Zanini: “Al 99% sarò un calciatore del Messina”. Sfruttato un doppio canale

Matteo ZaniniMatteo Zanini

Dopo il centrocampista Bramati ed il portiere Addario (clicca qui per la scheda del nuovo estremo difensore), entrambi ex Savona al pari di Giorgione e Biondo, e dopo il talentuoso attaccante Salvemini (clicca qui per l’intervista al suo procuratore), che arriverà in prestito dalla Ternana, il Messina si assicura un rinforzo anche per la difesa.

Matteo Zanini

Zanini in azione sulla corsia sinistra con la maglia del Cosenza

È praticamente definito infatti l’ingaggio del difensore Matteo Zanini, come conferma il diretto interessato: “Attendo soltanto la formalizzazione dello svincolo automatico dalla Torres, club che è stato appena retrocesso in serie D. Con il Messina abbiamo praticamente definito l’accordo, per cui posso dirvi che al 99% ripartirò dalla Sicilia”. Da un’isola all’altra, dopo la breve permanenza in Sardegna ed un triennio da protagonista in Lega Pro: “Il girone lo conosco, perché l’anno scorso ho giocato a Cosenza (22 le presenze, ndc). In precedenza ho militato per due stagioni a Pavia, vicino casa”. Originario di Lodi, ha disputato 45 gare nella formazione lombarda che militava in Prima Divisione.

Un intervento in scivolata di Matteo Zanini

Un intervento in scivolata di Matteo Zanini

Zanini, elemento duttile che predilige la corsia sinistra ma con i lupi ha agito anche a destra, ha le idee chiare: “Non ho conoscenze dirette nella rosa del Messina ma ovviamente è arrivata anche a me la fama del mister Arturo Di Napoli. Mi aspetto un campionato tosto, con le solite protagoniste annunciate, come il Benevento, la Juve Stabia, ma anche il Cosenza. Spero di fare bene, anche perché l’anno prossimo non sarò più un under. Punto a disputare un bel campionato, per ambire magari a categorie superiori”.

Sfruttato un doppio canale preferenziale, con Rino Foschi, il direttore dell’area tecnica del Cesena, che lo cederà in prestito al Messina e che detiene anche il cartellino del difensore Luigi Palumbo, altro calciatore destinato ad indossare il giallorosso, ed il procuratore Gaetano Fedele, che assiste anche il portiere Alfonso De Lucia, altro elemento affiancato in queste ore ai giallorossi. Ora dopo ora, continua quindi a prendere forma il nuovo organico dell’ACR, atteso dall’esordio ufficiale tra meno di due settimane, dopo il mancato rinvio della seconda giornata del prossimo torneo di Lega Pro.

Matteo Zanini

Matteo Zanini, qui con la maglia del Pavia, contesta una decisione arbitrale

Questa la rosa provvisoria della prima squadra dopo gli innesti di Bramati, Addario, Salvemini e Zanini: 
Portieri – Stefano Addario (‘93), Lidio Hoxhaj (‘96), Riccardo La Ferrara (’96).
Difensori – Daniele Biondo (‘91), Amilcare Fiumara (‘98), Marco Manetta (‘91), Alessandro Parisi (‘77), Genny Russo (‘95), Matteo Zanini (’94).
Centrocampisti – Sem Addamo (‘95), Fabio Bossa (‘98), Fabrizio Massimo Bramati (’93), Carmine Giorgione (‘91), Domenico Messina (‘95).
Attaccanti – Salvatore Cocuzza (‘87), Sebastiano Longo (‘98), Filippo Perfetto (’96), Francesco Paolo Salvemini (’96), Angelo Scalzone (’89), Giovanni Sciliberto (‘97).

Commenta su Facebook

commenti