Al Teatro Vittorio Emanuele lo spettacolo Gen Rosso “Life 2019”

MusicaLa locandina di Gen Rosso: Life 2019

Presso il Teatro Vittorio Emanuele il 20 febbraio andrà in scena lo spettacolo Gen Rosso “Life 2019”. La musica diventa un contributo importante per migliorare la società se riesce a parlare ai cuori delle persone di quel tempo e di quel luogo. Il Gen Rosso, fin dai suoi esordi, ha sempre voluto immergersi nelle gioie e nei dolori delle migliaia di persone che di volta in volta andava ad incontrare nelle nazioni di tutto il mondo.

Musica

I Gen Rosso in concerto

Le sfide tipiche della società di oggi hanno origine da una politica di morte: individualismo, relativismo, disumanizzazione, disuguaglianza, violenza, razzismo. Il nuovo spettacolo del Gen Rosso vuole scendere fino al cuore di queste problematiche rimettendo al centro la vita, proponendo spunti di riflessione e speranza.  Il GR LIFE tour sarà una vera celebrazione alla vita, attraverso un nuovo sound pop/rock, con un fil rouge che caratterizzerà tutto il concerto: l’Amore è il DNA di ogni uomo. Il concerto è stato ideato per soddisfare le numerose richieste che arrivano da ogni parte d’Italia. GenRosso LIFE propone un mix di brani classici e alcune novità particolarmente apprezzate negli ultimi anni dal pubblico di sempre, ma anche dalle nuove generazioni. Il pubblico potrà assistere a spettacoli eseguiti sul palco con uno sfondo dinamico di espressioni vocali multilingue e video-snap di persone realmente incontrate a diverse latitudini. I suoni decisivi e coinvolgenti contengono un grande richiamo a comunicare e condividere. Ritmi e canzoni in cui la cultura, le aspirazioni e le emozioni diventano per tutti una bussola, che punta verso un mondo in cammino verso l’unità, verso la fraternità universale.

I laboratori artistici, interattivi e dinamici, rappresentano una parte strategica dell’attività del Gen Rosso: un’occasione originale di crescere insieme a persone di culture e età diverse nelle arti performative come canto, danza, musica, percussioni, documentazione, etc., momenti importanti e indimenticabili che favoriscono fortemente la reciproca conoscenza e stima dei partecipanti. In una originale combinazione di “Arti ed Educazione” e nella sua dinamica e versatilità, il progetto, segue una metodologia di “formazione sul campo reciproca” con 150 giovani di vari indirizzi educativi come: scuola media, scuola superiore, università per ogni tappa del percorso.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti