Promozione – Nibali illude il Sinagra, un doppio Ghartey e La Speme riabilitano il Pistunina

Pistunina e Sinagra prima dell'inizio (scatto di R.S.)
L'attaccante del Pistunina Precious Ghartey (scatto di R.S.)

L’attaccante del Pistunina Precious Ghartey (scatto di R.S.)

Tutto secondo copione al “Garden Sport”, dove il Pistunina travolge il Sinagra ben oltre il 3 a 1 finale. Solo alcune prodezze del portiere Giuttari, una traversa e qualche errore di mira limitano il passivo dei nebroidei, trovatisi casualmente in vantaggio per primi dopo 27’ sull’unica da loro insidia creata alla porta di Di Pietro, per il resto inoperoso se non per l’ordinaria amministrazione. Ma è solo una parentesi, poiché in soli quattro minuti i padroni di casa riprendono totalmente in mano il controllo del match. E’ la domenica di Prezioso Ghartey, autore di una doppietta personale che gli consente di salire a quota 7 nella classifica marcatori del girone B di Promozione. Nel conto vanno aggiunte anche le cinque reti di Coppa Italia, per un bottino totale di 12. “Gesú mio non mi abbandonare, il gol piú importante lo devo ancora segnare!”, ha scritto nel suo profilo l’attaccante messinese, lasciando intendere il riferimento al proprio sogno di diventare un calciatore professionista.

Adesso  Danilo Munafò e compagni, sempre più saldi al quinto posto nel girone B di Promozione, pensano già alla trasferta di sabato prossimo al “Bacigalupo” di Taormina: una gara da vincere a tutti i costi, quella in casa dello Sporting Taormina vicecapolista (peraltro già battuto a domicilio in Coppa Italia) per ridurre il ritardo in classifica dagli attuali 11 punti (se finisse oggi il torneo, il Pistunina sarebbe fuori dai play-off) a quota 8.
L’avvio di gara è da incubo per il Sinagra: dopo 41 secondi, su errato disimpegno di Aiello, Ghartey s’impossessa della sfera costringendo Giuttari a rifugiarsi in corner. Sul relativo tiro dalla bandierina destra di Ingemi, il portiere nebroideo compie la seconda prodezza di fila stavolta su Foresta.
Al 7’, su traversone da destra di Espinosa, D’Angelo incorna di poco a lato alla destra del portiere. 25’ Giuttari devia in tuffo una punizione da una ventina di metri di Ingemi, sulla relativa respinta Durante rimette la palla in mezzo all’area per La Speme la cui conclusione viene ribattuta sulla linea di porta da Aiello.

Fausto Nibali, autore del provvisorio vantaggio del Sinagra (scatto di R.S.)

Fausto Nibali, autore del provvisorio vantaggio del Sinagra (scatto di R.S.)

18’: sul quarto corner per i padroni di casa, Ingemi imbecca Ghartey il quale dalla corta distanza calcia di potenza fallendo completamente il bersaglio. Al 21’ ci riprova dalla trequarti destra il solito Ingemi, la sfera si spegne a lato. Al 27’, però, la retroguardia messinese si fa pescare completamente fuori posizione, e così Gaudio taglia da sinistra a destra per Pintabona sulla cui rasoiata si fa trovare pronto sottoporta il “sempreverde” Fausto Nibali (classe ’71, una vita spesa in questi campionati specie nelle file della Sfarandina anni ‘90) che piazza il piattone  vincente (0-1).
Veemente la reazione del Pistunina: al 30’ Ingemi apre sulla destra per Foresta, il cui perfetto traversone dal fondo pesca sul secondo palo la testa di Ghartey  che stavolta non sbaglia (2-1). Il Sinagra va in bambola, e dopo nemmeno un minuto lo stesso coloured messinese serve l’assist a La Speme lesto a freddare in uscita Giuttari (2-1). Al 45’ Prezioso, perfettamente imbeccato dal solito Ingemi, ha persino la palla del possibile tre a uno ma la sua bordata da pochi metri s’infrange sulla traversa.

Anfuso anticipa Ingemi in elevazione (scatto di R.S.)

Anfuso anticipa Ingemi in elevazione (scatto di R.S.)

Nell’intervallo il trainer del Pistunina Nello Miano, stufo di veder battibeccare tra loro Ingemi e Angrisani, e per di più sul risultato favorevole alla propria squadra, decide di usare il “pugno duro” lasciandoli entrambi a meditare negli spogliatoi. Al loro posto subentrano Maurizio Mangano e Giovanni Ginagò, in uno scacchiere rivoltato come un calzino. Nella ripresa, a parte il repentino abbassamento di temperatura (dal piacevole tepore del primo tempo si passa, attorno al 10′, a una perturbazione fredda di maestrale con alcune gocce di pioggia  il Pistunina toglie per un po’ il piede dall’acceleratore lasciando l’iniziativa al Sinagra che però non crea alcuna insidia. Tanto che al 20’ arriva la terza dei rete dei locali, seconda personale di Ghartey, il quale nell’area piccola deve soltanto appoggiare la sfera in fondo alla rete avversaria, dopo un assist da sinistra di Ginagò innescato in contropiede da D’Angelo (3-1). E al 43’ potrebbe anche arrivare il poker per il Pistunina, ma La Speme non sfrutta a dovere il suggerimento di capitan Coppola calciando troppo debolmente.

PISTUNINA-SINAGRA 3-1
PISTUNINA: Di Pietro P., Espinosa, Munafò S., Foresta, Angrisani (1’st Mangano), Munafò D. (36’st Coppola), Ghartey P., Durante, La Speme, Ingemi (1’st Ginagò), D’Angelo. All. Nello Miano.
SINAGRA: Giuttari, Anfuso, Aiello, Aquilia, Caminiti (6’st Salpietro), Bonanno, Gregorio, Nibali, Pintabona, Gaudio (26’st Bucale), Giordano (36’st Mancuso). All. Andrea Ioppolo.
ARBITRO: Di Gregorio di Catania (Assistenti Pittèra e Maccarrone di Acireale).
RETI: 27’pt Nibali, 30’pt e 20’st Ghartey P., 31’pt La Speme.
NOTE: corner 7-2 per il Pistunina. Recuperi 1’ e 4’. Ammoniti Durante (P), Munafò D. (P), Anfuso (S, gioco falloso), Aquilia (S, gioco falloso), D’Angelo (P, condotta non regolamentare)

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com