Volata vincente per la Sigma contro Jesi. Terza affermazione consecutiva, consolidato il quarto posto (VIDEO)

La goia a fine gara dei giocatori della Sigma Barcellona
La goia a fine gara dei giocatori della Sigma Barcellona

La goia a fine gara dei giocatori della Sigma Barcellona

La Sigma Barcellona archivia la settimana più tribolata della stagione sul fronte infortuni rituffandosi nel pieno del clima campionato che, per la ventitreesima giornata del torneo di Adecco Gold, la vede opposta al PalAlberti alla pericolante Fileni Jesi. I marchigiani nono hanno mai vinto lontano dalle mura amiche (0-11 il dato) ma nelle ultime settimane di mercato hanno potenziato il roster ovviando alla doppia pesante assenza di Goldwire, capocannoniere principe del campionato e del pivot Mason Rocca (in predicato di cambiar squadra) con il forte tiratore Hoover e il lungo Di Giuliomaria, transitato per due settimane proprio da Barcellona. I giallorossi di coach Marco Calvani, che festeggia oggi il suo compleanno, dovranno fare a meno della duttilità tattica di Ganeto, fermatosi nell’allenamento di mercoledì per un problema all’adduttore ma dopo diverse settimane registrano il ritorno in distinta di Toppo, che ha ultimato il percorso di riabilitazione dopo l’intervento al ginocchio eseguito a Firenze. Anche le condizioni di capitan Maresca andranno valutate dopo che l’ex giocatore di Caserta ha saltato la trasferta di Imola. Tra i temi caldi del momento c’è anche il mercato, la finestra per tesserare un nuovo atleta scadrà giorno 28 e sono tante le trattative che il GM Antonello Riva sta attenzionando ma di questo si parlerà solo dopo la partita.
La cronaca: Tra i cori dei tifosi il coach romano Calvani schiera il quintetto composto da Collins, Young, la novità nei titolari rappresentata dall’under Iurato, Natali e Fantoni, sul fronte opposto Jesi risponde con Borsato, MiglioriSantiangeli, Jukic e Maggioli. La difesa giallorossa parte al meglio costringendo i marchigiani all’errore per tre azioni consecutivi, i primi punti dell’incontro arrivano grazie all’atletismo di Young. Collins calpesta la linea e il suo tiro non è da tre per questioni di centimetri, poi lo spettacolo è servito sull’asse tutto americano Collins-Young che appoggia a canestro il comodo assist del compagno (6-0). Jesi spezza il digiuno, tre minuti senza segnare con Maggioli, ma Barcellona mostra il carattere e scappa via con la tripla dello specialista Natali e il canestro da sotto di Fantoni (11-2) ancora su assist del play nativo di Crisfield. Dopo il time out di Coen Jukic segna il secondo canestro ospite ma Fantoni in fotocopia aggiunge due punti al tabellone (13-4). Il jump di Natali (già a quota 5) manda in doppia cifra di vantaggio la Sigma. In questo frangente s’accende lo jesino Hoover che indovina due triple, intervallate da quella di Natali, uomo in più in questo avvio. Tra i locali al festival del canestro s’aggiunge il play Pinton che appena entrato trova la conclusione dall’arco (21-10). La Fileni prova a reagire ma solo con Hoover (9 punti con 3/3 dall’arco) mentre la manovra offensiva di Barcellona convince e fa segnare Filloy con un bel reverse (23-13). Calvani decide di rischiare anche Toppo facendo rifiatare Fantoni, Young segna due tiri liberi con i giocatori di casa che si buttano su tutti i palloni vaganti riscuotendo i favori del pubblico. Il lungo ex Pistoia dimostra di aver superato i problemi fisici, segnando subendo il fallo e chiudendo un primo quarto da favola per Barcellona che comanda i giochi con 14 punti di vantaggio (27-13 il finale). Per la Sigma ben sette uomini a segno ed un ottimo 70% da due (11 su 16), tre triple ed undici rimbalzi conquistati a fronte dei quattro degli ospiti.
Il secondo quarto si apre col canestro di Santiangeli in una frazione che conferma i ritmi sostenuti già visti nei primi dieci minuti di gioco. Jesi si riporta sul meno dieci (27-17) grazie ai liberi di Bonfiglio con Barcellona in astinenza offensiva da oltre tre minuti. La riscossa la regala Filloy che prima sotto il suo canestro stoppa Jukic poi trova il canestro oltre l’arco che riallunga il margine a favore della sua squadra ed accende l’entusiasmo dei tifosi. Le percentuali dal campo s’abbassano vertiginosamente per le due squadre (3-4 il parziale), è Santiangeli a confermarsi particolarmente ispirato (6 punti nel quarto) trovando un canestro e due liberi che riportano la Fileni in singola cifra di svantaggio sul 30-21. Young fa 0/2 ai liberi ed il successivo canestro di Jukic suona un primo campanello d’allarme su una possibile rimonta ospite. E’ lo stesso ex paladino a completare un prezioso gioco da tre punti che rida fiato alla Sigma (33-23). Il finale è tutto di marca jesina col fugace ex Di Giuliomaria che segna un libero al quale Maggioli ne aggiunge due. Allo scadere è Borsato a trovare il canestro del meno cinque (33-28) che chiude un quarto in cui i padroni di casa segnano appena sei punti a fronte dei quindici marchiati Fileni. Si conclude un primo tempo double-face per Barcellona autorevole nei primi dieci minuti ed in difficoltà nel proseguo acuito dal deficitario 1 su 7 da tre e da un maggiore equilibrio a rimbalzo (18 pari il dato delle carambole). Tra i singoli Young e Hoover si fermano subito sotto la doppia cifra.

