Il Messina piega 2-1 il Roccella. Yeboah sigla il gol dell’ex, Rosafio decide all’89’

Messina-RoccellaYeboah abbracciato dai compagni (foto Alessandro Denaro)

Il ghanese porta in vantaggio i giallorossi al 26′ del primo tempo. Pari dei calabresi in apertura di ripresa con Plescia. La squadra di Modica rischia, ma piazza nel finale il colpo decisivo, conquistando il quinto successo casalingo consecutivo. 

Il Messina vuole riprendere la corsa e alimentare le speranze di risalita in chiave playoff dopo la sconfitta di mercoledì ad Acireale. Modica deve rinunciare agli squalificati Lavrendi e Inzoudine, oltre che agli infortunati Bettini e Migliorini. Si rivede Carini, out invece Mascari. Panchina, inoltre, per Cassaro. Nell’undici di partenza ci sono le novità Misale e Balsamà, entrambi alla prima volta da titolari. A Rosafio, Yeboah e Ragosta il compito di scardinare la difesa dei calabresi, guidati dal grande ex Mimmo Giampà.

L’ex Yeboah (foto Alessandro Denaro)

La cronaca – In apertura uscita da brividi di Meo, per fortuna del Messina Faella non ne approfitta. Tra i peloritani, in completa tenuta bianca, si segnala Yeboah, chiuso in corner. All’8′ ci prova da fuori il giovane Balsamà, sfera che si perde a lato. A 12′ Meo salva tutto sul tiro-cross di Malerba che aveva trovato l’inserimento sottomisura di Gattabria. Al 18′ l’ex Yeboah sfiora il pallone d’esterno, ma il tentativo è debole e Scuffia blocca in due tempi. Manovra corale del Messina 22′: Ragosta cerca di pescare sul filo dell’offside Yeboah, ma il suggerimento è lungo. Un minuto dopo Scuffia respinge a terra la conclusione di Rosafio. Ancora Rosafio al tiro dal limite al 24′, sfera di poco alta. Il Messina è in pressione costante e riesce a passare al minuto 26: assist al bacio di Ragosta per Yeboah che non può sbagliare tutto solo da centro area. Il rasoterra del ghanese, all’undicesimo centro stagionale (settimo in giallorosso), trafigge Scuffia e porta avanti i padroni di casa. Yeboah poi non esulta, in segno di rispetto verso la sua ex squadra. Il Messina rischia poi grosso, al 32′, sul colpo di testa di Faella che da pochi passi non inquadra lo specchio. Al 42′ pregevole combinazione tra Yeboah e Ragosta, il campano non aggancia a tu per tu con Scuffia e la palla scorre oltre il fondo. Si va al riposo sul risultato di 1-0 per la squadra di Modica.

L’arbitro Valentina Finzi di Foligno (foto Alessandro Denaro)

Nessun cambio all’intervallo. Nella ripresa subito Roccella in avanti e i calabresi trovano l’1-1 già al 4′ sull’asse Malerba-Plescia: bel colpo di testa del numero nove che sfrutta il cross da sinistra del compagno per battere Meo. Tutto da rifare per il Messina che però dimostra di aver accusato il colpo. Ancora un pericolo al 10′, quando Meo dice di no con un bel riflesso al tentativo di Catalano. Girandola di cambi: Modica manda in campo Iudicelli, Cassaro e Cocuzza per Balsamà, Misale e Cozzolino. Al 28′ è proprio Cocuzza a controllare la sfera in area, ma la conclusione è debole, facile la presa di Scuffia. Dura pochissimo la gara di Cassaro che si fa male. Al suo posto dentro Bucca. Roccella insidioso con Voltasio al 30′, il cui destro al volo si spegne fuori bersaglio. Sul fronte opposto per poco Plescia non pasticcia allungando la traiettoria sul traversone operato da Ragosta: pallone oltre la traversa e quindi in corner. Spazio anche per Stranges che sostituisce Ragosta. Il Roccella divora la chance del 2-1 con Tassone che da centro area spedisce alle stelle. Gol sbagliato, gol subito. Il Messina colpisce di rimessa e sul lancio di Lia sfrutta l’accelerazione di Rosafio che supera il diretto avversario, salta anche Scuffia e poi deposita nella porta rimasta sguarnita. Esultanza incontenibile per Rosafio che si toglie la maglia e viene ammonito. Ben 6 i minuti di recupero, ma il risultato non cambia più. Messina batte Roccella 2-1 ed è la quinta affermazione interna consecutiva. Vittoria soffertissima, ma che consente alla squadra del presidente Sciotto di continuare a sperare in un piazzamento nei playoff.

La formazione del Messina (foto Alessandro Denaro)

Il tabellino di Messina-Roccella 2-1
Messina: Meo, Lia, Misale (19′ st Cassaro; 30′ st Bucca), Bossa, Manetta, Bruno, Rosafio, Cozzolino (20′ st Cocuzza), Yeboah, Balsamà (12′ st Iudicelli), Ragosta (40′ st Stranges). A disp. Rinaldi, Barbera, Carini, Prisco. All. Giacomo Modica
Roccella: Scuffia, Cordova, Malerba, Strumbo, Faiello, Plescia, Catalano (40′ st Pagano), Voltasio (47′ st Pittelli), Chiochia, Faella (20′ st Tassone), Gattabria (29′ st Commisso). A disp. Jusufi, Minunzio, Riitano, Surace, Filippone. All. Domenico Giampà
Arbitro: Valentina Finzi di Foligno. Assistenti: Stefano Franco di Padova e Emanuele Santoruvo di Piacenza
Marcatori: 26′ pt Yeboah (M), 4′ st Plescia (R), 44′ st Rosafio (M)
Note – Ammoniti: 8′ st Balsamà (M), 44′ st Rosafio (M). Angoli: 5-5. Recupero: pt 0′, 6′ st

Commenta su Facebook

commenti