Zeman ha firmato la svolta. Altre novità dal mercato prima della sosta

MessinaIl Messina celebra la quarta vittoria in sei gare (foto Giovanni Isolino)

La cura Zeman ha sortito gli effetti sperati e le prossime festività natalizie, utili per rifiatare dopo quasi quattro mesi intensi, saranno anche l’occasione per mettere altra benzina nelle gambe. L’ex tecnico della Reggina d’altronde aveva già annunciato a chiare lettere che le due settimane di sosta del campionato avrebbero consentito di effettuare un richiamo della preparazione estiva che, peraltro, è stata messa in discussione dopo i risultati altalenanti delle gestioni Cazzarò e Rando.

Ma prima c’è lo scoglio Giugliano da affrontare al meglio per chiudere con il punto esclamativo un 2019 in cui l’Acr – per la terza stagione consecutiva – è stato chiamato a correggere in corsa una rotta sbagliata. La classifica finalmente sorride e il terzo posto alle spalle delle lanciatissime Palermo e Savoia è adesso distante appena due lunghezze. Anche se il Troina deve ancora recuperare gli ultimi 36 minuti della sfida sul campo del Corigliano, ferma sullo 0-0 dopo la sospensione per maltempo. I campani rappresentano un test probante, anche perché hanno conquistato ben 19 dei loro 26 punti tra le mura amiche.

Karel Zeman

Il tecnico Karel Zeman concentrato in panchina

Il mercato è coinciso con ben dieci partenze, utili per sfoltire una rosa sovradimensionata rispetto alle reali esigenze, anche in virtù dell’immediata eliminazione dalla Coppa Italia. Considerando che svariati under erano già fuori dal progetto, la sessione invernale è stata caratterizzata principalmente dalle cessioni di sei over, dei quali appena due (Coralli e Ott Vale) realmente impiegati con costanza.

Hanno invece esordito tutti i cinque volti nuovi, con Rossetti – già celebrato da Zeman – subito in rete e Lavrendi divenuto in fretta un elemento cardine del centrocampo. C’è grande attesa per l’altro centrocampista Danza e in avanti per Manfrè, che ha firmato già sei reti l’anno scorso ad Acireale. Dirigenza e staff tecnico sperano infine di vincere la scommessa Famà, all’esordio in D dopo avere segnato tanto nelle categorie inferiori. Previsti gli innesti di altri due over, possibilmente già entro la scadenza del 23 dicembre: un difensore, in grado di rimpiazzare Giordano e Forte, peraltro poco impiegati, e un attaccante.

Manfrè Cataldi

Manfrè Cataldi in azione contro la Palmese

A gennaio, all’apertura della sessione dedicata ai club professionistici, arriveranno invece due under, anche perché il grave infortunio rimediato da Orlando priva il Messina del giovane più talentuoso, tuttora secondo miglior marcatore di squadra. Il primo si allena già da dieci giorni con i compagni ed è l’attaccante Vincenzo Occhiuto, 2001 che dopo l’esperienza di Palmi ha varcato lo Stretto ed attende soltanto il placet della Vibonese, che lo girerà in prestito, per fare il suo esordio in giallorosso.

In uscita, si lavora per l’eventuale partenza di Siclari, che di fatto è fuori rosa. La proprietà d’altronde ha ridotto il monte ingaggi, mantenendo immutate le ambizioni. La nuova gestione tecnica, caratterizzata fin qui da quattro successi in sei gare, sembra propiziare un’altra rimonta, come quelle firmate da Modica e Biagioni, e questa volta il lieto fine, e la qualificazione play-off, sembrano alla portata. Con rinnovata fiducia, società, dirigenza, staff e squadra hanno appena celebrato nella tradizionale cena per le festività un Natale che potrà essere più sereno con un risultato positivo in terra campana.

Pietro Sciotto

Il presidente Pietro Sciotto con il figlio

Questo il riepilogo relativo al mercato invernale.
Arrivi – Dejan DANZA (c, 1995; Calvina); Giovanni LAVRENDI (c, 1986; Castrovillari); Charlie FAMÀ (a, 1992; Sporting Taormina); Matteo MANFRÈ CATALDI (a, 1999; Sicula Leonzio); Vincenzo OCCHIUTO (a, 2001; Vibonese, prestito); Mattia ROSSETTI (a, 1996; Catania).
Partenze – Francesco FORTE (d, 1998; Fidelis Andria), Paolo GAMBINO (d, 2000; Taranto, fine prestito); Antonello GIORDANO (d, 1988; svincolato); Simone MARFELLA (d, 1999; svincolato); Eugenio NARDELLI (d, 2001; svincolato); Facundo Gustavo OTT VALE (c, 1993; Acireale); Claudio CORALLI (a, 1983; Aglianese); Gennaro ESPOSITO (a, 1984; Giugliano); Santi MANCUSO (a, 2001; Scalea); Christian SUMA (a, 2000; Marina di Ragusa).

Cristiani

Cristiani è un punto fermo del centrocampo

Di seguito la rosa aggiornata dell’Acr Messina. 
Portieri – Gabriele ALLERUZZO (2002); Michele AVELLA (2000); Alessio POZZI (2000).
Difensori – Francesco BARBERA (2001); Francesco BRUNO (1990); Vincenzo DE MEIO (2000); Alessandro FRAPAGANE (1994); Domenico STRUMBO (2000); Gaetano UNGARO (1987).
Centrocampisti – Giuseppe BONASERA (2001); Fabio BOSSA (1998); Francesco BUONO (1999); Nicolò CAPILLI (2002); Alessio CRISTIANI (1989); Dejan DANZA (1995); Giovanni LAVRENDI (1986); Gianluca SAMPIETRO (1993); Francesco SAVERINO (2001).
Attaccanti – Angelo CAFARELLA (2001); Antonio CRUCITTI (1987); Charlie FAMÀ (1992); Matteo MANFRÈ CATALDI (1999); Vincenzo OCCHIUTO (2001; disponibile da gennaio); Francesco Pio ORLANDO (2001); Mattia ROSSETTI (a, 1996); Giuseppe SICLARI (1986).

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva