Giampà: “Col Santa Maria gara a lungo stregata. Ci sono ancora molte battaglie”

Sant'AgataIl Sant'Agata celebra la rete di Favo (foto Marta Ignazzitto)

Il Città di Sant’Agata aggiunge un punto alla sua ottima classifica, allungando la striscia di risultati utili che raggiunge quota nove. Mister Giampà è soddisfatto anche se la gara poteva regalare qualcosa in più alla sua squadra. “Il Santa Maria voleva conquistare punti e ha lottato su ogni pallone ma a mio avviso non c’è stata gara sotto il profilo del gioco. Può accadere nel calcio che queste partite le puoi persino perdere ma non sarebbe stato giusto perché abbiamo offerto una grande prestazione di ottimo livello. Cunzi si è inventato un grande gol ma non volevamo perdere perdere dopo aver subito solo quel tiro”. 

Sant'Agata

Il tecnico del Sant’Agata Mimmo Giampà (foto Marta Ignazzitto)

Parlare di salvezza sembrerebbe persino riduttivo ma il tecnico calabrese non vuole alcuna distrazione da parte dei suoi ragazzi ancora attesi da diverse battaglie: “È il nono risultato utile consecutivo, prima o poi la striscia finirà ma speriamo il più in là possibile. Non sempre si possono fare prestazioni come quelle di oggi, adesso dopo il tour de force finalmente avremo sette giorni per preparare la prossima trasferta di Castrovillari su un campo in erba, una gara difficile.  L’obiettivo non cambia. Servono ancora sei punti per la matematica salvezza e non sono pochi pur dimostrando di giocare bene”. 

A livello di singoli la squadra segue le indicazioni dello staff, oltre ai titolari un valido aiuto arriva da chi parte dalla panchina che alza la qualità della rosa. Bongiovanni sta dimostrando di essere un titolare a tutti gli effetti come Okito e Cristiano. Loro fanno sempre bene da subentranti, sanno che devono mettermi in difficoltà nelle scelte. Sono ancora alle prime gare con noi e davanti hanno compagni che stanno bene ma giocando così possono sovvertire le gerarchie perché gli impegni sono ancora numerosi”. 

Sant'Agata

Il Sant’Agata ringrazia il proprio pubblico dopo la rimonta (foto Marta Ignazzitto)

Il gol ha regalato la prima gioia a livello personale a Favo, un calciatore che a Sant’Agata ormai rappresenta una certezza. “C’è una gara in meno e questo è positivo. Lavoriamo tanto in settimana per ottenere il massimo la domenica. Vittorio non è una sorpresa pur non giocando nel suo ruolo. È un playmaker e oggi ha fatto il centrale di difesa facendo una grande gara perché è sempre stato concentrato per novanta minuti. È il suo primo gol sotto la mia gestione, se lo meritava perché si è messo a totale disposizione della squadra”.