Una vittoria e una sconfitta in Coppa Italia per la Pgs Don Bosco Barcellona

Pgs Don Bosco 2000da sinistra in piedi: La Rocca, Genovese G., Di Pasquale S., Giunta, Barbaro., Callisto., Pino., Scarpaci., Stramandino. Da sinistra accovacciati Munafò Marco, Mazzeo., Genovese A, Munafò Massimo, Di Pasquale R., Cutugno.

Il triangolare valido per il Round 1 di Coppa Italia che si è disputato al Polivalente della Cittadella ha segnato l’avvio ufficiale della stagione per la PGS Don Bosco 2000.

I barcellonesi si impongono con il risultato di 3 a 0 sulla Raccomandata di Giardini Naxos con le reti siglate da Alessandro La Rocca, Antonino Giunta e Marco Munafò, due giovani provenienti dal vivaio della Don Bosco ed al loro esordio assoluto in prima squadra. La PGS Don Bosco 2000 affronta a seguire il Cus Unime (già vittorioso per 4-1 sulla Raccomandata), squadra candidata alla vittoria del campionato. La partita si mostra subito equilibrata, ma i cussini sono più concreti in attacco e si portano in vantaggio. La Pgs Don Bosco sfiora nella ripresa l’1 a 1 ma un calo fisico dei barcellonesi porta alla seconda marcatura cussina che di fatto chiude i giochi.

Il primo impegno della stagione ci ha dato sicuramente buoni segnali – affermano i tecnici Genovese e Mazzeo – considerando la giovane età di molti elementi alla prima esperienza a questi livelli”. “Il nostro obiettivo – sono le parole del presidente Fraumeni – è da sempre la crescita dei giovani: quest’anno abbiamo fatto un passo importante, creando una squadra con tanti atleti che hanno ben figurato nei campionati giovanili e che in Serie B potranno dimostrare ancora di più il loro valore, affiancati da elementi di esperienza che con entusiasmo sono tornati a calcare il sintetico”.

In casa Don Bosco si prosegue dunque con la preparazione in vista della prima gara di campionato (probabilmente a metà ottobre) e con la programmazione dei tanti impegni previsti per la nuova stagione: confermate le formazioni dall’under 10 all’under 16 e la realizzazione di alcuni importanti progetti presso alcune scuole della città, per consentire a molti ragazzi di provare l’hockey su prato.

Commenta su Facebook

commenti