Fiorello Toppo è tornato in campo dopo l'infortunio al ginocchio

Il pivot Fiorello Toppo è tornato in campo dopo l’infortunio al ginocchio

Alla ripresa del gioco Barcellona conferma i primi cinque sul parquet ed allo scadere dei ventiquattro segna con Young, per Jesi riponde Jukic, poi il pubblico s’infiamma per la tripla frontale di Iurato che corona così una prestazione certamente generosa sui due lati del campo (38-30). La rimonta della Fileni non si arresta e con due liberi del prolifico Santiangeli (a quota 8) ed un canestro di capitan Maggioli il team arancioblu è a contatto sul 38-34. Young (il miglior realizzatore con 13 punti) fa respirare i suoi ma Maggioli entra decisamente in partita con la prima tripla del suo incontro e Jesi è ad un solo possesso di distanza dalla Sigma (40-37). Gli ospiti con un libero di Santiangeli limano ulteriormente lo svantaggio, ci pensa il giallorosso Fantoni ben imbeccato dai compagni a smuovere il tabellino di casa. Sui due lati del campo due tiri comodi di Borsato e Young escono con la complicità del tabellone e la situazione rimane immutata. Il pivot Fantoni accentra il gioco dei suoi in questa fase, prima fa 0/2 ai liberi ma conquista un rimbalzo offensivo e subisce il fallo che lo rimanda in lunetta dove questa volta è perfetto ridando il più sei (44-38) alla Sigma. Barcellona ricostruisce il vantaggio iniziale interamente a cronometro fermo prima con Young (2/2) e poi con Filloy (1/2) che riallungano le distanze tra le due squadre, attualmente ferme sul 47-39. Il vantaggio in doppia cifra matura proprio allo scadere del terzo quarto ad opera di Toppo che, su assist di Pinton, segna il suo secondo canestro della serata che dopo l’infortunio lo ripropone al clima agonistico. Al trentesimo minuto la Sigma conduce i giochi per 49-39.

