Ci ha lasciati Giuseppe Favano, per tutti “Zeppe”, icona della radiofonia messinese

Zeppe (Foto di Enrico Borrometi)

Ci ha lasciati Giuseppe Favano, per tutti “Zeppe”, Attore, DJ, Cabarettista, musicista e speaker radiofonico, conosciutissimo in città per i suoi indimenticabili personaggi e per la grande umanità. Zeppe era una grande persona, avrebbe meritato molto di più in relazione al suo talento artistico, ma non ha ricevuto i giusti riconoscimenti dalla dea bendata. La città ha dimostrato in queste ore quanto gli voleva e quanto gli vuole bene. Tanti i messaggi di cordoglio sui social, il suo profilo Facebook è stato preso d’assalto fin da questa notte, quando è trapelata la notizia della sua scomparsa, a soli 68 anni. Zeppe rappresenta un po’ la storia dell’emittenza locale a Messina. DJ in tanti locali della città a partire dagli anni 70 è poi sbarcato con la sua verve ed il suo umorismo surreale sulla FM conducendo dai microfoni di Antenna Stretto il mitico “Zeppefonia”, programma che andava in onda dal lunedì al venerdì nel primo pomeriggio. Trasmissione trasgressiva con personaggi, sketch e tanto buonumore condito da buona musica, che lui amava selezionare. “Toruccio Tarallo” era il suo personaggio di punta, nel periodo elettorale puntualmente Toruccio si presentava nelle liste del Partito delle “Mabboro Ture”, coi suoi comizi deliranti, poi esilaranti gag e tante, ma proprio tante risate. Il passaggio alla Tv era d’obbligo per un personaggio come Zeppe che riuscì a divertire il suo pubblico con la “Maga del Piacere”, su Telespazio e su RTP. Attore teatrale e cinematografico ha partecipato a diverse pellicole girate in città, come “Annamaura”. Divertentissime le sue parodie di grandi successi musicali come ”Vecchio Frack” di Modugno (Il Metronotte), “L’anno che verrà” di Lucio Dalla (Caro Tano), “Se mi lasci non vale” di Julio Iglesias (La valigia del signò Biagio). Negli ultimi anni aveva ripreso a trasmettere in radio, prima a Radio Messina International e poi su Radio Amore, con il suo “Zeppefonia”. La sua scomparsa lascia un grande vuoto in tutti coloro che gli hanno voluto e continueranno a volergli bene. “Ringrazio il comitato per la menza bira e la signora per la corente”. Addio, amico Zeppe!

Commenta su Facebook

commenti