Biella vuole interrompere il momento d’oro di Barcellona. Corbani: “Gara delicata contro una big del torneo” (VIDEO)

La difesa della Sigma Brcellona

La difesa della Sigma Brcellona

L’appuntamento valido come ventiquattresima giornata del campionato di Lega Adecco Gold propone l’atteso incontro tra Angelico Pallacanestro Biella e Sigma Barcellona (palla a due alle 18; arbitri Ursi, Tirozzi e Bianchini). Un match che vale tanto in un momento della stagione molto importante che anticipa di una settimana la pausa per la disputa della Coppa Italia, che Barcellona vuole sfruttare appieno per consentire ai propri giocatori di recuperare la migliore condizione fisica, in tal senso in casa giallorossa si va verso il recupero in organico di Ganeto e Maresca che avevano saltato il match con Jesi. Si troveranno di fronte due squadre in ottima forma quattro vittorie consecutive per i padroni di casa e tre, cinque nelle ultime sei, per gli uomini di Marco Calvani. Entrambe a quota 28 punti, nessuna delle due compagini vorrà perdere terreno dalle prime posizioni. Come ha sottolineato l’assistente Trimboli durante la sua conferenza stampa, bisognerà prestare attenzione ad ogni singolo elemento, su tutti i tiratori Voskuil (migliore del torneo da tre punti con 83 realizzazioni) ed Hollis, giocatori che stanno facendo molto bene in questo campionato. Per entrambi la media stagionale si attesta sopra i 15 punti, unita all’ottima percentuale dai tre punti, 39.3 per il primo e 42.4 per il secondo. Lombardi, De Vico e Raspino sono le altre tre ali della squadra. Tutti forti di oltre il 50% di media di realizzazioni da due punti. Sarà quindi importante per i ragazzi di Calvani difendere duro su ogni pallone e non concedere mai troppo spazio agli avversari. Troppo pochi i minuti giocati da Murta per poter fare una giusta analisi, e forse è anche per questo che Biella, subito dopo l’infortunio di Laganà si è fiondata sul mercato, portando a vestire i propri colori il forte play Bloise, 185 cm di altezza, nato ad Erba nel 1990. Il play di squadra è Simone Berti, che vanta, insieme a Raspino e dietro l’infortunato Laganà, la media assist più alta della sua squadra, 2.1, e se si aggiunge anche la media punti (10.4) sicuramente si può capire che stiamo parlando di un altro importante elemento.

L'ala Gabriele Ganeto verso il completo recupero ed il ritorno in campo

L’ala Gabriele Ganeto verso il completo recupero ed il ritorno in campo

Completano il quotato roster dei piemontesi Chillo ed Infante. Non tirano molto entrambi ma quando ci provano la mettono quasi sempre. Media tiro sopra il 50% per i due centri. Alla vigilia di una sfida così sentita l’analisi del coach rossoblu Fabio Corbani (che torna ad incrociare Barcellona dopo i quarti di finale playoff della stagione 2011/12 giocati con Piacenza), che esordisce parlando del pesante handicap rappresentato dall’assenza di Laganà.
“Per noi sarà indubbiamente un match particolare, con l’infortunio di Marco dobbiamo per forza di cose trovare nuovi equilibri e ripartire in una situazione nuova. I quattro successi consecutivi aiutano indubbiamente il morale, ma l’assenza di Marco è un problema non indifferente. Nonostante questo, siamo determinati a fare bene e a finire nel modo migliore questa che finora è stata una stagione molto positiva”.
Biella è una squadra decisamente a trazione casalinga, lo dicono i numeri che recitano di una sola sconfitta (con l’Orlandina) davanti al pubblico amico nelle ultime dieci partite.
“Credo che la squadra ci abbia messo del suo, ma il vero punto di forza del Biella Forum è quella corrispondenza di positività che si è creata tra squadra e pubblico e che riesce a trasmettere fiducia ed energia ai giocatori”.

Marco Calvani (Sigma Barcellona)

Marco Calvani (Sigma Barcellona)

La Sigma con l’avvento di coach Calvani ha cambiato marcia, cosa che non sorprende l’allenatore biellese.
“Barcellona ha un roster importante e fin dall’inizio ho sempre considerato questa squadra tra le principali candidate alla promozione in A. Calvani ha riportato entusiasmo e sta facendo un ottimo lavoro, ha idee chiare ed è un grande coach, ma personalmente noi anche nel match d’andata abbiamo faticato molto, ed in panchina era seduto Perdichizzi. Con tutto il rispetto quindi per Calvani, penso che anche con Perdichizzi potesse fare bene”.
Corbani non si sofferma sui singoli, ma teme l’intero collettivo giallorosso che ha indubbie qualità.
“E’ l’intera squadra molto quotata. Barcellona ha giocatori importanti, è attrezzata per vincere il campionato, profonda ed esperta. Indubbiamente ha anche delle individualità che spiccano, ma non voglio soffermarmi sui singoli, rispettando tutti coloro che scenderanno in campo”.
L’Angelico è reduce dal successo esterno nel derby con Casale, un’affermazione che potrebbe dare nuova linfa ai giocatori di casa.
“Vincere è sempre bello, ma vincere un derby fuori casa, con 500 tifosi al seguito, è stato doppiamente bello. Una grande gioia per la città, la squadra e per i tanti tifosi che quotidianamente ci fanno sentire tutto il loro calore”.
Infine la disamina sulle forze in campo in un campionato molto equilibrato.
“Difficile stilare graduatorie di merito. Nella prima metà di stagione Trento ha meritato il primo posto in classifica. Nei play-off però tutto può succedere, squadre come Torino, Capo d’Orlando, Barcellona e Verona hanno tutte le carte in regola per giocarsi la serie A”.

Fabio Corbani (Angelico Biella) festeggia un successo della sua squadra

Fabio Corbani (Angelico Biella) festeggia un successo della sua squadra

Questo il video di presentazione della sfida da parte dell’assistente allenatore di Biella Francesco Viola:

Commenta su Facebook

commenti