Un’Orsa Barcellona combattiva cede nel secondo tempo sul campo di Catanzaro

Orsa BarcellonaJosue Bangu in azione

Sconfitta esterna per l’Orsa Barcellona di coach Biondo, impegnata sul difficile campo di Catanzaro nella seconda giornata della fase a orologio del campionato di serie C Gold Memorial Fathallah. Gli “orsacchiotti” partono forte con un parziale di 4-0 firmato da Kraljic e Babacar (al rientro insieme a Bangu dopo la squalifica), a cui rispondono i padroni di casa con nove punti consecutivi da parte di Procopio, Casale e Fall.

Orsa Barcellona

Babacar è andato in doppia cifra al rientro (foto Marco Barresi)

Coach Biondo chiama time-out per riordinare le idee, ma sono sempre i calabresi a trovare la via del canestro con gli orsacchiotti che devono fare a meno di Grbic, uscito per una botta, sicuramente tra i più positivi nelle ultime uscite stagionali. La tripla di Babacar da una parte e di Rotundo dall’altra chiudono il primo quarto sul punteggio di 25-13.

Il secondo quarto inizia con un canestro di Sereni, vecchia conoscenza del basket barcellonese. L’Orsa tiene botta realizzando un parziale di 24-15 supportata dalle triple di Bucci, Todorovic e Bergaudas, il quale realizza otto punti consecutivi che costringono coach Di Martino a chiamare time-out(40-37). Gli ospiti continuano a macinare gioco e con quattro liberi, realizzati da Kraljic e Golubovic, passano in vantaggio sul 43-42, prima che sei punti consecutivi dei padroni di casa concludano il primo tempo sul parziale di 48-43.

Orsa Barcellona

Anche Ryan Bucci ha chiuso la sfida in doppia cifra (foto Marco Barresi)

Il terzo quarto permette ai padroni di casa di rosicchiare qualche altro punto sui giovani siciliani, che mettono comunque in mostra una grande forza di volontà dimostrando di non meritare assolutamente l’attuale posizione in classifica. Tra i calabresi spicca Casale, con sette punti realizzati in questo quarto, mentre gli orsacchiotti trovano in Bergaudas il loro principale terminale offensivo. La penultima sirena è risuonata sul punteggio di 65-55.

Il quarto parziale ha inizio con una serie di canestri da entrambe le parti. Da citare indubbiamente il bel gesto di fair play di Babacar, che sul 72-61 per gli avversari ammette di aver realizzato lui l’ultimo tocco e concede una rimessa dal fondo alla Mastria. I padroni di casa chiudono il match con i canestri di Procopio e Rotundo, rispettivamente sette e nove punti nel solo quarto periodo, con l’Orsa che invece si aggrappa al giovane Bangu.

Orsa Barcellona

Foto di gruppo per l’Orsa Barcellona (foto Barresi)

Il finale è 89-71 per la Mastria Catanzaro, che ha sviluppato un ottimo gioco corale. Barcellona ha mostrato sicuramente qualche passo in avanti, rispetto alle ultime uscite stagionali, e da domani si ritroveranno in palestra per preparare il derby di domenica 27 febbraio contro la Basket School Messina al PalAlberti (palla a due alle ore 18).

Mastria Espresso Sport Academy-Point Line Barcellona 89-71
Mastria Espresso Sport Academy: Corapi R., Procopio 16, Casale 11, Rotundo 18, Corapi M. 2, Fall 12, Brugnano, Agosto, Sereni 11, Shvets 4, Mastria 2, Mavric 13. All. Di Martino.
Point Line Barcellona: Golubovic 2, Bucci 13, Kraljic 12, Grbic, Todorovic 6, Seye 13, Antoniani, Angius 1, Bergaudas 16, Bangu 8.