Michele Maggioli al tiro da due, 22 punti per il totem marchigiano

Michele Maggioli al tiro da due, 22 punti per il totem marchigiano

L’ultimo quarto vede Jesi molto combattiva nel tentativo di recupero e viene inaugurato dal canestro di Maggioli (12 punti). Per i locali è ancora il lungo nativo di Asmara a fare un 1/2 ai liberi prima del canestro in avvitamento di Collins (4 punti ma ben 9 assist) che riporta la Sigma ad undici punti di vantaggio (52-41). La squadra di Calvani vuole evitare pericolosi finali punto a punto e con i liberi di Young ritorna sul più 13. Jesi non ci sta e reagisce con i punti di Maggioli e Migliori (tripla) ma la giocata da sottolineare è l’assist dietro la schiena di Toppo per Filloy che appoggia facilmente a canestro per il 56-46. La Fileni prova a lanciare la volata negli ultimi quattro minuti di partita con la tripla di Maggioli (uomo in più in questo finale) e il canestro di Santiangeli che riportano a meno cinque i marchigiani. La Sigma in attacco sfrutta solo parzialmente l’occasione con Collins (1/2), dall’altro lato Jesi non ammette soste con Maggioli e Borsato (tripla) rendendo vano il canestro in percussione di Young (59-56). Lo stesso giocatore nativo dell’Indiana non si fa pregare e realizza una tripla fondamentale a poco più di due minuti dal termine che vale il nuovo più sei. La squadra di Coen però non esce mai dal match e con un libero di Santiangeli e la seconda tripla in fila di Borsato risale sino al meno due (62-60). Nell’azione più importante della gara è Young a conquistare un rimbalzo offensivo e poi subire fallo antisportivo da un ingenuo Migliori. Dalla lunetta Young realizza il più quattro poi scappa in campo aperto dopo aver ricevuto palla dalla rimessa, lucrando altri due liberi che fissano il punteggio sul 66-60. Il giocatore americano sale così a 26 punti ma commette una disattenzione in difesa spendendo fallo su Migliori che segna (66-62). Il finale si decide tutto dai liberi, Pinton commette un pesante 0/2, Jesi segna subito trovando un’affondata di Santiangeli. Sull’azione seguente la mano di Collins non trema (68-64) ma dopo il time out la Fileni pesca la tripla di un immenso Maggioli (a quota 22) che rida il -1 ai suoi a 20” dalla fine. Come con Forlì è una schiacciata poderosa di Young a riportare avanti la Sigma (70-67) che poi decide di commettere fallo su Santiangeli (un fattore a quota 18), che dalla linea della carità prolunga il finale punto a punto. Un 4/4 a gioco fermo di Collins ed una palla recuperata da Young direttamente dalla rimessa decidono una sfida combattuta e non semplice per Barcellona. Il finale è 76-70. Si tratta della quattordicesima vittoria stagionale, l’ottava casalinga, la quinta della gestione Calvani e la terza consecutiva per una squadra che si mantiene a stretto contatto con le prime tre della graduatoria. Prossimo impegno sul difficile parquet di Biella, severo banco di prova ma la Sigma per una settimana può sorridere per una classifica più veritiera sui suoi reali valori.

Un canestro in sospensione di Alex Young, mattatore dell'incontro con 30 punti

Un canestro in sospensione di Alex Young, mattatore dell’incontro con 30 punti

Sigma Barcellona-Fileni BPA Jesi 76-70
Parziali: 27-13; 33-28 (6-15); 49-39 (16-11); 76-70 (27-31)
Sigma Barcellona: Young 30, Toppo 5, Maresca (k ne), Natali 8, Collins 11, Filloy 8, De Leo ne, Iurato 3, Pinton 3, Fantoni 4. All: Calvani
Jesi: Maggioli (k) 22, Borsato 8, Fallucca, Jukic 6, Esposito, Bonfiglio 2, Santiangeli 18, Hoover 10, Migliori 3, Di Giuliomaria 1. All: Coen
Arbitri: Borgo, Scudiero e Maffei

Questo il video con le migliori azioni della sfida tra Fileni Jesi e Sigma Barcellona:

Commenta su Facebook

commenti