Vigilia di semifinale. Valmontone, Gentili: “Barcellona è forte ma non imbattibile”

ValmontoneMirko Gentili (Valmontone)

In casa Virtus Valmontone è la vigilia di gara-1 di una storica semifinale play off. Fra Valmontone e il Basket Barcellona chi vince la serie su cinque gare approderà alla finale del Tabellone D.

Per i casilini settimana dedicata al lavoro di preparazione tattico ed atletico dopo le emozioni del vittorioso match di domenica scorsa a Pescara. «Quando siamo andati sotto di 18 punti pensare alla semifinale sembrava dura ricorda Mirko Gentili (ex Green Palermo) Ma dentro di noi sapevamo che in qualche modo, come è accaduto tante altre volte, l’avremo ripresa. Ci siamo seduti, ci siamo guardati e piano piano, punto su punto, siamo tornati lì. Ora le sensazioni sono più che positive. Dopo un’ultima parte di stagione regolare non esaltante, siamo stati bravi a ritrovarci facendo vedere una buona pallacanestro fatta di talento e fisicità. Abbiamo fatto la storia; ora siamo in ballo e quindi balliamo».

Valmontone

Virtus Valmontone – foto Caracciolo

Entusiasmo e vittorie sono carburante buono per riempiere il serbatoio. 
«Il gruppo sta bene 
conferma Gentili ma, a dir la verità, è sempre stato unito. Forse fisicamente non saremo al top ma faccio fatica a credere che, arrivati a questo punto della stagione, ci siano squadre al massimo. Di testa stiamo bene e questo è ciò che conta. Per me personalmente, poi, è presto per trarre un bilancio… In gara-3 con Pescara ho sbagliato tiri aperti che in gara 2 avevo messo, però i playoff sono così: si gioca ogni 2 giorni e può succedere di fare sempre canestro o di non farlo mai. L’importante è farsi trovare sempre pronto e di fare qualsiasi cosa per portare a casa la vittoria».

La squadra è in partenza per la Sicilia, dove si giocheranno le prime due gare di questa serie.
«Con le prime due gare in casa, la pressione è tutta dalla loro parte – dice Mirko – Abbiamo preparato la prima sfida come tutte le altre. Abbiamo visto come giocano e sappiamo i loro pregi ed i loro difetti. Sono una squadra quadrata, fisica, non si arriva primi per caso però già in casa durante la regular season siamo riusciti a batterli quindi non sono imbattibili. Cercheranno di metterla su velocità e fisicità. Ma se noi riusciamo ad imporre il nostro ritmo a metà campo possiamo impensierirli. Dobbiamo giocare liberi di testa e cercando di fare quello che sappiamo fare meglio. Qui di talento e voglia di vincere ce n’è tanta».

Chi sarà, per Mirko Gentili, l’uomo del match in gara-1?
«Punto su Bisconti – conclude – E’ un ex e di queste partite ne ha giocate tante. Sicuramente saprà come guidarci anche perché, durante il campionato, quando siamo venuti a giocare a Barcellona lui si è dimenticato di giocare l’ultimo quarto … Forse perché già sapeva che saremo tornati più in là».

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com