Amando non stecca il debutto al PalaBucalo: Castelvetrano capitola in tre set

Il saluto al pubblico dell'Amando VolleyIl saluto al pubblico dell'Amando Volley

L’Amando Volley si ripete anche nell’esordio casalingo tra le mura del PalaBucalo: contro Castelvetrano le ragazze di coach Luana Rizzo si aggiudicano l’intera posta in palio per 3 set a 0 e con la seconda vittoria in altrettante uscite di campionato si gustano il primato in classifica a punteggio pieno.

Uno spettacolo di buon livello per emozioni e gioco proposto dal sestetto di casa ai quasi mille spettatori presenti al PalaBucalo.
Il tre a zero è arrivato puntuale, frutto anche del sacrificio di chi ha voluto per forza giocare nonostante alle prese con qualche problema fisico: è l’esempio di Benny Bertiglia che ha stretto i denti nonostante una caviglia in grave disordine o di Federica Pietrangeli colpita negli ultimi giorni dal virus influenzale ma regolarmente a disposizione. Coach Rizzo si affida in partenza a uno schieramento che vede Bertiglia in diagonale con Caruso, capitan Rania ed Escher attaccanti di banda; al centro la coppia formata da Cassone e Richiusa con Pietrangeli libero. Castelvetrano di coach Calcaterra risponde conn Mercanti in regia e Vullo opposta, Pagano e Patti sono gli attaccanti di banda, Macedo ed Amatori centrali e Luraghi Libero.

Partono bene le locali grazie ad un’ottima performance in battuta e ad un muro prolifico di punti. Sull’8-4 l’allenatore ospite chiama il tempo, operazione che ripete sul 19-13. Sul 20-13 la Lo Iacono prende il posto della Pagano e comincia a marcare il tabellino. Sul 21-17 è coach Rizzo a chiamare a raccolta le sue giocatrici per dare la spinta giusta verso il 25-18.

Il secondo si apre con la Lo Iacono sempre in campo. Geolive Primeluci aggressiva sino al 5-9. Break Villa Zuccaro-Schultze che vale il 10-9, Calcaterra fa rifiatare Maria Laura Patti facendo subentrare Patrizia Pagano. Locali ancora avanti prima sul 17-13 sino al 20-16. Ma l’altalena non tende a fermarsi e le trapanesi operano l’aggancio a quota 20. Luana Rizzo stoppa il gioco, suona la carica. Sul seguente 23-20 è il coach del Castelvetrano a richiedere il time out. Si chiude sul 25-22 con una veloce dal centro messa a terra da Federica Cassone. Il terzo ed ultimo parziale sembra destinato a chiudersi con estrema velocità. Rania e compagne allungano prima sul + 4 (7-3) e poi si portano sul più 7 (11-4). Calcaterra avvicenda ancora una volta le schiacciatrici inserendo stavolta Maria Valente per Doriana Lo Iacono. Il cambio sortisce gli effetti voluti e, complice un calo delle messinesi, Macedo e compagne si portano sul 16 pari. La parità si protrae sino al 20-20. Carlotta Caruso si affida alla classe di Benny Bertiglia che rifila un poker di punti. A chiudere i giochi è un dagionale di Valentina Rania che da il via ai festeggiamenti dei tifosi.

Seconda vittoria consecutiva per la compagine jonica che dimostra di avere un potenziale che ancora rimane parzialmente inespresso per il tardivo completamento del roster. Sicuramente col passare delle settimane la squadra non potrà che crescere e migliorare i propri meccanismi tecnico-tattici.

Villa Zuccaro Schultze Santa Teresa-Primeluci Castelvetrano 3-0
Set: 25-18, 25-22, 25-21
Villa Zuccaro Amando: Rania, Caruso, Richiusa, Escher, Cassone, Bertiglia, Pietrangeli (L), Glorioso, Cosentino, Rapisarda, Gambadoro. All: Rizzo
Geolive Primeluci Castelvetrano: Macedo, Amatori, Mercanti, Patti, Pagano, Vullo, Luraghi (L), Lo Iacono, Valente, Adria, Lazzaro, Rybak, Lipido. All: Calcaterra
Arbitri: Lentini e Aleo di Catania

Commenta su Facebook

commenti