Acr, per la panchina pure Campilongo e Ugolotti. Mercato: Fontana e Giampaolo

Sasà CampilongoSasà Campilongo al "Franco Scoglio" (foto Pernice)

Nel quartier generale dell’Acr Messina le bocche restano cucite, in attesa delle ufficializzazioni del direttore generale Pierluigi Di Santo, che deve liberarsi dal contratto con il Rieti in scadenza a fine agosto, e del nuovo allenatore, per il quale i dirigenti giallorossi sono alle strette finali.

Lello Di Napoli e Sasà Campilongo

Lello Di Napoli e Sasà Campilongo ai tempi dell’esperienza ad Empoli

Sui portali nazionali all’Acr viene affiancato il napoletano Sasà Campilongo, che vanta vasta esperienza tra i professionisti. Il primo risultato di rilievo in panchina la promozione dalla C2 alla C1 con la Cavese. Poi in B è a Empoli con Lello Di Napoli mentre sempre tra i cadetti con Avellino e Frosinone non riesce ad evitare la retrocessione.

Con l’Ischia torna a vincere: la C arriva con cinque giornate di anticipo, prima dello scudetto Dilettanti. A Taranto subentra all’ex Acr Cazzarò ma viene poi esonerato, nella Vibonese succede all’ex Fc Costantino ma non riesce a evitare la retrocessione. Poi i playoff in D con il Savoia e la tranquilla salvezza in C con la Cavese, che ha mancato gli spareggi promozione per appena due punti.

Guido Ugolotti

Il tecnico Guido Ugolotti ai nostri microfoni al “Franco Scoglio”

In lizza insieme a Bruno Caneo, reduce dall’esperienza di Rieti, ci sarebbe un terzo allenatore con un ampio passato in C: si tratta del toscano Guido Ugolotti. Per oltre un decennio allenatore nel settore giovanile della Roma, ha esordito tra i professionisti proprio in Sicilia, con Gela e Acireale. Terza serie anche con Sambenedettese, Arezzo, Foggia e Siracusa, prima dell’altalenante esperienza in B con il Grosseto.

Poco felice anche la parentesi con il Benevento. Poi subentra a Eziolino Capuano, altro tecnico con cui l’Acr ha avuto un abboccamento, alla guida della Casertana. Savoia, Melfi e Teramo le ultime tappe italiane. Nell’ultimo biennio infatti l’esperienza esotica a Malta, con il Floriana di Riccardo Gaucci prima e i Victoria Hotspurs poi.

Francesco Fontana

Il difensore Francesco Fontana con la maglia dell’Igea Virtus

In attesa di conoscere il nome del successore di Pensabene, dai procuratori filtrano anche i primi nomi dei potenziali acquisti già contattati dall’Acr, sotto la supervisione del direttore sportivo della Salernitana Angelo Mariano Fabiani. In particolare l’Acr contende ad Acireale e Andria il difensore Francesco Fontana, 30enne che tra i Dilettanti ha raggiunto le 250 presenze.

L’anno scorso è stato titolare in C, a Picerno, collezionando 23 gettoni. Con i lucani aveva conquistato la promozione dalla D nell’annata precedente. In provincia due ottime annate con l’Igea Virtus, con 66 presenze e quattro reti e la vittoria dei play-off con Peppe Raffaele in panchina. In Sicilia anche le avventure con Mazara, Akragas, Ragusa e Modica.

Daniel Giampaolo

Il fantasista romano Daniel Giampaolo con la maglia del Campobasso

Nel reparto avanzato l’Acr prova invece a soffiare alla concorrenza dell’ambizioso Taranto il trequartista Daniel Giampaolo, 25enne originario di Tivoli, che l’anno scorso ha collezionato venti presenze con il Campobasso.

Nonostante la giovane età, in D già un centinaio di apparizioni, con ben 26 reti all’attivo tra Giulianova, Anzio, San Nicolò e Vastese. Per lui sarebbe la prima esperienza nel girone I. Dopo avere presentato la domanda d’iscrizione in serie D, l’Acr ha insomma riacceso i motori.

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva