Barcellona sogna ad occhi aperti. Dopo la vittoria con Teramo sale al secondo posto

Gioia Grilli-Rodriguez (Barcellona)

Sette uomini a segno per Barcellona, un team che sa anche soffrire l’ottima partenza di Teramo. Grilli, Rodriguez e Brunetti mattatori col primo vantaggio della serata maturato al 26′. Festa grande nel dopo gara col ko di Valmontone che schiude il secondo posto in classifica.

Il Basket Barcellona conquista la vittoria contro Teramo (77-67) rialzandosi dal ko di Palestrina. Gara equilibrata al Palalberti e, con il Valmontone sconfitto in casa dalla capolista Napoli, conquista il secondo posto a due giornate dalla fine del campionato di serie B. I giallorossi dovranno vincere a Viterbo e poi in casa contro Catanzaro per conservare la piazza d’onore, hanno anche il 2-0 negli sconti diretti, ed affrontare i playoff con il vantaggio della bella in casa, almeno fino al turno di semifinale.

Nel primo quarto i primi punti sono di Teramo, che parte subito bene con Tomasello, Gaeta e Lagioia (0-7) dopo 3′ e Barcellona all’asciutto. Barcellona trova i primi punti con Brunetti, ma Teramo risponde con Lagioia (4-9) dopo 5′. Gaeta e Salamina da fuori consentono a Teramo di allungare ancora fino al +11 (4-15) dopo 6′. Barcellona si scuote con tre triple consecutive di Paunovic, Grilli e Rodriguez, con i due punti di Tomasello per Teramo (13-17) a 2’34 dalla fine del parziale. Le difese prevalgono in questa fase, ma Teramo è più incisivo in attacco con Salamina (13-19). Barcellona non riesce a sfruttare tre possessi consecutivi, il punteggio è bloccato a 20″” dal fine. Angelini dalla lunga distanza fissa il punteggio del primo parziale sul 13-22 con Teramo incisiva al tiro, sul +9.

Il tecnico Milan Nisic (Barcellona)

Alla ripresa Brunetti rompe il ghiaccio nel secondo quarto, ma gli risponde Tomasello (15-24). Barcellona perde palla in attacco e poi subisce ancora con una difesa poco decisa, che lascia il canestro libero a Tomasello (15-26). I giallorossi trovano i tre punti con Grilli (18-26) a 7’20 dall’intervallo. Barcellona è in difficoltà e Teramo la punisce ancora con Lucarelli (18-29). Grilli realizza in transizione, ma dopo un errore in attacco degli ospiti. Teramo è implacabile della distanza ancora con Lucarelli e il vantaggio torna sul +12 (20-32) a metà quarto. Rodriguez e Grilli sfruttano due buone difese per il -8 (24-32), ma dall’altra parte Lucarelli non perdona in entrata (24-34). Milojevic conquista due punti sotto le plance per il -5 (29-34). Salamina per Teramo ricaccia indietro Barcellona con una tripla (29-37), con Rodriguez che risponde con tre liberi (32-37). Barcellona è poco reattiva in difesa e Teramo la punisce ancora con Lagioia (32-39). Milojevic lotta sotto le plance e da solo riporta i giallorossi a -5 (34-39), con Brunetti che conquista due liberi a 3″ dalla sirena, realizzando solo un canestro e fissando il punteggio sul 35-39. Leggera rimonta per i giallorossi di Nisic.

Nell’ultimo quarto Barcellona tiene bene in difesa nella prima azione. Gaeta, lungo di Teramo dalla lunetta realizza solo il libero del pareggio (57-57). Ippedico sbaglia dalla distanza e lo stesso fa Lagioia dall’altra parte del campo. Ancora Milojevic è il terminale offensivo di Barcellona (59-57), che si vede penalizzata da alcuni fischi arbitrali. Gaeta così realizza dalla distanza (59-60), ma Teramo concede due liberi a Rodriguez che non sbaglia (61-60). Non si segna per tre minuti ed a spezzare l’equilibrio ci pensa una tripla di Rodriguez (64-60) a 3’40 dalla fine. Angelini prova a rispondere (64-62), ma ancora Rodriguez piazza la bomba del 67-62. Salamina dopo il tecnico a Nisic realizza tre liberi (67-65) con la palla in mano per Teramo. Lucarelli sbaglia, mentre dall’altra parte Grilli realizza da sotto e conquista anche un tiro libero (69-65). Timeout Teramo. Grilli realizza l’aggiuntivo (70-65) e poi difende con grinta, senza evitare il canestro di Lagioia (70-67). Ad 1’25 dall’ultima sirena, Rodriguez dalla linea della carità realizza due liberi (72-67) e tiene Barcellona avanti di 5. Milojevic realizza il canestro del +7 (74-67) che sa di vittoria. Teramo non trova più il canestro e Barcellona che chiude sul 77-67 una serata di festa coronata dal secondo posto in classifica da difendere negli ultimi 80 minuti di stagione.I primi due punti del terzo quarto arrivano dopo 2′ con Brunetti (37-39), con un Barcellona, senza capitan Sereni, che appare più reattiva. Brunetti risponde ad Angelini dalla distanza (40-42).

Brunetti (Barcellona)

Lucarelli si conferma un terminale di riferimento per Teramo (40-44). La gara è in equilibrio assoluto, con i padroni di casa che cercando di invertire l’inerzia senza successo. Teramo realizza ancora con Rubbera, ma risponde subito Grilli (43-46). I padroni di casa soffrono Teramo sugli esterni, con Salamina che trova ancora la tripla del +6 (43-49). Grilli tiene in scia Barcellona (46-49) a 4′ dalla fine del terzo periodo. Lucarelli non sbaglia (48-51), un’incursione di Ippedico riporta i padroni di casa sul -1 (50-51) e subito dopo Rubbera perde palla in attacco. Al rientro in campo Barcellona trova i due punti del primo vantaggio della serata (52-51) con due liberi di Grilli. Rubbera risponde per Teramo (52-53), ma sbaglia il libero aggiunto e Grilli lo punisce con la tripla del +2 (55-53). Sulla sirena è Brunetti a realizzare il canestro del nuovo vantaggio di Barcellona, che chiude il tempo sul 57-56.

Barcellona-Meta Teramo 77-66
Parziali: 13-22; 22-17; 22-17; 20-11
Barcellona: Grilli 23, Milojevic 10, Teghini 2, Varotta ne, Stefanini, Paunovic 3, Ippedico 2, Caldarola ne, Brunetti 16, Rodriguez 21. All. Nisic
Teramo: Papa ne, Di Pietro ne, Gaeta 9, Nolli ne, Salamina 15, Lucarelli 11, Lagioia 7, Rubbera 4, Angelini 11, Tomasello 10. All. Bianchi
Arbitri: Lombardo di Trapani e Castiglione di Palermo

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com