Al Fc Messina stavolta non riesce la rimonta: il Dattilo vince 1-0 con Sekkoum

DattiloDattilo subito in vantaggio (foto Nino La Macchia)

Prima sconfitta stagionale per il Football Club Messina, che al “Provinciale” di Trapani cede davanti al Dattilo per 1-0, in virtù del gol di Sekkoum arrivato dopo appena 6 minuti. Sconfitta immeritata per gli uomini di Ernesto Gabriele che, nel corso della partita, hanno creato tante occasioni per poter rimettere il match in parità, ma l’ottima partita del giovane portiere trapanese, Giappone, ha impedito ai peloritani di tornare a casa almeno con un punto.

Il pre-partita– Esordio in campionato per capitan Giuffrida, autentico trascinatore nella passata stagione, mentre il tecnico peloritano dovrà ancora fare a mento del bomber Carbonaro. L’altra principale novità rispetto alla gara con il San Luca riguarda l’inserimento di Palma dal primo minuto, dopo il gol che ha dato il via alla rimonta contro i calabresi. I terzini sono sempre Casella e Ricossa, mentre al centro della difesa insieme a Domenico Marchetti c’è Barnofski. Gli sterni offensivi sono Bevis e Gillè, mentre in attacco confermato il duo Coria-Balistreri.

Sekkoum

Sekkoum ha sbloccato subito la gara (foto Nino La Macchia)

La cronaca – I padroni di casa sembrano iniziare meglio e al 6’ passano in vantaggio: punizione di Sekkoum apparentemente innocua, ma la traiettoria inganna Marone e così il Dattilo trova il vantaggio in modo piuttosto casuale. Gli ospiti reagiscono e trovano il pareggio due minuti dopo. Punizione di Marchetti che trova la deviazione vincente di Balistreri, ma il gol viene annullato per la posizione irregolare dell’ex attaccante del Marsala. Dopo un minuto ci riprovano i giallorossi con Bevis che calcia in diagonale, ma la sfera termina d’un soffio sul fondo. Al 10’ si fanno rivedere i padroni di casa con il sempre attivo Sekkoum, ma il suo tentativo dalla distanza termina alto. I ritmi non sono molto alti, ma il Football Club Messina cerca sempre di fare la partita. Al 22’ Gillè riesce a superare Benivegna e a penetrare in area e a calciare sul primo palo, ma Giappone risponde presente. Poco dopo la mezzora chance per i ragazzi di Gabriele, sugli sviluppi di un calcio piazzato bella sponda di testa di Balistreri per l’accorrente Palma che a tu per tu con Giappone non riesce a concludere riuscendo a guadagnare solo un corner. Ultima chance di un primo tempo condizionato dal gol in apertura dei padroni di casa, ma l’Fc Messina ha mostrato di avere tutte le carte in regola per poter rimettere in sesto il match. La ripresa inizia subito con due novità tra gli ospiti, Gabriele lascia negli spogliatoi gli evanescenti Bevis e Coria, al loro posto Dambros e l’esordiente Gaspar. Proprio quest’ultimo dopo due minuti impegna Giappone con una conclusione da fuori area, ma l’estremo trapanese si conferma in buona giornata. Al 54’ è l’altro subentrato, Dambros, a provarci dal limite ma il suo tentativo Intorno all’ora di gioco, Gabriele toglie dalla mischia Ricossa e Balistreri, al loro posto Mukiele e Quitadamo.  Al 72′, Dambros cerca di imitare Sekkoum con una punizione beffarda, ma Giappone l’ennesima prodezza della sua gara e salva il vantaggio trapanese deviando in corner. Sul successivo corner si accende una mischia, ma Marchetti e Barnofsky mancano la deviazione vincente. Ultimo cambio per Gabriele che toglie un esausto Palma inserendo Alessandro Marchetti. Poco dopo proteste di Makiele per un tocco di mano in area di rigore biancoverde, ma per il direttore di gara è tutto regolare. Finale infuocato, perchè gli ospiti reclamano un rigore per un’entrata a gamba alta di Sekkoum su Casella, ma anche in questo caso l’arbitro ha lasciato proseguire, mentre le proteste in casa Dattilo arrivano poco dopo per un pallone non restituito. Morale della favola, durante i minuti di recupero non si gioca per niente. Finisce così, con la gioia irrefrenabile del Dattilo, mentre i giallorossi si interrogano su una prestazione volenterosa, ma forse poco pungente negli ultimi 16 metri. L’assenza di Carbonaro continua a farsi sentire, ma complessivamente i giallorossi tornano da Trapani con la sensazione che per fare il salto di qualità serve qualcosa in più.

Dattilo

Festa grande per il Dattilo (foto Nino La Macchia)

Il tabellino. DATTILO-FC MESSINA 1-0
Marcatore: 6′ Sekkoum.
Dattilo: Giappone, Benivegna, Rallo, Sekkoum, Baiata, Nigro (70′ Fragapane), Bellinghieri, Lupo, Manfrè, Terranova (89′ Doda), Testa (75’Palermo). A disp.: Cipro, Cigala, Galfano, Girgenti, Bonfiglio, Said. All.: Chianetta
Fc Messina: Marone, Giuffrida, Marchetti D., Palma (80′ Marchetti A.), Coria (46’Gaspar), Casella, Ricossa (61′ Mukiele) Barnofsky, Balistreri (61′ Quitadamo), Gille, Bevis (46′  Dambros). A disp.: Tocci, Fissore, Garetto, Aita. All.: Gabriele
Arbitro: Colaninno di Nola
Assistenti: Jorgji di Albano Laziale e Pancani di Roma 1
Note – Ammoniti: Balistreri (M), Testa (D), Giappone (D), Bellinghieri (D), Marchetti D. (M), Gabriele (M), Marchetti A. (M), Chianetta (D).

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva