Trofeo delle Regioni Kinder+Sport Maschile, in scena i quarti di finale. La Sicilia in lizza per il nono posto

Con la terza e ultima giornata della fase a gironi, si sono definiti i Quarti di finale del torneo maschile del Trofeo delle Regioni Kinder+Sport 2014. Lombardia-Friuli Venezia Giulia, Lazio-Piemonte, Emilia Romagna-Veneto, Toscana-Liguria gli accoppiamenti.

GIRONE A
LOMBARDIA – SARDEGNA 76-32
(16-12; 34-20; 54-24)
Lombardia: Capelli, Spila 5, Laffitte 12, Puglisi 10, Cipolla ne, Nasini 7, Maccari 8, Berra 2, Chinellato 14, Ferrari 14, Bosatelli 4, Cremaschi. All. Saibene.
Sardegna: Gallizzi 2, Fadda 4, Saddi 2, Re Marco 4, Obino, Scarpa 1, Bertolini 3, Pozzo ne, Barbagallo, Chirri 5, Marongiu 2, Acunzo 9. All. Sorci.
Arbitri: Pezzani, Castellaneta

Tutto come da copione nella sfida tra Lombardia e Sardegna. Dopo centocinquanta secondi era già tutto chiaro (9-0), anche se gli isolani provavano a rimanere in scia per tutto la prima frazione (16-12 al 10’). Nel secondo quarto il solco veniva tracciato anche se la vera e propria fuga avveniva dopo l’intervallo lungo, quando, dal 34-20, si passava al 54-24 del 30’. Negli ultimi dieci minuti lo scarto cresceva ancora fino al +44 (76-32) della sirena.

PIEMONTE-ABRUZZO 68-52
(15-12; 25-30; 48-36)
Piemonte: Viano 4, Piccio ne, Ferrigno 4, Segura 2, Pelassa 2, Maule 15, De Bartolomeo 4, Abrate 18, Apuzzo, De Santis 13, Carnaghi 4, Borsello 2. All. Squarcina.
Abruzzo: Faragalli 6, Toro, Di Censo 7, De Guglielmo, Iezzi, Mancini, Berardi 8, Del Sole 6, D’Ippolito 4, Fasciocco 2, Di Donato 11, Masciopinto 6. All. Nando.
Arbitri: Piras, De Francesco

Inizio combattuto con le squadre molto contratte; poi un paio di contropiedi abruzzesi scavano un piccolo break di 5 punti. Il Piemonte risponde con un 10-2 di parziale firmato De Santis che la riporta in testa di 3 punti. Il secondo quarto inizia con un Abruzzo aggressivo, che chiude in vantaggio il secondo quarto (30-25). Dopo l’intervallo lungo si segna poco: l’Abruzzo dopo 5’ raggiunge il limite di 5 falli di squadra ed è costretta a calare di intensità; il Piemonte ne approfitta, trova il sorpasso arrivando sino al 48-36 grazie alle triple di Abrate e di De Santis. I piemontesi controllano e vincono 68-52.

ImmagineClassifica
Lombardia 6
Piemonte 4
Abruzzo 2
Sardegna 0

GIRONE B
CAMPANIA – FRIULI VENEZIA GIULIA 42-77
(10-14, 10-18, 14-19, 8-26)
CAMPANIA: Gallo 8, Pellicano 6, Federico, Cecere 2, Ceriello 6, Meles, Tartaro 2, Vietri, Romanelli 6, Cappabianca, Giugliano 2, Ascione 10
FRIULI VENEZIA GIULIA: Bratos 6, Kos 5, Leonardi 9, Cossaro 8, Deangeli 9, Ballandini 7, Milic 7, Rabusin 12, De Santi 2, Tarondo 8, Dellosto 4
Arbitri: Sconfienza, Renga

LAZIO-SICILIA 58-44
(15-15; 30-34; 41-41)
Lazio: Torresani 7, Alessandrini, Favalli 7, Maggiore 9, Capuani 6, Incitti 7, Desideri 2, Palumbo 13, Rinaldi 1, Cavallo 3, Santini 3, Di Francesco. All. Picardi.
Sicilia: Ianelli 16, Longo 2, Guaiana, Zanatta, Chessari 9, Antoci 8, Vanacore, Costa 2, Roccaro, Genovese 7, Carianni, Tartamella. All. Di Gregorio.
Arbitri: Paradiso, Guarienti. All: Di Gregorio

