La WP Despar Messina si qualifica per la Final Four di Coppa Italia

Garibotti al tiro
sevenich

L’olandese Sevenich andata cinque volte a segno

La Waterpolo Despar Messina concede il bis. Dopo l’Orizzonte Catania supera anche il Cosenza e vola verso la Final Four di Coppa Italia,dove, a marzo, incontrerà Imperia, Padova e la migliore delle seconde. 13-6 il finale a favore delle peloritane in una gara senza storia. Troppo ampio il divario con le silane, appena neopromosse nella massima serie. Tra le note positive di giornata, le reti segnate dalla WP Despar in superiorità numerica, il poker di Sevenich, che era rimasta a secco contro l’Orizzonte, e la solita cinquina di Garibotti, devastante in zona tiro. Il “sette” di Luca Tarquini appare pronto per il campionato e per il debutto di sabato prossimo alla “Cascione” di Imperia contro le campionesse in carica.

CRONACA- Con la ferocia delle grandi, il club del patron Felice Genovese azzanna subito l’avversario e tra il primo e il secondo tempo si porta sul 6-0 con Radicchi, Starace, due volte Garibotti, Sevenich e Aiello. Il Cosenza soffre l’avvio sprint delle padroni di casa, ma lotta con generosità e si sblocca con Marani e Vitaliti, marcature inframmezzate dal secondo gol di Sevenich. Più equilibrato il terzo tempo. Le peloritane mollano la presa anche se Garibotti si conferma cecchino implacabile mettendo altri due timbri. Per le silane realizzano Motta e Vitaliti. Nell’ultima frazione, Bosurgi e compagne dimostrano di avere ancora “fame”, segnando a ripetizione con Garibotti, Aiello e con Sevenich. L’olandese firma una doppietta di classe, un premio per la sua grande tenacia e resistenza alle spietate marcature quasi al limite, e forse oltre, del regolamento. Nel finale gloria anche per due giovanissime, il secondo portiere Laganà e Marchetti che, per l’emozione, fallisce un rigore. Arancini e Motta rendono il punteggio meno pesante per un Cosenza comunque propositivo e con alcune buone individualità. Nell’ultima partita del girone il Cosenza ha battuto l’Orizzonte Catania (11-8), piazzandosi al secondo posto e si giocherà l’accesso alla final four con le altre seconde.

COMMENTI – Luca Tarquini che è moderatamente soddisfatto: “La squadra ha dato segnali di crescita. I gol in superiorità scaturiscono da una intesa migliore che perfezioneremo nel tempo. Intanto ci godiamo il primo traguardo, che dedichiamo alla società, in attesa del debutto in campionato ad Imperia”.

Classifica: WP Despar Messina 6, Città di Cosenza 3. GS Orizzonte CT 0.

TABELLINO Waterpolo Despar Messina-Città di Cosenza 13-6 (3-0, 4-2, 2-2, 4-2)

Waterpolo Despar Messina: Sparano, Apilongo, Gitto, Starace 1, Morvillo, Radicchi 1, Garibotti 5 (2 rig), Sevenich 4, Marchetti, R. Aiello 2, Avola, Bosurgi, Laganà. All. Tarquini.
Città di Cosenza: Nigro, Citino, Gallo, De Mari, Vitaliti 2, Gil, Marani 1, Nicolai, Arancini 1, Zaffina, Motta 2, Presta, Manna. All. Posterivo.
Arbitri: Magnesia e Del Bosco.

TABELLINO GS Orizzonte CT-Città di Cosenza 8-11 (4-2, 0-2, 2-3, 2-4)

GS Orizzonte CT: Harache, F. Aiello, Di Stefano 1, Amedeo, Di Mario 1, Grillo 1, V. Palmieri, Marletta 3, Battaglia, G. Aiello, Riccioli 1, Lombardo 1, Schillaci. All. Miceli.
Città di Cosenza: Nigro, Citino 3, Gallo 1, De Mari, Vitaliti 2, Gil 1, Marani 1, Nicolai 1, Arancini 2 (2 rig), Zaffina, Motta, De Cuia, Manna. All. Posterivo.
Arbitri: Lo Dico e Del Bosco.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti