messina l’unica certezza del campionato di Eccellenza. La tredicesima vittoria consecutiva, conquistata in anticipo per 2-0 ai danni del Rosolini, permette infatti agli uomini di mister Furnari di allungare in testa alla classifica. Adesso sono otto i punti di vantaggio sul Biancavilla, fermato nel derby dal Giarre, che impone lo 0-0 al “Regionale” per fermare la mini-crisi e tenere aperta la lotta play-off.

Il Sant’Agata approfitta del pari del Biancavilla per salire a -1 dal secondo posto

E proprio quanto alla griglia degli spareggi promozione, il calendario premia il Sant’Agata. Impegnati nell’agevole test in casa del Real Aci, i tirrenici scivolano verso lo 0-4 (a segno Mincica con una doppietta, Fogliani e Lupo) e recuperano due punti proprio sul Biancavilla, spingendosi ad un solo punto dal secondo posto. La vera impresa è allora quella del Camaro, che soffre ma prosegue la propria corsa sul campo del Caltagirone. Saltando a piè pari sulla tenacia dei biancorossi, in piena bagarre play-out, i neroverdi di Ferrara rimontano l’iniziale vantaggio dei padroni di casa. Ad aprire il risultato è Alma al 4′, prima del pareggio firmato da D’Amico subito dopo il quarto d’ora. Ma al 32′ della ripresa è un gran colpo di Alberto Ignazio Cappello a fissare l’1-2 e compattare la griglia play-off. Il Camaro sale così al quinto posto, a quota 46 e non è mai stato così coinvolto nella corsa per le gare successive alla regular season. Resta fisso, dunque, il -2 dallo Scordia, che incassa tre punti a tavolino per la terza rinuncia dell’Adrano, ormai prossimo alla radiazione dai quadri federali dopo la rottura tra società e calciatori.

Prosegue la risalita del Paternò a guida Pidatella. I rossoblù, adesso, sono sesti

Intanto, ancora nella parte sinistra della classifica, dà l’ennesimo colpo di coda il Paternò. I rossoblù schiacciano appunto un modesto Avola, col risultato di 5-0 e salgono al sesto posto, sorpassando il Giarre adesso a quota 41. A spingere ancor più sul fondo i siracusani sono Trombino e Viglianisi con una doppietta per uno, con in mezzo il gol di Urso. E va un altro balzo verso la salvezza il Catania San Pio X, che nell’anticipo di sabato batte di misura il Pistunina con un gol di Badje, nel secondo tempo e sale a quota 30, lasciando i peloritani a 22 punti ma comunque fuori dalla zona play-out. Sul fondo della classifica, torna alla vittoria il Ragusa, che approfitta dell’impegno contro i tifosi dell’Atletico Catania per sgranchirsi le gambe con un formale 6-1 e lasciare gli slot destinati alla retrocessione diretta. Il destino degli iblei, come quello delle ultime classificate, sembra però già scritto.

Commenta su Facebook

commenti