Trofeo delle Regioni Femminile, Veneto-Lombardia la finalissima. La Sicilia vince il derby delle Isole ed è in finale per il nono posto

Sarà Veneto-Lombardia la finale del Trofeo delle Regioni Kinder+Sport Femminile 2014. Le campionesse in carica del Veneto, grandi favorite alla vittoria finale, hanno superato in scioltezza il Piemonte, mentre la Lombardia ha sofferto per sconfiggere le padrone di casa dell’Emilia Romagna. Sabato 26 aprile, alle ore 15.00 (PalaFlaminio) la finale, che andrà in diretta streaming sul sito www.nettunotv.tv. Piemonte-Emilia Romagna la finale per il 3° e 4° posto (ore 11.00, PalaFlaminio).

SEMIFINALI 1°-4° POSTO
LOMBARDIA – EMILIA ROMAGNA 48 – 44
(14-11; 28-19; 35-33)
Lombardia: Del Pero 2, Scavone, Oliva 10, Meroni 15, Sartor 4, Alessia, Calciano 3, Donzelli, Rizzi, Gandola, Mariani 8, Paleari 6. All. Lombardi.
Emilia Romagna: Lucca 10, Venturi 6, Mantovani 5, Pallotta 9, Soglia 2, Giacchetti 6, Zavalloni, Venturoli 2, Cremona 2, Periti, Salvadego, Fera 2. All. Morigi.
Arbitri: Marino, Danese

Lombardia in finale, ma padrone di casa che escono dalla semifinale a testa altissima. Le biancoverdi sono state praticamente sempre in vantaggio, ma, sino a 17” dalla fine, non erano certe della loro vittoria. Nei primi dieci minuti era un continuo botta e risposta. Le biancorosse dopo essere scivolate a -4 (17-13 al 12’), agganciano le avversarie a quota 17. L’Emilia Romagna faticava terribilmente a trovare la via del canestro e, così, non solo non riusciva a mettere la testa avanti (22-19 al 18’), ma subiva un parziale devastante di 9 a 0 che significava 28-19 al 20’.
Si ripartiva con le biancorosse molto aggressive che tornano a -2 (28-26). La Lombardia reagiva da grande squadra e realizzava sette punti consecutivi (35-26 al 24’). Le emilianoromagnole erano tutt’altro che abbattute e stringevano ancora di più in difesa (35-31 al 27’ e 35-33 due minuti più tardi). Le ragazze di Morigi fallivano, però, alcune ghiotte occasioni e la Lombardia puniva cinicamente (43-33 a 6’21” dalla fine). Cinque punti consecutivi della Mvp Meroni erano letali (48-35 al 35’), ma la squadra di casa faceva infiammare il PalaFlaminio con un epilogo tutto cuore (48-42 al 38’). La Lombardia resisteva e accedeva alla finale, dove incontrerà la favorita Veneto.

Il Venteo in lunetta

Il Venteo in lunetta

PIEMONTE-VENETO 27-69
(4-17; 14-39; 23-60)
Piemonte: Degiovanni 3, Ceriani 3, Pollastro 9, Trucco 4, Dominici, Guarino, Muraca 2, Celiberti, Michelini, Colucci 3, Villa, Cortese 3. All. Ferrauto.
Veneto: Coffau 2, Pinzan 12, Chicchisiola 7, Fassina 14, Dal Mas 4, Beraldo, Galazzo 2, Destro 13, Smorto 6, Gamba 2, Furlani, Tridello 7. All. Battisti.
Arbitri: Tulumello, Nonna

Come da pronostico, il Veneto raggiunge la finale e lo fa alla grande, con un +42 finale che non lascia dubbi. C’è partita per cinque minuti (4-7), poi parziale di 0 a 10 e 4-17 al 10’. Sul 6-29, dopo quasi 14’, l’incontro può considerarsi virtualmente chiuso.

SEMIFINALI 5°-8° POSTO
FRIULI VENEZIA GIULIA – LIGURIA 39-53
(10-11, 10-17, 10-8, 9-17)
FRIULI VENEZIA GIULIA: Gregori, Ianezic 10, Crovato 12, Gatti 2, Revelant 1, Milani 10, Pulcini, Tremul 4, Morello, Gotti, Lavaroni, Zanelli
LIGURIA: Bologna 8, Mori, Corradino 17, Cambiaso 2, Poletti 2, Pescetto 6, Tosi 6, Borgonaro, Kotopulis 10, Poli, Copello 2, Saloni

LAZIO – TOSCANA 35-47
(13-9, 8-13, 6-15, 8-10)
LAZIO: Kolar 2, De Santis 4, Auzou, Puggioni 3, Bongiorno 4, Ianeri, Gentle 3, Borghi 2, Boni 2, Nizza 4, Troiani, Paolocci 11
TOSCANA: Iozzelli, Ceccarini 12, Zorzi 4, Cecchi 3, Castiglione 2, Simonetti 3, Vannucchi 5, Diarra Sylla 2, Manetti, Madera 10, Pagni 4, Chiaruggi 2.

SEMIFINALI 9°-12° POSTO

La Sicilia è in finale per il nono posto

La Sicilia è in finale per il nono posto

SICILIA-SARDEGNA 43-41
(9-7; 20-15; 30-23)
Sicilia: Greco 2, Verona 7, Ricciardi 6, Vella 14, Patanè 4, Gandolfo, Scionti 1, Magri 4, Baglieri 4, Caruso, Vivirito 1, Rimi. All. Recupido.
Sardegna: Solinas 2, Canu F. 3, Farina, Biella 10, Piras, Schirru 5, Mura 16, Canu G., Garau, Maxia, Mascia, Sow 5. All. Castelli.
Arbitri: Tadic, Pistagni

Nel “derby” isolano a festeggiare è la Sicilia. La partita si è risolta in volata dopo che la Sicilia ha praticamente sempre condotto e, anche nell’ultima frazione, ha avuto nove lunghezze di vantaggio. La Sardegna disputa una strepitosa ultima frazione, ma fallisce con Schirru i liberi del possibile supplementare a 5” dalla sirena.