Inizio a ritmi bassi con le due squadre che, alla metà del primo periodo, si ritrovano sul 7-5; nella seconda metà del quarto il Lazio comincia ad alzare il press, il primo periodo si chiude sul 15 pari. In avvio di secondo quarto la Sicilia si porta sul 20-16 e, grazie alla difesa e al contropiede, al 15’ è sul 26-18. Sul finale di periodo alza la pressione il Lazio che all’intervallo è sotto di 4 (30-34). Al rientro dagli spogliatoi la squadra di Picardi continua a macinare punti e costringe la Sicilia al time out a 3’30” dalla fine del quarto sul 37-39; inevitabile il sorpasso del Lazio che, con la bomba di Palumbo a 2’ dal termine del periodo, si ritrova in vantaggio 40-39. Il Lazio continua a fare la gara nell’ultimo quarto e vince 58-44.

Classifica
Lazio 6
Friuli V. G. 4
Sicilia 2
Campania 0

GIRONE C
TRENTINO A.A.-LIGURIA 51-66
(9-9; 22-28; 34-50)
Trentino Alto Adige: Lorenzi 4, Carrara 9, Zambarda, Frase 6, Conti 23, Balde, Sebastiani 1, Bertolini, Versini, Tognotti 2, Della Pietra 6, Cestari. All. Zanoni.
Liguria: Stefani 8, Biancardi 5, Miaschi 9, Valsetti 9, Banchero 7, Guida 4, Zini 8, Moggio 3, Petani, Renzone 2, Teutino, Bianco 11. All. Costa.
Arbitri: Pietrobon, Ottoboni

Inizio molto equilibrato (9-9 a fine primo quarto), poi a cavallo delle due frazioni il parziale di 0-13 con cui i liguri prendono un consistente vantaggio. Il Trentino paga le rotazioni cortissime e sul 36-57, a 8’ dalla fine, il match è virtualmente chiuso.

PUGLIA-EMILIA ROMAGNA 48-67
(9-11; 23-35; 38-54)
Puglia: Crecchio 2, Giardino 5, Lauria 10, Hoxha 9, Piccinno, Orlandino ne, Taddeo ne, Fusco 4, Stano 6, Susca, Napoleone 10, Monaco 2. All. Angelini.
Emilia Romagna: Barattini 4, Folli 2, Nanni 7, Tognacci 8, Pietri 12, Giuliani 7, Lorusso 12, Cosco 5, Muzzi, Ugolini, Guglielmi 3, Secchi 7. All. Soliani.
Arbitri: Marenna, Calandra

L’Emilia Romagna fatica solo nel primo quarto, poi piega la resistenza della Puglia e conquista la terza vittoria in altrettante gare. Si comincia col freno a mano tirato: tanti errori all’inizio in una gara che si sblocca solo al 3’ col canestro di Pietri (0-2). La Puglia va sotto anche 0-6, poi ricuce e va al primo mini riposo sotto di sole due lunghezze (9-11). Nel secondo quarto c’è equilibrio fino al 15-16, poi i padroni di casa scappano via con Pietri e Nanni sugli scudi. Il trend della partita non cambia neanche all’avvio del terzo periodo e il margine si allarga in maniera considerevole. Tognacci infila subito 4 punti per il +16 (23-39), Barattini lo segue a ruota con altri 4 e la gara sembra indirizzata a favore dei padroni di casa (26-43 al 24’). La Puglia non riesce a tornare sotto le quindici lunghezze di margine e l’Emilia Romagna riesce a controllare chiudendo imbattuta il girone.

