Alberto Urso ospite d’eccezione al Concerto di Capodanno al Vittorio Emanuele

Alberto UrsoAlberto Urso si esibirà per la prima volta al Vittorio Emanuele

Sarà un’edizione di particolare pregio e assolutamente speciale quella del Concerto di Capodanno, che si terrà al “Vittorio Emanuele” domenica 1 gennaio 2023 alle ore 19. Per molteplici ragioni. Innanzitutto per la presenza, sul podio, del Maestro Matthias Fletzberger, viennese doc, che torna a dirigere l’Orchestra del Teatro peloritano a distanza di poco più di un anno da un magnifico concerto con musiche di Wagner (applaudito il 23 dicembre 2021; superba solista il soprano tedesco Manuela Uhl).

Matthias Fletzberger

Il Maestro austriaco Matthias Fletzberger

Una presenza, quella della prestigiosa “bacchetta” austriaca, voluta dal coordinatore artistico Matteo Pappalardo, che conferisce ulteriore spessore a un appuntamento atteso e sentito che, nel corso degli anni, ha saputo ritagliarsi un posto importante nel cuore dei messinesi, che puntualmente tornano a gremire il “Vittorio Emanuele”. Per il ricco programma, che prevede – accanto alle immancabili “chicche” degli Strauss (alcune delle polke e dei valzer più celebri) – ricercate pagine da “Il pipistrello” (l’ouverture), da “Der Rosenkavalier” (la suite e la sequenza dei valzer) di Richard Strauss e la Quadriglia da “Un ballo in maschera”.

Alberto Urso

Un atteso ritorno a casa per il messinese Alberto Urso

E che sarà arricchito ancora dalle proposte della special guest di quest’edizione, il cantante messinese Alberto Urso, che si esibirà per la prima volta nel maggiore Teatro della sua città. Tre i brani di cui sarà protagonista il tenore messinese: O sole mio, Granada e l’attesissimo Nessun dorma (dalla Turandot pucciniana) che chiuderà il concerto (fatti salvi i probabili fuori programma… non solo l’immancabile Radetsky Marsch di Strauss padre, evidentemente).

Autori

+ posts