PUGLIA-UMBRIA 47-44
(12-12; 25-20; 38-32)
Puglia: De Bartolomeo 5, Armenti, Caretta 6, D’Alessandro 18, Assentato 4, Cristofaro 4, Nardelli 6, Giudice, Caccavo, Markovic, Tagliamento ne, D’Agnano 4. All. Alba.
Umbria: Moriconi 2, Grilli 3, Guidubaldi 2, Iachettini 2, Cubaj 24, Sparvoli 2, Crisostomi 2, Rossi ne, Iaconi 2, Lazzerelli, Gaggiottini, Hattab Cavaciocchi 5. All. Posti.
Arbitri: Mulliri, Calandra

L’Umbria prova subito a piazzare il break col canestro di Cubaj (3-8), ma la Puglia riesce a impattare con la tripla di D’Alessandro nell’ultimo minuto del primo quarto (12-12). Le ragazze pugliesi prendono linfa da quel canestro per comandare nel secondo periodo e provare la fuga (25-16 al 17’). In chiusura di tempo però l’Umbria ricuce e resta in linea di galleggiamento anche nel terzo quarto. Tra le umbre è incontenibile Cubaj (24 punti e 36 rimbalzi) e la gara non si chiude mai realmente. Pugliesi sulle 5-6 lunghezze di vantaggio per tutto il quarto periodo e finale al cardiopalma. Cubaj segna il -2 a 24” dalla sirena, dall’altra parte D’Alessandro fa 1/2 ai liberi (47-44 a -13”) e Grilli sbaglia da tre sulla sirena il tiro del supplementare. Vince la Puglia.

SEMIFINALI 13°-16° POSTO
TRENTINO ALTO ADIGE-MARCHE 42-43
(12-12; 20-19; 30-28)
Trentino A.A.: Ruocco 1, Pesarini 5, Venturini 1, Betta 15, Lorenzi 2, Bregu 6, Vicentini 2, Bernardoni, Omezzoli 2, Palmarsan 2, Chemolli 2, Parolari 4. All. Casolari.
Marche: Goffi, Castellani 12, Matteucci 6, Ruggeri 2, Bolognini 7, Baffo 2, Veroli 2, Catalano, Lupini, Zamparini 10, Bernardini 2, Piermaria. All. Pesaresi.
Arbitri: Piras, Melai

Non riesce il bis al Trentino dopo che la formazione maschile, nella mattinata, aveva superato le Marche. Pronti, via e 5-0 Trentino. Le ragazze di Pesaresi, però, impattano a quota 8. Nuovo allungo nel secondo quarto per le trentine (20-14) e ancora risposta delle marchigiane (20-19 al 20’). Nella ripresa lunghissima volata: Parolava portava le sue compagne sul +1 (42-41) a 22” dalla fine, ma Castellani rispondeva immediatamente e l’ultimo tiro di Bernardoni non era premiato dalla fortuna.

basket_trofeo_delle_regioniCAMPANIA-ABRUZZO 41-56
(11-13; 17-24; 26-44)
Campania: Sapienza, Scarpato 10, Martines 9, Pastena 2, Caldi 2, Giuseppone 2, Urcivoli 4, Savarese, Gigliano 8, Cifaldi, Orta 4, Moroso. All. Scotto Di Luzio.
Abruzzo: Jepson 7, Miccoli 9, Codagnone 6, Lunadei, Colella 6, Di Girolamo, Bellante, Di Stefano, Pirani 9, Asobirionwu 2, Traino 1, Fabbricini 16. All. Patricelli.
Arbitri: Peruzzi, Marenna

L’Abruzzo approfitta del break ottenuto nel terzo quarto per costruirsi il margine che deciderà l’incontro. Finisce 41-56, con la Campania brava a tenere la partita in equilibrio soprattutto all’avvio’. Poi Pirani e Asobirionwu segnano punti importanti che lanciano l’Abruzzo sul +7 dell’intervallo (17-24). Non è finita: di ritorno dagli spogliatoi le abruzzesi continuano a martellare e spaccano la partita in due (19-31 con tripla di Jepson al 24’). Miccoli segna addirittura il +19 al 29’ (25-44) e la gara pare segnata. Nel quarto periodo la Campania produce l’ultimo sforzo al 33’ (canestro di Scarpato per il 34-44), ma non torna più sotto le dieci lunghezze di margine e l’Abruzzo può chiudere in scioltezza. Da segnalare nella squadra vincitrice la doppia-doppia della lunga Fabbricini (16 punti e 12 rimbalzi).

CALENDARIO FINALI (26 aprile 2014)
Finale 1-2 posto
Lombardia-Veneto, ore 15.00 (Flaminio)

Finale 3-4 posto
Emilia Romagna-Piemonte, ore 11.00 (Flaminio)

Finali 5-7 posto
Liguria-Toscana, ore 13.00 (San Marino)

Finale 7-8 posto
Friuli Venezia Giulia-Lazio, ore 13.00 (Bellaria)

Finali 9-10 posto
Sicilia-Puglia, ore 13.00 (CARIM)

Finale 11-12 posto
Sardegna-Umbria, ore 11.00 (San Marino)

Finali 13-14 posto
Marche-Abruzzo, ore 11.00 (Bellaria)

Finale 15-16 posto
Trentino Alto Adige-Campania, ore 11.00 (CARIM)

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com