Classifica
Emilia Romagna 6
Liguria 4
Puglia 2
Trentino A. A. 0

GIRONE D
MARCHE – UMBRIA 64-61
(22-12; 41-28; 58-46)
Marche: Parlani 1, Mentonelli 21, Bordoni 7, Galiano 18, Perticarini 7, Giunta, Migliorelli, Bacchiani 4, Giretti 2, Massani 2, Pozzetti 2, Papini. All. Rossi.
Umbria: Faina 3, Bartoli 8, Ciofetta 11, Gomez Vince 15, De Paola 11, Guerra, Bonifazi, Madani 4, Carotti 4, Brunori, Picchiarati 5, Macciani. All. Pierotti.
Arbitri: Pistagni, Giunta

Le Marche partono concentratissime: 7-0 al 2 e 13-2 al 5’. L’Umbria fatica a reagire e, al massimo, arriva sul -10. La seconda frazione si chiude con i marchigiani a +13. Nella ripresa il vantaggio si dilata fino al 54-35 del 26’, ma il successivo parziale di 10-0 è ossigeno puro per gli umbri. L’Umbria spinge e rientra sino al -3. Le Marche si accontentano di vincere la partita e l’Umbria non riesce a recuperare il possibile pallone dell’overtime. Alla fine, a festeggiare, è il Veneto che conquista la seconda posizione nel Girone C.

TOSCANA – VENETO 72 – 54
(24-18; 41-33; 59-44)
Toscana: Cinque 7, Quagli 4, Cipriani 15, Lurini 2, Galeani 23, Costi 2, Sturli, Sene 5, Zampone 6, Sbrana, Zanini, Graziani 8. All. Tatti.
Veneto: Czumbel M. 3, Battiston 5, Sarto 8, Piccinin 13, Battistuzzi 4, Cuzmbel E. 9, Freguja 4, Elio, Pavan 6, Bertan, Okoase, Accordi 2. All. Turchetto.
Arbitri: Tulumello, Correale

Tris di vittorie per la Toscana, che si aggiudica la partita e il primo posto nel Girone D. La prima accelerata la davano i ragazzi di Tatti (da 11-10 a 18-10). Nel secondo quarto il Veneto si riportava a contatto sul 35-32 al 18’, ma l’aggancio non arrivava mai e così la Toscana manteneva sempre un margine di sicurezza fino al massimo vantaggio del 35’ (70-46) che faceva partire i titoli di coda.

Classifica
Toscana 6
Veneto 2
Umbria 2
Marche 2

GIRONE E
VALLE D’AOSTA – CALABRIA 36-90
(9-19, 14-26, 4-32, 9-13)
VALLE D’AOSTA: Fazari 3, Restagno, Nieroz, Collalto, Carlin 1, Yeuillaz 8, Vaudan, Guerrisi, Artuso 10, De Gattis 1, Vinci 13, Lai
CALABRIA: Manfredi 5, Zampogna 4, D’Apa 5, Crucitti, Scialabba 8, Egwoh 8, Fiorillo 8, Lagana’ 26, Commisso 4, Nello Trupia 2, Dolce 4, Pilo’ 16
Arbitri: Nonna, Fiore

MOLISE – BASILICATA 23-55
(3-15, 10-16, 5-15, 5-9)
MOLISE: D’Agnillo 7, Cicchetti 4, Fuschino 8, Tedeschi, Eliseo 1, Mustillo, Gagliardi, Zurcino, Lombardi 1, Bravo, Quaranta 1, Russo 1
BASILICATA: Mazzarelli 4, Mazzola, Monteleone 6, Iovane 2, Coretti 8, Casaletto 4, Lattarulo, Musto 11, Centoducati 3, Caradonna 13, Santangelo 1, Costa 3
Arbitri: Servillo, Cristofoli

Classifica
Basilicata 6
Calabria 4
Molise 2
Valle d’Aosta 0

Calendario 24 aprile 2014
Quarti di Finale 1-8 posto
Lombardia-Friuli Venezia Giulia, ore 15.00 (Santarcangelo)
Lazio-Piemonte, ore 15.00 (San Marino)
Emilia Romagna-Veneto, ore 15.00 (Flaminio)
Toscana-Liguria, ore 11.30 (Flaminio)

Girone 9-12 posto
Abruzzo-Sicilia, ore 11.30 (Santarcangelo)
Puglia-Umbria, ore 11.30 (Carim)

Quarti 13-20 posto
Basilicata -Sardegna, ore 15.00 (Bellaria)
Campania-Calabria, ore 15.00 (Carim)
Molise-Trentino A.A., ore 11.00 (Bellaria)
Valle d’Aosta-Marche, ore 11.00 (San Marino)

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com