Accorinti: “Convocheremo un tavolo tecnico, il problema non deve riproporsi”

AccorintiIl primo cittadino Renato Accorinti a colloquio con il patron dell'ACR Messina Pietro Lo Monaco

Al rientro da Palermo e prima di una nuova missione romana, il sindaco Renato Accorinti è tornato a parlare della querelle legata al trasferimento dei tifosi ospiti in occasione delle gare casalinghe del Messina al San Filippo, in una conferenza stampa convocata nella Sala Giunta del Comune: “Il calcio ancora una volta manda la città nel pallone – ha esordito il primo cittadino – ma noi abbiamo la coscienza a posto. Per lo stadio avevamo assunto l’impegno di effettuare il collaudo, atteso da dieci anni, di riparare il muro di sostegno franato e ripristinare il sistema di video-sorveglianza. Impegni che sono stati rispettati, a dispetto di tutto, in tempi brevi. Dell’Ordine Pubblico invece sono competenti Questura e Prefettura”.

Accorinti si recò in Prefettura in occasione del match tra ACR Messina e Lupa Roma. In quell'occasione in extremis si trovò l'accordo per l'apertura dello stadio agli abbonati

Accorinti si recò in Prefettura in occasione del match tra ACR Messina e Lupa Roma. In quell’occasione in extremis si trovò l’accordo per l’apertura dello stadio agli abbonati

Il Prefetto ha imposto la disputa del match di venerdì sera a porte chiuse: “Ogni settimana siamo costretti a fronteggiare un problema insormontabile. A nostro avviso questo provvedimento poteva essere evitato, vi è stato probabilmente un eccesso di rigore. Non capiamo il perché di questa nuova emergenza, anche perché ci risulta che la tifoseria organizzata del Benevento avesse già noleggiato automaticamente un pullman per raggiungere lo stadio San Filippo. Speriamo che nelle prossime ore il caso possa rientrare. Dalla Campania non hanno richiesto la concessione di autobus, a differenza di quanto avvenne in occasione della gara con il Catanzaro. Peraltro al termine di quella partita il patron Lo Monaco ci ha comunicato che avrebbe firmato la cauzione assicurativa e dopo 45 minuti i pullman erano al San Filippo. Tengo a sottolineare che i pullman danneggiati ed imbrattati sono già stati riparati e sono tornati in servizio”.

Il nuovo sofisticatissimo sistema di videosorveglianza dello stadio San Filippo

Il nuovo sofisticatissimo sistema di videosorveglianza dello stadio San Filippo

Dal momento che Prefettura e Questura non hanno ancora fissato un incontro risolutivo, sarà lo stesso Accorinti a farsi promotore di un tavolo tecnico: “In vista degli incontri successivi il Prefetto chiede un piano per il trasferimento e per questo dovremo sederci al tavolo. Inviteremo noi stessi Trotta ed i vertici dell’ACR Messina, per evitare che questa situazione si riproponga in occasione del derby del 25 gennaio con la Reggina o ancora in seguito con la Salernitana o altri club. Ci chiediamo anche perché per il futuro non possano essere messi a disposizione dei pullman dei Carabinieri, della Finanza, della Marina Militare o dell’Esercito. Se danneggi uno di quelli dovrai sicuramente risponderne e pagare i danni. Peraltro in quel caso non vi sarebbe più un autista dell’ATM a rischio ma personale in grado di fronteggiare eventuali problematiche. Nel prossimo tavolo tecnico avanzeremo questa proposta, senza nessuna polemica, ma perché crediamo nella collaborazione tra le Istituzioni”.

Accorinti ha tenuto a puntualizzare l’impegno dell’Amministrazione sul tema dei trasporti: “Ricordo che abbiamo ereditato un’Azienda con appena dodici autobus in servizio, che peraltro non presentava da undici anni il bilancio! Oggi i pullman a disposizione della città sono quaranta. Chi non può arrivare nei villaggi più periferici si lamenta giustamente ma noi stiamo facendo sacrifici immani per migliorare il servizio”.

Commenta su Facebook

commenti