Bruno-show, il Città di Villafranca stende la capolista

Il Città di Villafranca sfodera una prestazione maiuscola al cospetto della capolista, tornando al successo dopo tre gare di astinenza. Al “Fagnani” la squadra allenata da Rosario Scibilia piega 2-1 lo Sporting Club Messina con una doppietta dello scatenato Francesco Bruno. Risultato che, alla luce delle tante palle gol create, non rende pienamente merito alla prova da applausi dei tirrenici, sia sul piano del gioco che sotto l’aspetto caratteriale.

Rosario Scibilia, allenatore del Città di Villafranca

Rosario Scibilia, allenatore del Città di Villafranca

La cronaca – Il Città di Villafranca deve fare a meno degli infortunati. Plazzotta e Currò. Debutto per Carmelo Lombardo. La prima vera occasione del match capita sui piedi di Gangemi che al 14’ si invola verso la porta difesa da Salvatore ma non inquadra lo specchio. I padroni di casa premono e al 21’, sulla punizione calciata da Sottile, Gangemi di testa spedisce di poco fuori. L’undici di Scibilia cresce con il passare dei minuti, sfruttando la buona vena di Lombardo. Al 26’ ci prova Franchina dalla sinistra, senza fortuna. Un minuto più tardi Roberto Bruno devia di testa sulla punizione di Sottile, con la sfera che si perde a lato. Lo Sporting Club Messina prova ad abbozzare una reazione con Mangraviti, il cui tentativo è fuori misura. Al 43’ i biancoverdi ottengono il meritato vantaggio, nella maniera più spettacolare possibile. Sugli sviluppi di un calcio piazzato battuto da Sottile è Francesco Bruno a pescare il jolly, con una conclusione dalla sinistra di rara potenza e precisione. Un autentico bolide che si insacca sul palo opposto. Festeggiatissimo, da compagni e componenti della panchina, il numero 9 biancoverde. Si va al riposo sull’1-0. Il copione non cambia nella ripresa. Il Villafranca, non pago del vantaggio, si proietta a caccia del raddoppio, sfiorando la marcatura con Lombardo e Gangemi. All’11’ il 2-0 è praticamente ad un passo: Lombardo semina il panico nella difesa ospite, salta anche il portiere, ma calcia alto a porta vuota. I padroni di casa continuano ad attaccare a testa bassa: al 15’ Salvatore blocca la conclusione del solito Francesco Bruno. Sull’altro fronte al 27’ Leone è attento sulla punizione dai venti metri calciata da Mangraviti, bloccando il pallone a terra. Un minuto dopo si materializza il raddoppio, ad opera ancora di Francesco Bruno. Nuova magia del numero 9 che scavalca il portiere avversario con un tocco liftato dal limite: la parabola non lascia scampo a Salvatore. Nemmeno il tempo di esultare che lo Sporting Club Messina accorcia però le distanze al 29′ con Zanghì che, scattato sul filo del fuorigioco, non sbaglia a tu per tu con Leone. Sul 2-1 il Villafranca tiene saldamente in mano il match, non concedendo spazi e andando vicino al terzo gol con Roberto Bruno, imbeccato dalla sinistra da Francesco Bruno, e Franchina, autore di una bella azione personale. Dopo tre minuti di recupero i biancoverdi possono gioire per un successo pesantissimo. Capolista battuta e quota 12 raggiunta, grazie alla miglior performance stagionale. Nel prossimo turno la formazione di Scibilia affronterà in trasferta il Cariddi nell’ultimo impegno prima della sosta natalizia.

Città di Villafranca-Sporting Club Messina 2-1
Città di Villafranca: Leone M., Ramuglia, Da Campo, Bruno R., Tricomi, Sottile, Lombardo (40’ st Bicchieri), Costanzo, Bruno F., Gangemi (34’ st Pagano), Franchina. All. Scibilia. A disp. Leone F., Palella, Patti, Verdura, Costa.
Sporting Club Messina: Salvatore, Vinci, Vento (22’ st Zanghì), Costa, Donato, Caristi, Panetta, Bonanno, Romano, Doddis, Mangraviti. A disp. Saporoso, Barbera, Scrima, Messina, Bagnato, De Domenico.
Arbitro: Giovanni Di Guardo di Catania
Marcatori: 43’ pt e 28’ st Bruno F.(V), 29’ st Zanghì (S)
Ammoniti: Bruno R. (V), Bonanno (S), Costanzo (V)

Commenta su Facebook

commenti